TIM, il bilancio 2020 spinge il titolo in Borsa

Scritto il alle 09:30 da Redazione Finanza.com

TIM: utile netto 2020 a € 7,2 mld, il bilancio spinge il titolo in Borsa

 

Nel corso di settimana scorsa, TIM ha presentato i conti complessivi del 2020 alla comunità finanziaria, dopo l’approvazione del bilancio 2020 e del piano strategico 2021-2023 da parte Consiglio di Amministrazione di TIM, sotto la presidenza di Salvatore Rossi.

In attesa della composizione del nuovo CdA di TIM, che vedrà ancora l’AD Luigi Gubitosi alla guida del Gruppo data la riconferma nella lista dei candidati che verranno presentati all’assemblea di TIM a fine marzo, il bilancio di TIM si è chiuso con un utile netto di 7,2 miliardi, di cui €5,9 mld derivanti dal riallineamento dei valori fiscali ex dl 104/2020; quindi, anche senza considerare gli effetti del riallineamento fiscale, i profitti risultano in aumento di € 1,3 mld (+47% anno su anno).

L’assemblea di TIM ha confermato la politica di distribuzione dividendi nel nuovo piano «Beyond Connectivity» che aggiorna gli obiettivi di TIM al 2023 in continuità con la strategia impostata fin qui da Gubitosi per il Gruppo TIM, proponendo inoltre il riconoscimento di un dividendo di 1 centesimo di euro per ciascuna azione ordinaria e 2,75 centesimi per ciascuna azione di risparmio.

 

TIM, ricavi a € 15,8 mld, superiori al consensus degli analisti

TIM ha terminato lo scorso anno con ricavi pari a 15,81 miliardi di euro. Il dato è stato superiore al consensus degli analisti che prevedeva ricavi pari a 15,72 miliardi. L’EBITDA organico di TIM, al netto delle componenti non ricorrenti, si è attestato a 7,06 miliardi di euro, anch’esso con un’incidenza sui ricavi del 44,6% e anch’esso superiore al consensus degli analisti che indicava un margine operativo lordo organico di TIM di 7,04 miliardi.

 

TIM, reazioni positive da Piazza Affari

Le reazioni in borsa nei giorni successivi alla pubblicazione del bilancio TIM sono state decisamente positive, con il titolo TIM che il giorno dopo è balzato in vetta alla classifica dell’indice Ftse Mib, in rally di quasi +7%. Di fatto, gli investitori hanno dimostrato di considerare il bilancio TIM soddisfacente, nonostante le difficoltà legate principalmente al momento di crisi che la pandemia ha generato, scommettendo sull’accelerazione del progetto di rete unica data la decisione del CdA, successivamente all’approvazione dei conti del 2020, di approvare anche il rinnovo della lista del CdA stesso.

Una reazione dunque positiva, quella dei mercati, alla pubblicazione del bilancio TIM, nonostante un anno chiaramente complesso a livello economico come il 2020, segnato dalla pandemia e dai suoi effetti sulle economie mondiali. TIM ha sicuramente davanti a sé del lavoro da fare, ma gli indicatori economici e soprattutto il superamento delle previsioni degli analisti, le reazioni dei mercati e la riconferma verso la quale si avvia il CdA, dimostrano di una azienda in buona salute, pronta dunque a raccogliere le sfide del prossimo futuro.

In aggiunta, TIM ha poi confermato il trend di forte riduzione dei costi, raggiungendo in un solo anno l’obiettivo di riduzione sul domestico previsto inizialmente per il 2022, mentre l’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2020 si è ridotto di 4,3 miliardi rispetto al 2019 (3,3 miliardi su base after lease), attestandosi a 23,3 mld di euro (18,6 mld su base after lease).

 

TIM, crescita delle linee fisse retail per la prima volta dal 2001

Per la prima volta dal 2001 crescono le linee fisse retail di TIM, mentre il numero complessivo delle linee mobili si è attestato a 30,2 milioni a fine anno, in crescita rispetto al trimestre precedente di circa 5 mila linee, nonostante il lockdown parziale nei mesi di novembre e dicembre.

Nel fisso TIM accelera la migrazione della base clienti verso la banda ultralarga, con una significativa espansione della copertura ultrabroadband grazie all’apertura di nuovi cabinet nelle aree bianche: nel quarto trimestre state attivate 437 mila nuove linee ultrabroadband retail (con un incremento trimestrale del +171% anno su anno) e wholesale, raggiungendo gli 8,6 milioni di unità con un incremento sull’anno precedente del 24%.

TIM registra ricavi di telefonia fissa domestica sostanzialmente stabili grazie al continuo miglioramento degli indicatori commerciali. Anche sul mobile, i ricavi sono in miglioramento.

La strategia commerciale implementata da TIM negli ultimi due anni ha dunque portato alla stabilizzazione dei ricavi da servizi nel segmento del fisso, a fronte di indicatori commerciali in forte miglioramento. TIM, nel corso del 2020, ha ulteriormente accelerato la generazione di cassa, sia per la gestione ordinaria sia per quella straordinaria. Oggi TIM è una società solida orientata a rispondere alle diverse esigenze dei propri clienti in maniera sostenibile e con credibili prospettive di crescita, anche grazie al previsto miglioramento del contesto macroeconomico e del settore telecom, che rientra tra i principali beneficiari del Next Generation EU.

 

TIM ha collocato a gennaio 2021 il primo sustainability bond da € 1 mld

A gennaio 2021 TIM ha collocato il primo Sustainability Bond da € 1 mld, con scadenza a 8 anni, coupon a 1,625%

I proventi raccolti da TIM saranno utilizzati per iniziative di efficientamento energetico, transizione verso l’energia rinnovabile e sviluppo dell’economia circolare. Inoltre, per la prima volta in Italia, una Corporate investirà parte dei fondi raccolti in progetti con valenza sociale come previsto nel Sustainability Financing Framework pubblicato a dicembre 2020.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Analisi Tecnica Chiusura del gap-down a 24650 e ripresa della direzione ribassista del ga con una
Il rally è continuato, sui mercati la fiducia è tornata a livelli elevati, e quindi...le borse c
Sembra che qualcosa possa cambiare anche sul mercato obbligazionario. Prendo in esame ancora il
Ftse Mib. Dopo aver toccato quota 24.470 punti, che coincide con la parte finale del gap down di fi
Su Eurostoxx50 i future rimangono stabili ma si assiste a chiusure di call su strike atm ed aperture
Se vogliamo ragionare di tendenze credo ci sia poco da dire. La borsa e nella fattispecie Wall S
STAY TUNED! - Danilo DT (Clicca qui per ulteriori dettagli) Segui @intermarketblog Questo p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Le convinzioni religiose sono importanti meccanismi di guida dell’agire umano e, come tali, poss