Netflix in Italia: quando, come , i costi, la rivoluzione della TV?

Scritto il alle 16:38 da Redazione Finanza.com

Netflix arriverà in Italia a partire da ottobre, come annunciato dal Ceo Reed Hastings. La piattaforma tv sarà dunque disponibile anche nel nostro Paese, ad un prezzo che dovrebbe essere in linea con i listini dei mercati in cui è già presente (circa 8 euro mensili).

Netflix, società fondata negli Stati Uniti nel 1997 da Marc Randolph e dallo stesso Reed Hastings, propone in streaming un’ampia scelta di film, telefilm e show in alta definizione, ma anche in Ultra HD 4K (che sarà disponibile anche in Italia), su praticamente qualsiasi schermo (TV, smartphone, tablet, PC) connesso a Internet.
Notevoli i vantaggi per lo spettatore: oltre all’ampia scelta fra i titoli nel catalogo, l’utente può vedere il suo show senza interruzioni pubblicitarie, potendo mettere in pausa la visione e riprenderla al momento desiderato.
Tutti i contenuti saranno sia doppiati che sottotitolati, con la possibilità, per chi lo desidera, di fruirne anche in lingua originale.

Fra le serie tv che saranno inserite nel catalogo italiano, alcune realizzate proprio da Netflix, lo spettatore troverà Marvel’s Daredevil, Sense8, Bloodline, Grace and Frankie, Unbreakable Kimmy Schmidt e Marco Polo. Inoltre anche per i più piccoli vi sarà un’ampia scelta di programmi. Non vi sarà al momento nel catalogo House of Cards, la popolare serie tv politica che ha reso celebre la tv online negli Stati Uniti.

Nato originariamente negli USA come servizio di noleggio online, che prevedeva la possibilità della spedizione del DVD (o delle VHS) via posta, Netflix aggiunse nel 2007 quello online. Fu la vera svolta: con un abbonamento mensile flat (8 dollari), gli abbonati potevano gustarsi direttamente sulla tv di casa (o altro strumento multimediale), il programma scelto. Basta pensare che attualmente gli abbonati sono circa 40 milioni negli USA, a cui si aggiungono circa altri 20 milioni sparsi, fra Canada, Francia, UK, Germania, Paesi Nordici, America Latina (inclusa Cuba!), Australia e altri paesi. Contemporaneamente allo sbarco in Italia, Netflix sarà disponibile anche in Portogallo e Spagna, a cui presto dovrebbero aggiungersi anche Giappone e Cina, diventando così usufruibile in ben 50 paesi del Mondo.

In merito alla possibilità di trasmissione live di eventi sportivi, già nel 2014 il management americano rifiutò la proposta di trasmettere la NHL, il campionato americano di hockey su ghiaccio, in quanto nel quartier generale di Los Gatos, nei pressi di San Josè, California, non sono al momento interessati alla trasmissione live, ritenendola poco adatta allo stile on-demand.

Fra gli esperti di media e tv già si parla di vera e propria rivoluzione per la cultura televisiva dello spettatore Made in Italy, che il video on demand cambi radicalmente il concetto di tv come lo intendiamo oggi? Basterà aspettare dopo l’estate l’ingresso ufficiale nel mondo televisivo italiano.

Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Come vedremo nel fine settimana insieme al nostro Machiavelli, le ultime minute hanno rivelato c
Guest post: Trading Room #512. Il grafico FTSEMIB weekly ha raggiunto vette importanti ma anche un
La trimestrale di NVIDIA stupisce i mercati e il rally continua. Ma allo stesso tempo, il mercato ob
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobi
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere r
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inf