Luigi Gubitosi, AD di TIM, nominato Cavaliere del Lavoro

Scritto il alle 17:07 da Redazione Finanza.com

Luigi Gubitosi nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

 

Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato di TIM, è stato nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Gubitosi rientra nei 25 nuovi Cavalieri del Lavoro nominati nel 2021 su proposta del ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti e del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Patuanelli.

Luigi Gubitosi è uno dei due nominati per il settore delle telecomunicazioni, assieme a Giuseppina Di Foggia di Nokia Italia. L’AD TIM entra così a far parte dei 625 Cavalieri del Lavoro attualmente presenti in Italia sul totale di 2.947 premiati dal 1901 ad oggi, durante la Festa della Repubblica.

 

Chi è Luigi Gubitosi: Amministratore Delegato di TIM e nuovo Cavaliere del Lavoro

Attuale Amministratore Delegato di TIM, Luigi Gubitosi inizia la sua avventura nel Gruppo nel 2018 dopo una carriera costellata di importanti ruoli amministrativi nei maggiori brand italiani. All’inizio dell’anno, in seguito all’ottimo operato svolto alla guida del Gruppo, Gubitosi si è visto riconfermare all’unanimità la carica di AD anche per il prossimo triennio.

Luigi Gubitosi nasce a Napoli il 22 maggio 1961, qui consegue la laurea in Giurisprudenza presso l’Università Federico II di Napoli, per poi proseguire gli studi in economia alla London School of Economics e ottenendo un master in Business Administration all’INSEAD di Fontainbleu.

Inizia la sua carriera nel Gruppo Fiat, dove dal 1986 fino al 2005 ricopre diversi incarichi nell’ambito Finance e siede nei Consigli di Amministrazione di diverse società del Gruppo. Dopo l’esperienza in Fiat, nel 2005 Luigi Gubitosi entra in Wind Telecomunicazioni con il ruolo di Chief Financial Officer per poi ricoprire il ruolo di Amministratore Delegato dal 2007 al 2011. Nel 2017 Luigi Gubitosi assume il ruolo di Commissario Straordinario di Alitalia e nel maggio 2017 e ne diventa poi Presidente Esecutivo. In seguito, ricopre la carica di Direttore Generale RAI.

Da novembre 2011 a luglio 2012 Luigi Gubitosi è stato Country Manager e responsabile della divisione Corporate and Investment Banking di Bank of America Merrill Lynch Italia. È stato Chairman dell’European Advocacy Committee del CFA Institute. Gubitosi è stato altresì membro del Consiglio di Amministrazione di Cometa, F2i Sgr, Maire Tecnimont e de il Sole24ore.

Nel 2006 è stato membro del Comitato organizzativo delle Olimpiadi di Scacchi di Torino 2006 e collabora con l’Università LUISS Guido Carli, in qualità di docente di Finanza Aziendale.

 

Luigi Gubitosi sull’impegno TIM per l’innovazione: digitalizzare l’Italia per un futuro più sostenibile

Alla guida del Gruppo TIM in qualità di AD, Luigi Gubitosi ha portato avanti in questi anni molte iniziative volte a digitalizzare l’Italia per trasformare il paese e costruire un futuro più sostenibile.

Negli ultimi anni TIM ha guidato diverse iniziative volte alla digitalizzazione dell’Italia, lavorando di pari passo sul rafforzamento delle linee di rete esistenti, impiegando le nuove tecnologie per implementare servizi sempre più efficienti e in grado di rispondere alle necessità dell’Industry 4.0; dall’altro lato promuovendo la diffusione delle competenze digitali nel paese per abbattere il digital e cultural divide italiano rispetto al resto d’Europa, ma anche tra le varie regioni italiane o semplicemente tra le fasce d’età della popolazione.

