Bike Sharing, costi a confronto. Ecco le offerte più convenienti in 8 città

Scritto il alle 11:47 da Redazione Finanza.com

Strada ancora in salita per il Bike Sharing, il servizio di noleggio biciclette in città. E’ ciò che emerge da una ricerca condotta da Altroconsumo, su costi e qualità nelle maggiori città italiane. In Italia questo servizio è sia pubblico che privato ed è elargito in due modalità: le bici si trovano in zone prestabilite inserite in rastrelliere in cui vanno riposizionate al termine della corsa oppure sono disponibili attraverso un sistema di free floating (la bici viene localizzata e sbloccata tramite app e la si può lasciare dove si vuole).

 

Prezzo? ToBike a Torino e Bicipa a Palermo i più convenienti

Per analizzare le tariffe dei maggiori operatori e scovare le più convenienti, Altroconsumo ha ipotizzato un uso del servizio per due volte a settimana per 10 minuti con un abbonamento annuale e un uso saltuario.

In generale, gli abbonamenti annuali sono i più convenienti. Secondo lo scenario ipotizzato, ToBike a Torino e BiciPa a Palermo sono le alternative più economiche (25€), mentre Jump by Uber a Roma la più cara. Per quanto riguarda l’uso saltuario, Mobike è il servizio più conveniente a Milano, Bologna e Firenze, con un costo di 2€. Tuttavia, la stessa piattaforma nella città di Genova risulta essere la più cara con una spesa di 6€.


Qualità? A Genova l’82% è insoddisfatto

Per quanto riguarda il giudizio sull’utilizzo del bike sharing in città, le opinioni raccolte non sono incoraggianti: solamente a Milano, Bologna e Firenze si supera la sufficienza. Verona la raggiunge a malapena, per Torino il giudizio è appena sotto la sufficienza mentre a Palermo, Roma e Genova si riscontra una forte insoddisfazione.

Le criticità emerse sono diverse ma la principale risulta la condizione in cui i ciclisti si trovano a pedalare: traffico, cattive condizioni del manto stradale, poche piste ciclabili, inquinamento.

La strada da percorrere è ancora lunga e il servizio di bike sharing potrà funzionare solamente se integrato in una strategia più ampia di mobilità sostenibile in città, ad esempio incrementando il numero di piste ciclabili e le zone a velocità limitata.

Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere r
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inf
Mentre a Francoforte si discute sul sesso degli angeli, sull'inflazione che sta per sparire come
Guest post: Trading Room #510. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura chiara ed evidente. La l
C'è davvero da mettersi le mani nei capelli a pensare che le sorti dell'America sono un mano a
Continua la tendenza rialzista dei mercati azionari ma occhio alla decorrelazione quanto mai normale