Pensioni: Part time per chi ha 63 anni, come funziona

Scritto il alle 10:05 da Redazione Finanza.com

Tra le novità previste dalla Legge di Stabilità 2016 è inserita la possibilità di richiedere il part – time per chi è prossimo alla pensione. Una forma di agevolazione per i lavoratori che vogliono mettersi a riposo, almeno in parte, prima dell’età del pensionamento (66 anni e 7 mesi). La discussa legge Fornero, infatti, non prevede la possibilità di andare in pensione senza determinati requisiti ma, con il nuovo provvedimento, per alcuni casi si potrà continuare a lavorare in regime di part- time. Una soluzione che non comporta nessuna perdita dei contributi versati, ma solo un stipendio ridotto in proporzione. Vediamo ora nei dettagli chi realmente può accedere al beneficio e quando.

Le disposizioni saranno applicabili esclusivamente ai dipendenti delle aziende private a condizione che venga maturato il diritto alla pensione nei prossimi tre anni. Esclusi dal beneficio, dunque, i dipendenti pubblici e i lavoratori autonomi. Alla luce di queste misure per i lavoratori del settore privato sarà possibile richiedere il part – time a 63 anni e 7 mesi, anche se è doverosa una precisazione: il part – time non sarà un diritto ma potrà essere concesso solo dopo un accordo tra dipendente e azienda.

Una volta trovato l’accordo scritto tra le parti, il grosso vantaggio per il lavoratore è che, nonostante l’orario ridotto, il datore di lavoro verserà per intero i contributi come se il dipendente lavorasse a tempo pieno. La riduzione dell’orario di lavoro chiaramente comporterà una busta paga più leggera, ma per effetto del versamento dei contributi direttamente sullo stipendio il salario non subirà un drastico taglio. Il dipendente che usufruirà del part – time, nonostante i contributi previdenziali non saranno direttamente versati dall’azienda all’INPS, non perderà niente sulla sua futura pensione. Questo perché sarà il Governo a riconoscere al dipendente una contribuzione figurativa, esattamente pari a quella che sarebbe maturata con il lavoro full time. Le aziende, invece, con il part – time, dovendo pagare ai propri dipendenti stipendi più leggeri potrebbero essere spronate ad assumere altro personale, favorendo così il cambio generazionale.

Queste nuove misure previste dalla Legge di Stabilità 2016 dovrebbero rappresentare solo un piccolo anticipo rispetto alla riforma pensionistica che il Governo dovrebbe studiare in tempi non lontani. Infatti, per ora, è stata sì introdotta la norma sul part – time ma rimandata qualunque decisione sulla flessibilità in uscita. In ogni caso, per l’attuazione delle nuove norme bisognerà attendere l’emanazione del decreto ministeriale. Inoltre, come generalmente accade, è previsto un vincolo in base alle risorse annuali disponibili, il cui monitoraggio sarà di competenza dell’INPS. Questo significa che nel caso di mancanza di risorse, il beneficio dovrebbe slittare all’anno successivo. Il Governo ha dunque disposto nuovi provvedimenti in materia pensionistica, ora solo il tempo potrà dirci la reale efficacia della manovra.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Rimango sempre più convinto che il mercato sia stupido, che le aspettative razionali sono una d
Sulle opzioni Mibo scadenza luglio si assiste ad un aumento di contratti put a strike 24500 e contra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Dopo il poderoso rimbalzo di ieri andiamo a vedere dove stanno togliendo o mettendo rischio gli oper
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Un fine settimana davvero interessante quello della settimana scorsa, interessante ed entusiasma
Settimana contraddistinta da debolezza e ribassi delle quotazioni. Probabilmente le chiusure di fine
Analisi Tecnica Ha tenuto la resistenza a 25780 creando un trading range di breve con un supporto
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, è bastato il primo angolo dei tre menzionati nell’ult