Salvatore Rossi, TIM: “Tutto il mondo deve digitalizzarsi”

Scritto il alle 10:29 da Redazione Finanza.com

Salvatore Rossi, Presidente TIM, al Festival dell’economia di Trento: ”Tutto il mondo deve ‘digitalizzarsi”

Salvatore Rossi, Presidente di TIM, ha partecipato al Festival dell’economia di Trento spiegando l’importanza della digitalizzazione per il futuro, in particolare della necessaria accelerazione in Italia dove la pandemia ha mostrato le lacune digitali del nostro paese.

”L’epidemia ci ha costretti a fare un formidabile salto, che in parte resterà”, ha dichiarato Salvatore Rossi durante il suo intervento a Trento, spiegando la forte spinta data dall’emergenza sanitaria all’utilizzo degli strumenti digitali. “Il covid ci ha costretti, tutti come società e individuo, a fare un salto formidabile di addestramento delle nuove tecnologie e l’abitudine ad usarle”. Tecnologie che come Rossi stesso ha spiegato, erano già disponibili, ma per le quali mancavano nel nostro paese le competenze digitali utili a poterne fruire.

La prima chiusura dettata dall’emergenza sanitaria e la forzata migrazione di servizi e didattica sui canali digitali ha mostrato che il percorso di digitalizzazione intrapreso da TIM negli ultimi anni era più che necessario. Nonostante le difficoltà iniziali, che come Salvatore Rossi ha spiegato proseguendo nel suo intervento hanno mostrato anche “le diseguaglianze presenti nella connessione, sia territoriali, sia soprattutto sociali“, è emersa una forte volontà dei cittadini, delle aziende e delle Pubbliche Amministrazione di digitalizzarsi, motivo per cui TIM ha rafforzato ulteriormente il suo impegno per la diffusione delle competenze digitali in Italia.

 

Salvatore Rossi al Festival dell’economia di Trento: “La digitalizzazione deve essere un impegno collettivo” e va fatta con consapevolezza e sicurezza

Salvatore Rossi e TIM promuovono da anni diverse iniziative per la diffusione delle competenze digitali in Italia. Evoluzione necessaria per il paese e che TIM aveva già iniziato a supportare attraverso progetti quali Operazione Risorgimento Digitale e le iniziative avviate proprio nel corso dei primi mesi del 2021, facenti parte del Piano Strategico 2021-2023 simbolicamente chiamato “Beyond connectivity”.

”Tutto il mondo deve digitalizzarsi, su questo non c’è dubbio – ha continuato Salvatore Rossi durante il suo intervento, per poi proseguire parlando dello sforzo collettivo necessario per la digitalizzazione – ”abbiamo capito che il salto bisogna che lo facciano le imprese, gli stati, i governi”. Della gran parte delle risorse europee messe a disposizione l’anno scorso, una buona fetta di quelle risorse, sono dedicate alla transizione digitale che, a questo punto, “deve impegnarci tutti”.

Salvatore Rossi puntualizza anche che questo impegno è ”uno sforzo collettivo che dobbiamo fare tutti quanti per fare il salto definitivo verso quel mondo futuro di internet 3.0, di connessioni diffusissime, disponibili a tutti, certamente neutrali, certamente efficienti e sicure. Soprattutto sicure perché la cyber security deve fare anch’essa un grande salto perché le utopie, come quelle dei fondatori di internet, si dimostrano ben presto cartastraccia di fronte ai rischi e alle malignità che i malintenzionati poi mettono in campo”. Altro tema, quello della sicurezza, al centro dell’impegno del Gruppo TIM che vuole diffondere competenze e consapevolezza verso il mondo digitale, soprattutto per i più giovani che possono cadere vittima dei pericoli del web. Sicurezza però essenziale anche per l’evoluzione dell’industria 4.0 e per la quale TIM ha creato servizi di cyber security avanzati, in partnership con importanti protagonisti del settore tecnologico quali Google e Telsy.

E’ tutto un mondo che sta cambiando con una velocità enorme, e che bisogna cercare di capire. – ha dichiarato il presidente TIM, Salvatore Rossi, proseguendo il suo discorso al Festival dell’economia di Trento – L’epidemia ci ha comunque costretti a fare un salto verso la comprensione, oltre che l’addestramento all’uso dei diversi devices che, a questo punto, bisogna continuare a fare. Cogliamo anche quel po’ di buono che è venuto fuori da questa epidemia e facciamone un’opportunità”.

