Mutui e Bce, che succede dopo la fine del QE?

Scritto il alle 09:44 da Redazione Finanza.com

La questione dei mutui, in particolare il rischio di un possibile aumento e inasprimento delle condizioni di finanziamento, torna alla ribalta nella settimana della Bce. Giovedì 13 dicembre la banca centrale europea terrà la sua ultima riunione del 2018. Un appuntamento cruciale per capire l’evolversi della politica monetaria nel 2019, dopo la fine del piano di Quantitative Easing (QE). L’acquisto di titoli di Stato da parte dell’istituto di Francoforte terminerà infatti proprio a dicembre, avviando la fase di normalizzazione anche in Europa (oltre che negli Usa).

 

Sebbene la stessa Bce abbia ribadito più volte che i tassi di interesse non saliranno prima dell’estate 2019, il percorso è comunque tracciato. E si sa che il ritocco dei tassi di riferimento spingerà al rialzo l’Euribor, con cui è indicizzata la maggior parte dei mutui, rendendo la rata più salata per i mutui a tasso variabile e per quelli che verranno stipulati in futuro.

 

Una inversione nella politica monetaria della Bce, e quindi un ritardo nell’innalzamento dei tassi di interesse di riferimento, non è però esclusa, considerato il rallentamento economico emerso di recente nell’Eurozona. Alla luce delle ultime indicazioni macro, la Bce potrebbe considerare anche l’opzione di lanciare nuove operazioni di TLTRO (Targeted long term rifinancing operation) a sostegno dell’economia. Si tratta di finanziamenti a tassi agevolati alle banche, per sostenere la liquidità e quindi i prestiti.

E allora, cosa aspettarsi sul fronte mutui nei prossimi mesi? Ecco un approfondimento su incognite e imprevisti (non solo rialzo dei tassi) che possono impattare sulla rata da pagare.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
L’unica grande certezza è che il futuro nessuno lo può prevedere. Ancor meno nel mondo della
Qualcosa si sta muovendo sia sui derivati del COT Report ma anche sui mercati. Torna a salire l'
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Negli Stati Uniti anche il mondo della finanza sembra prendere Bitcoin per la sua missione origi
Al via la seconda edizione di MIA-Miss In Action, il programma di accelerazione dedicato alle st
Ftse Mib: l'indice italiano apre stabile ma non riesce ad allontanarsi dai 23.500 punti. Una rottura
Guest post: Trading Room #340. Complice anche un contesto di mercato particolarmente positivo, Pia
E’ quanto sostiene il think thank Itinerari Previdenziali nel suo documento “ Osservatorio s
Analisi Tecnica Stiamo tirando il fiato. Non regge la halfway della long white ma regge al momento
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, anche l’ultima settimana di setup si è chiusa senza s