“Chi salverà la finanza”: l’etica non basta. Ecco le possibili soluzioni in un libro

Scritto il alle 15:57 da Redazione Finanza.com

Era il 15 settembre 2008 quando la banca d’investimento statunitense Lehman Brothers dichiarava fallimento aprendo una profonda crisi finanziaria che da Oltreoceano ha contagiato il resto del mondo con conseguenze visibili ancora oggi. A dieci anni di distanza da questo evento-simbolo è uscito il libro “Chi salverà la finanza”  (Egea 2018; 22 euro; epub 14,99 euro) a firma di Emilio Barucci, professore di Matematica Finanziaria presso il Politecnico di Milano. Un volume di 208 pagine per interrogarsi sull’eredità di quegli eventi, inclusa l’inefficacia dimostrata dalle istituzioni europee nel garantire la stabilità delle banche italiane nei casi di Mps, delle banche popolari e delle sofferenze bancarie, e capire se, chi e come si potrà “salvare la finanza”.

Il richiamo all’etica è forte ma non per giudicare se sia “giusto” che un amministratore delegato guadagni più di un cassiere di banca, ma per fare una riflessione su come sia possibile architettare una buona finanza. Questo è il punto che l’autore cerca di indagare, nella convinzione che un uso disinvolto di alcuni importanti capisaldi della teoria finanziaria, l’azione di lobbying dell’industria finanziaria e l’abbaglio/impotenza delle autorità di regolamentazione/politiche, abbiano finito per produrre una finanza mal costruita che non è stata capace di mantenere le promesse di essere utile alla società.

Il volume riflette sui meccanismi che stanno dietro quanto accaduto, con l’obiettivo non tanto di individuare i colpevoli quanto di comprendere le ragioni della crisi alla radice, di valutare l’eredità e di individuare possibili soluzioni. Tra queste non manca uno sguardo sulla “rivoluzione” del Fintech, sinonimo di democratizzazione e personalizzazione della finanza, due atout accattivanti dopo quello che è successo negli ultimi anni.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Settembre può essere il momento giusto per cercare e trovare un nuovo lavoro e dare slancio all
Ftse Mib: l'indice italiano apre in rialzo e si riporta sopra i 22.000 punti. I livelli da monitorar
Oggi poche novità, in quanto ieri c'è stata la solita riunione della Federal Reserve, dove tra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: operatori cauti in attesa delle decisioni del Presidente della Fed. I mercati scommettono
I fondi negoziali della previdenza complementare non sono a prestazione definita. Sono a prestazione
Tutti in attesa della risposta di Powell dopo il convinto sostegno espansivo fronte BCE di Dragh
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Nell'articolo di questa mattina siamo stati profeti, rischio di mancanza di liquidità sui merca
Continuiamo la nostra serie di articoli sugli errori che fanno alcune persone usando le criptovalu