AidCoin: la criptovaluta italiana della beneficenza supera la prova dell’Ico, raccolti 16 milioni di dollari

Scritto il alle 16:00 da Redazione Finanza.com

Nuovo obiettivo raggiunto per AidCoin, la “criptovaluta della beneficenza“, tutta italiana, ideata dai fondatori della piattaforma benefica CharityStars. Dopo il successo della pre-vendita, AidCoin ha superato anche la prova dell’Ico (Initial coin offering), raccogliendo complessivamente 16 milioni di dollari. Se nel mondo finanziario si parla, infatti, di Ipo (Initial public offering), in quello delle criptovalute c’è uno strumento simile, conosciuto appunto come Ico, con cui un’azienda offre al mercato dei token (l’unità di valuta), con il medesimo scopo di reperire capitali dell’Ipo. Ambizioso l’obiettivo: vendere i 14.333 Ether, dopo gli 8.333 già raggiunti a novembre durante la pre-sale.

E’ stata una grandissima sfida e siamo orgogliosi del risultato raggiunto”, ha commentato il fondatore Francesco Nazari Fusetti (nella foto). “La richiesta era di gran lunga superiore alla domanda e abbiamo addirittura dovuto rifiutare 6M di dollari da altri contributori che sono stati rimborsati. Crediamo che la tecnologia blockchain sia destinata a cambiare tantissimi settori della old economy e tra questi anche il settore del non-profit”.

Il cuore dell’iniziativa è tutto “made in Italy”. L’idea dei fondatori di CharityStars, la piattaforma che propone all’asta oggetti e incontri con personaggi famosi per beneficenza, è quella di applicare i vantaggi delle criptovalute e soprattutto della tecnologia blockchain per fini che ben si adattano alle esigenze di chi fa donazione benefiche, ovvero trasparenza e tracciabilità. Secondo gli ideatori, AidCoin permetterà a chiunque di seguire il flusso delle proprie donazioni all’interno della piattaforma creata ad hoc, Aidchain, in grado di interagire prossimamente anche con i dati delle onlus, rendendo così possibile conoscere anche la donazione più piccola.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Arrivano due tasselli importanti. Il voto che sancisce la fine dei dubbi sulla BREXIT e l'arrivo d
Ftse Mib: l’indice italiano è andato a testare nuovamente la trend line rialzista di breve period
Come da manuale ora abbiamo in un colpo solo tutto quello che l'antibiblioteca di Eco suggeriva,
"L’anno bellissimo"  preconizzato dal presidente del Consiglio n. 1 ( Preconizzare = annunciare s
Il Fomc doveva scorrere via liscio senza particolari novità. Ed in effetti non sono successe de
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
E’ meglio comprare un’auto nuova o noleggiarla a lungo termine è la domanda che si è posta Alt
Ftse Mib: l’indice italiano è andato a testare nuovamente la trend line rialzista di breve period
Non potevo trovare migliore vigneta per sintetizzare la riunione del FOMC della Federal Reserve
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u