Chi è Marinella Soldi, Ceo Discovery Channel

Scritto il alle 16:55 da Redazione Finanza.com

Marinella Soldi è amministratore delegato Italia e direttore generale di Discovery Networks Sud Europa, un’area che comprende ovviamente oltre alla penisola tricolore,  Francia, Spagna e Portogallo, un network televisivo con più di 30 milioni di abbonati.

Nata in Toscana il 4 novembre 1966, giorno coincidente con la tragica alluvione che sommerse Firenze, la Soldi si trasferì a soli 8 anni con i genitori a Londra, dove proseguì con gli studi, arrivando alla laurea nel 1989 alla London School of Economics e successivamente conseguì un master in Francia all’Insead di Fontainebleau.

L’ingresso nel mondo del lavoro la vide dapprima  assumere incarichi direzionali prima in McKinsey & Company come strategy consultant e successivamente in Mtv Networks Europe come senior vice president dello sviluppo strategico ed il successivo rientro nel paese natale come direttore generale di Mtv Italia, canale di cui ha curato le fasi di ristrutturazione e  rilancio.

Nel 2003, una prima svolta professionale la spinse verso la carriera di imprenditrice: dopo aver conseguito un diploma di Coaching, fondò la Soldi Coaching/Glitz, società con sedi a Milano e Treviso, occupandosi di consulenza strategica rivolgendosi ai mercati del settore technology e media. Impegno che nel marzo 2009 lascia per guidare le attività dell’Europa meridionale di Discovery Network.

L’importante crescita professionale ha attirato le attenzioni del premier Renzi in vista di una possibile candidatura per la Presidenza Rai, il cui consiglio di amministrazione scadrà formalmente il prossimo 12 luglio.

Soldi inoltre convocata nell’ottobre del 2014 per un’audizione alla Camera dei Deputati presso la Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni, espresse in maniera chiara le sue posizioni sul futuro della Rai. Per l’AD di Discovery l’emittente pubblica dovrebbe separare i business: da un lato il servizio pubblico e dall’altro la prospettiva puramente commerciale, in competizione con la tv privata. Più nel dettaglio, la proposta offerta dalla Rai dovrebbe passare attraverso la drastica riduzione del numero di canali, da 15 a 5 o 6 al massimo, con uno o due canali di servizio pubblico finanziati dal solo canone ed i restanti canali tematici finanziati solo con la pubblicità.

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Ci tocca essere onesti. Anche se il contesto storico è abbastanza complicato, mi aspettavo BEN poco
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Nei post precedenti ho messo in evidenza le peculiarità del mercato che abbiamo potuto notare n
Puntata speciale di Trading Floor con ospite Renato Decarolis, trader professionista e formatore. Ab
Cerchiamo di concentrarci su quello che sta accadendo nel settore finanziario perché tutto into
Prosegue la forte idiosincrasia fra i sottostanti europei e quelli americani con volatilità in aume
Credo che tutti avrete avuto modo di vedere la borsa cinese e tutte le aziende cinesi quotate a
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Prenotare un hotel, una crociera, comprare un biglietto aereo, perfino un volo nello spazio, usando
This time is different. Questo è il titolo di un celebre libro, più volte citato dall’autor