Roaming internazionale: abolizione dal 2017 decisa da UE

Scritto il alle 12:42 da Redazione Finanza.com

Dopo una riunione fiume di 12 ore, l’Unione Europea ha deciso di abolire il roaming internazionale nell’ambito dei paesi UE, ovvero il sovrapprezzo che le compagnie telefoniche applicavano ai loro clienti per l’utilizzo del cellulare all’estero. L’accordo, non ancora ratificato, prevede che entro il giugno 2017 i tanti viaggiatori che per motivi di turismo o di lavoro si muoveranno all’interno dei paesi dell’Unione Europea non vedranno modificare le tariffe.

Dopo tanti mesi di contrattazioni, di compromessi e di trattative, la decisione liberalizza la comunicazione all’interno dei Paesi dell’Unione Europea senza vincoli e senza blocchi.
Al momento la commissione, il parlamento e il consiglio europeo hanno trovato solo un accordo e il decreto legislativo è solo in formato di bozza, ma entro dicembre 2015 tutti gli operatori telefonici europei riceveranno il decreto ufficiale in cui sono contenute le norme e le decisioni dell’Europa in merito, in modo tale che possano essere prese le dovute decisioni da parte di tutte le compagnie.

L’Unione Europea, infatti, garantisce alle aziende un periodo di vacatio legis di 14 mesi: dal momento dell’attuazione del decreto, il 14 aprile del 2016, le compagnie telefoniche avranno 16 mesi di tempo per rendere effettive le tariffe per l’utilizzo del telefono cellulare anche oltre i confini territoriali nazionali, che dovranno essere necessariamente applicate entro e non oltre il 15 giugno 2017.
Dal 15 aprile 2016 le compagnie telefoniche sono invitate a ridurre gradualmente i costi del servizio di roaming fino alla completa, o quasi, abolizione entro il 15 giugno dell’anno successivo.
Da quel momento il roaming sarà ufficialmente solo un ricordo per tutti i cittadini e gli abitanti della comunità europea in possesso di una sim di un operatore locale.

C’è voluto del tempo prima di riuscire a mettere d’accordo tutte le parti sulla convenienza dell’abolizione del roaming internazionale o, per lo meno, per la riduzione dei suoi costi, oltre che per la realizzazione della net neutrality, ossia una rete neutrale per la connessione dati da parte degli utenti che utilizzino una qualsiasi sim europea in un qualsiasi Stato dell’Unione.
In base ai nuovi accordi raggiunti, infatti, gli operatori telefonici saranno obbligati a trattare il traffico dati senza nessuna distinzione: non ci dovranno essere discriminazioni, blocchi o interferenze e l’unica fattispecie che potrebbe giustificare un blocco sulle linee è un eventuale attacco informatico che potrebbe causare un pericolo per la sicurezza nazionale e internazionale.

C’è chi parla di abolizione del roaming e chi parla di riduzione dei costi per l’utilizzo dei servizi all’estero: le due formule non sono sovrapponibili ma sono entrambe veritiere, perché l’Unione Europea ha stabilito che le compagnie telefoniche avranno la facoltà di imporre un sovrapprezzo minimo sulla tariffa standard del cliente: massimo 5 centesimi di euro al minuto per le chiamate e per i megabyte internet e massimo 2 centesimi di euro per l’invio di ciascun sms di testo,
Queste sono le addizionali massime a cui può andare incontro un utente, sicuramente più vantaggiose rispetto a quelle attualmente in vigore.

Nella bozza di accordo approvato però, è stata inserita una clausola che pone un limite all’utilizzo delle sim in Europa: infatti, per evitare la concorrenza sleale tra le compagnie internazionali, l’abbattimento dei costi di roaming in Europa sarà valido per un periodo determinato di permanenza all’estero (non ancora stabilito), oltre il quale la compagnia ha il diritto di applicare l’extra-costo in rispetto di un “uso equo” del roaming.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Dopo un bel rimbalzo, secondo l'interpretazione del COT report, il mercato sembra preferire una
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Guest post: Trading Room #382. La resistenza della settimana scorsa non ha fermato la positività
Mentre gli algoritmi ogni lunedi festeggiano l'arrivo di un nuovo vaccino e i fessi si preparano
Mercati europei positivi in scia alle news positive sul vaccino. Ftse Mib: l'indice italiano orma
Aggiornamento dei posizionamenti monetari. Sulle Mibo grande aumento di put su strike decisamente
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il mercato obbligazionario rappresenta la parte “core” del portafoglio medio degli investito
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
Tracy [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy [Settimanale] (gg. 8)[Base Dati: 15 m