Dal punto di vista tecnologico tra gli ultimi interventi avviati dal Gruppo è possibile citare l’addio alla vecchia rete in rame, avviato a Trento dove è presente la prima centrale interamente cablata in fibra con tecnologia FTTH (Fiber To The Home) e che darà l’avvio allo spegnimento definitivo dei collegamenti in rame, come raccontato da Luigi Gubitosi stesso:

“Con l’avvio del processo di spegnimento della rete in rame” – ha dichiarato Luigi Gubitosi all’evento per la firma dell’accordo con le istituzioni della Provincia Autonoma di Trento che ha dato il via allo switch off ufficiale dei collegamenti in rame – “iniziamo a scrivere un nuovo capitolo della storia delle telecomunicazioni in Italia, a conferma del nostro impegno a voler essere parte integrante del processo d’innovazione e digitalizzazione del Paese”.

 

Luigi Gubitosi: “Partiamo da Trento, ma questo processo riguarderà l’intero territorio nazionale”

Luigi Gubitosi ha anche spiegato che l’avvio del progetto a Trento è solo un punto di partenza per un progetto più ampio che coinvolgerà l’intera penisola italiana: “Partiamo da Trento, comune d’eccellenza italiano, a trasferire, su base volontaria, i nostri clienti verso le nuove reti ultraveloci in fibra. Siamo convinti che con il consolidamento di questo processo, che gradualmente riguarderà l’intero territorio nazionale, andremo ad accelerare il processo di digitalizzazione di cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione, favorendo contestualmente lo sviluppo di quelle competenze digitali necessarie a tornare a crescere sia in Italia che a livello internazionale”.

 

Luigi Gubitosi e l’impegno TIM per abbattere il digital divide

L’abbattimento del digital divide italiano è uno dei punti fondamentali della strategia TIM per i prossimi anni, infatti come l’AD del Gruppo, Luigi Gubitosi ha dichiarato nel suo intervento all’EY Summint Infrastrutture: “Il tema delle competenze è fondamentale, è necessario che si facciano degli sforzi importanti per dare le competenze a chi non le ha, altrimenti avremo un Paese a due velocità”.

L’obiettivo dell’Italia deve essere quello di una grande rimonta del digitale allineandosi agli altri grandi paesi europei. Dobbiamo arrivare almeno al centro della classifica dell’indice Desi“. Ha dichiarato Luigi Gubitosi nel corso dell’anno durante le varie iniziative di Operazione Risorgimento Digitale, il piano TIM per la digitalizzazione sostenibile del paese. Un progetto in collaborazione con più di 40 protagonisti nell’ambito dell’innovazione e istituzioni, per diffondere la cultura digitale in Italia attraverso percorsi di formazione rivolti a tutti, dai privati alle aziende e fino ad arrivare alla Pubblica Amministrazione. Necessità emersa con grande forza durante il primo lockdown in cui l’Italia si è trovata a dover digitalizzare velocemente servizi e didattica e che ha accelerato l’impegno di TIM, come raccontato dall’AD.

L’esperienza della pandemia ha accelerato la diffusione e l’utilizzo di molti strumenti di comunicazione via web.” Ha dichiarato Luigi Gubitosi, rimarcando spesso anche il fatto che l’Italia mostra di essere pronta a questo cambiamento e che il 2021 è un anno decisivo per questa trasformazione che oltre a offrire servizi più innovativi può essere il fattore decisivo per una trasformazione della società verso un futuro più sostenibile dove grazie alle nuove tecnologie della rete potremo influire sull’ottimizzazione delle risorse; abbassando i costi, ma soprattutto le emissioni di CO2 delle nostre città contribuendo positivamente ad abbattere l’impatto ambientale sul nostro pianeta.

 

 

 

 

Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Tutto in una notte. Dall'Asia, passando dall'Europa per poi arrivare agli USA. La paura per la var
La variante sudafricana diventa il detonatore che il mercato stava aspettando. Un violento impul
Come volevasi dimostrare, neanche il tempo di lasciare che gli americani si gustassero il loro t
Ftse Mib. Nelle ultime sedute sono scattate prima le prime prese di beneficio che hanno portato il
In questa fase dove sui mercati continuano a susseguirsi correzioni e rimbalzi, mi sembra abbast
Dopo la giornata asfittica di ieri che non ha dato spunti operativi per effetto della festività ame
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Silenzio religioso! Mentre in America, l'inflazione si mangia il tacchino e il tacchino si mangi
Opzioni e Future 25 Novembre. Giornata di ieri molto particolare che ha visto gli indici europei
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u