Auto e Disabili: quali le agevolazioni fiscali

Scritto il alle 06:20 da Redazione Finanza.com

Per un disabile l’auto può essere un importante mezzo: ecco cosa sapere prima dell’acquisto, quali spese si possono detrarre, le agevolazioni in materia di bollo e di trascrizione al PRA.

Le agevolazioni fiscali previste per i disabili che intendono acquistare un’auto sono diverse: vediamo i principi base, come è possibile fruirne e quali limiti sono previsti dall’attuale normativa.

Quali veicoli: le tipologie

Danno diritto ad agevolazioni fiscali al momento dell’acquisto le seguenti tipologie:

autovetture (*) Veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo nove posti, compreso quello del conducente
autoveicoli per il trasporto promiscuo (*) Veicoli aventi una massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 tonnellate (o a 4,5 tonnellate, se a trazione elettrica o a batteria), destinati al trasporto di cose o di persone e capaci di contenere al massimo nove posti, compreso quello del conducente
autoveicoli specifici (*) Veicoli destinati al trasporto di determinate cose o di persone per trasporti in particolari condizioni, caratterizzati dall’essere muniti permanentemente di speciali attrezzature relative a tale scopo
autocaravan (*) (1) Veicoli aventi una speciale carrozzeria ed attrezzati permanentemente per essere adibiti al trasporto e all’alloggio di 7 persone al massimo, compreso il conducente
motocarrozzette Veicoli a tre ruote destinati al trasporto di persone, capaci di contenere al massimo 4 posti, compreso quello del conducente, ed equipaggiati di idonea carrozzeria
motoveicoli per trasporto promiscuo Veicoli a tre ruote destinati al trasporto di persone e cose, capaci di contenere al massimo quattro posti, compreso quello del conducente
motoveicoli per trasporti specifici Veicoli a tre ruote destinati al trasporto di determinate cose o di persone in particolari condizioni e caratterizzati dall’essere muniti permanentemente di speciali attrezzature relative a tale scopo

(*) Per i non vedenti e i sordi i veicoli agevolati sono solo quelli con l’asterisco
(1) Per questi veicoli è possibile fruire soltanto della detrazione Irpef del 19%

Importante ricordare e sottolineare che non sono ammesse agevolazioni per l’acquisto di quadricicli leggeri, le cosiddette “minicar” che possono essere guidate senza patente.

Agevolazioni

Nel caso venga acquistato un’auto da parte di persone diversamente abili è possibile fruire in primo luogo della detrazione fiscale ai fini Irpef: in sostanza è possibile detrarre un importo pari al 19% del costo del veicolo, calcolata su una spesa massima di 18.075,99 euro. La detrazione è ammessa una sola volta nel corso di un quadriennio, decorrente dal momento dell’acquisto, per un solo veicolo. Solo qualora il veicolo venga cancellato al PRA in seguito a demolizione, allora è possibile usufruire ancora della detrazione nel periodo dei quattro anni.

Anche le spese di riparazione straordinaria sono detraibili, ma concorrono al limite dei 18mila euro nel quadriennio. Non sono invece detraibili le spese di ordinaria manutenzione (carburante, assicurazione, lubrificanti).

Beneficiari e limitazioni

Sono ammessi a beneficiare di queste agevolazioni fiscali le seguenti tipologie:

1) i disabili con handicap psichico o mentale purché soggetti titolari dell’indennità di accompagnamento;

2) i non udenti e i non vedenti;

3) i disabili con ridotte o impedite capacità motorie;

4) i soggetti affetti da pluriamputazioni o con limitazione della capacità di deambulazione grave.

Per non vedenti sono identificati i soggetti colpite da cecità assoluta o che hanno un residuo visivo non superiore a un decimo ad entrambi gli occhi con eventuale correzione. A tal proposito la legge n. 138/2001 agli articoli 2,3 e 4 specifica esattamente. La categoria dei sordi è ben definita dall’art. 1 della legge n. 68/1999 come coloro che sono state colpite da sordità alla nascita o prima dell’apprendimento della lingua parlata. La categoria 2) e 3) dei disabili sono coloro che hanno un grave handicap certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl di riferimento. Infine la categoria al punto 4) sono gli unici che possono usufruire dell’agevolazione solo nel caso di adattamento del veicolo per il suo utilizzo.

Agevolazione IVA

Anche per quanto riguarda l’IVA ci sono importanti vantaggi: viene applicata l’Iva agevolata al 4%, anziché al 22%, sull’acquisto di autovetture nuove o usate, purchè la cilindrata non sia superiore a 2000 cc se a benzina e 2800 cc se con motore diesel.
Stessa aliquota IVA se si effettuano acquisti per optional contestuali alla vettura, se si effettuano adattamenti al veicolo per renderlo fruibile dal disabile e alle cessioni di strumenti e accessori utilizzati per l’adattamento. Anche in questo caso l’agevolazione è ammessa una volta sola nel quadriennio, stavolta senza limiti di spesa.

Bollo: esenzione completa

Sempre rispettando i limiti di cilindrata indicata sopra, spetta al disabili o al famigliare a cui è intestata, l’esenzione completa dal bollo per ogni annualità.

Passaggio di proprietà: esenzione completa

I veicoli acquistati, anche usati, purché destinati al trasporto o alla guida di disabili, sono esentati dal pagamento dell’imposta di trascrizione al PRA. Fanno eccezione i veicoli dei non vedenti e dei sordi.

Ripartizione della detrazione fiscale

Per quanto riguarda dove indicare in fase di dichiarazione dei redditi,  occorrerà riportare nel rigo E4 del Modello 730 l’importo complessivo della spesa sostenuta e, nella casella, il numero 1 per indicare la volontà di voler beneficiare della prima rata, qualora  si intenda rateizzare la detrazione.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
In un momento dove ci troviamo con PIL al collasso ma utili di talune società alle stelle diventa
Ieri erano tutti con il nasino all'insù ad osservare il crollo del Pil americano, peccato c
Ftse Mib. L’indice ha digerito male l’esito dell’ultima riunione della Fed e il crollo del Pi
Contrasti. Viviamo in un mondo di profondi contrasti. Da una parte ci troviamo con mercati negat
Anche oggi, come ormai avviene da qualche giorno, le movimentazioni di contratti fra i mercati europ
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I motivi per sostenere il rally dell’oro sono molteplici. Il crollo dei tassi di interesse, la
Ftse Mib: proseguono le trimestrali italiane, mentre l'indice tricolore apre debole e tenta il brea
Ancora mercati con movimentazioni particolarmente sottili. Su Mibo e Dax ulteriori alleggerimenti d