Banca mondiale: prime obbligazioni per lo sviluppo sostenibile in yuan e rupia

Scritto il alle 12:28 da Redazione Finanza.com

La Banca mondiale ha resto noto di aver lanciato due nuove obbligazioni per lo sviluppo sostenibile denominate in renminbi cinese e in rupia indiana. Le obbligazioni sono quotate sul mercato EuroMOT di Borsa italiana con BNP Paribas in qualità di Liquidity Provider. Le obbligazioni, offerte agli investitori italiani retail, sono un’opportunità per avvicinare gli obiettivi finanziari di chi investe alla sostenibilità sociale e ambientale. E’ la prima volta che la Banca mondiale offre obbligazioni in queste due valute.

Il bond in renminbi offre una cedola fissa annuale del 2,5% in euro. Alla scadenza la Banca mondiale rimborserà agli investitori il 100% del capitale nominale investito in yuan (con pagamento a scadenza regolato in euro).

L’obbligazione in rupie corrisponde una cedola fissa annuale pari al 5,8% in euro e alla scadenza rimborsa il 100% del capitale nominale investito in rupie con pagamento regolato in euro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Forti ribassi, chiusura di posizioni e intensi aumenti di volatilità implicita hanno contraddistint
La settimana scorsa gli indici europei e in parte quelli americani sono collassati in un giorno
Credo sia giusto riprendere il discorso da dove lo avevamo lasciato, partendo proprio dalla slid
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
La ripartenza ciclica è una cosa nota. Spesso e volentieri si paragona la pandemia da Covid-19
Oggi è una giornata che rischia di diventare un vero “turning point”. Anche se il focus è
Indici azionari sotto pressione, volatilità implicite in aumento e deviazioni standard testate più
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Ribadisco quanto detto nel post precedente. La giornata di DOMANI rischia di essere determinante