 

Salvatore Rossi e l’importanza di una rete unica per la digitalizzazione dell’Italia

“Le connessioni sono fondamentali, – ha spiegato Salvatore Rossi durante il Festival dell’economia di Trento – le due tecnologie mobile e fissa, sono apparentemente distantissime ma in realtà sono molto convergenti. La rete unica di cui si parla è una rete fissa, è la fibra ottica che entra nelle nostre case e ci consente di collegarci via internet a tutto il mondo con il Wi-fi di casa, non è l’unica tecnologia possibile per fare questo.”

Salvatore Rossi ha poi continuato illustrando le potenzialità delle nuove tecnologie di rete, quali il 5G: “Si può immaginare, soprattutto col 5G che consente una velocità e reattività di segnale enormemente più potenti rispetto alle 4 generazioni precedenti, di piazzare una antenna vicino casa anziché mandarci un cavo fisico se questo è molto difficile o molto costoso. Con un segnale 5G si può navigare internet con prestazioni quasi equivalenti a quelle della fibra anche se questa resta con prestazioni superiori.”

Il progetto della rete unica è uno dei cardini di TIM per l’evoluzione dei servizi in Italia, essenziali per supportare al meglio la digitalizzazione e necessità riconosciuta da tutti i tecnici, come rimarcato da Salvatore Rossi: ”Tutto il dibattito sulla rete unica che stiamo avendo, che riguarda la rete fisica, è molto più politico che tecnico. Perché sul piano tecnico siamo più o meno d’accordo, sia noi economisti sia gli ingegneri tecnici, su come andrebbe fatta. Sono scelte politiche che devo riguardare l’assetto effettivo di una eventuale rete unica”.

Avere una rete unica in fibra di cavi che facilitino le comunicazioni una trasmissione di dati molto più velocemente è fondamentale per mantenere l’Italia tra i paesi all’avanguardia, considerando anche il fatto che altre nazioni hanno già una Rete Unica che consente comunicazioni ultraveloci.

 

Chi è Salvatore Rossi, biografia del Presidente TIM

Salvatore Rossi, attuale Presidente TIM, nasce a Bari il 6 gennaio del 1949 e qui nel 1957 si laurea in matematica, presso l’Università di Bari. Al percorso formativo in Italia Rossi affianca esperienze di studio su temi economici all’estero; presso il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e il rinomato Massachussets Institute of Technology di Cambridge (MIT).

Dopo una carriera di successo come Direttore Generale di Bankitalia, Salvatore Rossi entra nel Cda di TIM, venendo nominato presidente nel 2019 e proclamato ufficialmente il 20 marzo 2020, all’unanimità, da parte dell’assemblea degli azionisti, carica confermata dal nuovo Consiglio di Amministrazione il 1° aprile 2021.

Salvatore Rossi inizia la sua carriera presso la Banca d’Italia, negli uffici di vigilanza bancaria di Milano. Nel 1979 passa al Servizio Studi e ne diventa Vice Capo a partire dal 1997 e Direttore Centrale dal 2000 al 2007. In seguito, è Direttore Generale per l’Economia, la Statistica e la Ricerca, Segretario Generale e Consigliere del Direttorio per i problemi della politica economica dal 2011 al 2012 e Vice Direttore Generale della Banca d’Italia dal gennaio 2012 al maggio 2013. Dal 2013 fino al 2019 Salvatore Rossi è stato Direttore Generale della Banca d’Italia e presidente dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, partecipando sia al G7 che al G20 come membro della delegazione italiana. Nel 2013 Rossi prende inoltre parte ai lavori del “Gruppo di Lavoro in materia economico-sociale europea”, soprannominato il “Gruppo dei Saggi”, costituito dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

A una lunga carriera lavorativa Salvatore Rossi affianca un notevole impegno accademico tenendo corsi e seminari nelle più importanti Università italiane, incentrati sulle politiche economiche europee e italiane. Date le sue comprovate capacità di economista Rossi è anche parte del corpo docenti della Luiss School of European Political Economy, fortemente voluto dal Direttore Marcello Messori, come Professor of Practice.

 

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Rimango sempre più convinto che il mercato sia stupido, che le aspettative razionali sono una d
Sulle opzioni Mibo scadenza luglio si assiste ad un aumento di contratti put a strike 24500 e contra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Dopo il poderoso rimbalzo di ieri andiamo a vedere dove stanno togliendo o mettendo rischio gli oper
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Un fine settimana davvero interessante quello della settimana scorsa, interessante ed entusiasma
Settimana contraddistinta da debolezza e ribassi delle quotazioni. Probabilmente le chiusure di fine
Analisi Tecnica Ha tenuto la resistenza a 25780 creando un trading range di breve con un supporto
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, è bastato il primo angolo dei tre menzionati nell’ult