Expo 2015: il padiglione Emirati Arabi Uniti

Scritto il alle 23:55 da Redazione Finanza.com
Il padiglione Emirati Arabi Uniti visto dall’alto

Il padiglione degli Emirati Arabi Uniti è stato svelato con una diretta streaming all’interno del sito “expo2015uea.org”. Il progetto, avviato poco più di un anno fa, è stato presentato nel corso della diretta streaming che ha visto coinvolte Abu Dhabi, Londra e Milano e visibile in più di trenta Paesi.

La web conference ha visto come protagonisti gli architetti che fanno parte dello studio “Norman Foster + Partners” e Salem Al Ameri, il commissario generale che si occupa del padiglione degli Emirati Arabi Uniti, i quali hanno presentato al mondo come sarà lo spazio espositivo dedicato. Al suo interno la struttura mostrerà la storia di questa parte del mondo, fra presentazioni culinarie e degustazioni, realtà aumentate, esperienze interattive e soluzioni high-tech.

L’aspetto che sarà trattato con maggiore attenzione dal padiglione degli Emirati è il rapporto stretto che intercorre fra cibo, acqua ed energia e partendo da tale analisi è stato ideato il nome del padiglione, “Food For Tought”, che può essere tradotto con cibo per il pensiero, ovvero per la mente.
Una volta concluso l’Expo 2015, il padiglione verrà smantellato e trasferito ad Abu Dhabi, dove sarà poi ricostruito; per tale ragione la struttura è stata progettata tenendo conto sia delle condizioni climatiche di Milano sia di Abu Dhabi, come ha spiegato nel corso della conferenza di presentazione il direttore del progetto, l’architetto Gerard Evenden.

La fase di progettazione, dunque, è stata vissuta come una sorta di sfida a livello architettonico che aveva come obiettivo la creazione di un edificio ma anche l’allestimento di uno spazio il cui interno fosse parte integrante del tema del padiglione e della storia degli Emirati Arabi. Perciò lo spazio espositivo mostrerà anche gli sforzi che sono stati compiuti dal paese arabo per raggiungere soluzioni che fossero sostenibili. Saranno visibili, quindi, rimandi ai paesaggi naturali caratteristici e alle progettazioni moderne, ma non mancheranno pure esempi di architettura locale. A caratterizzare il padiglione è un giardino collocato sul tetto, che insieme ad altre soluzioni garantirà alla struttura un adeguato apporto di energia pulita. A livello puramente estetico, il padiglione degli Emirati Arabi richiama le dune sabbiose del deserto.

Uno dei temi principali trattati dal padiglione riguarda il problema del sovraffollamento in relazione alle difficoltà di approvvigionamento a livello alimentare ed energetico e l’approccio con il quale il Paese sta cercando di affrontare tali problematiche. Nell’arco degli ultimi quarant’anni, infatti, gli Emirati Arabi sono cresciuti molto velocemente, basti pensare che nel 1971 la popolazione non raggiungeva i 230 mila abitanti, mentre oggi sono all’incirca nove milioni.

Uno sviluppo impressionante che è diventato inevitabilmente una delicata sfida per il Paese, il quale ha risposto ideando soluzioni che verranno illustrate ai visitatori durante l’Expo e che potrebbero rivelarsi utili anche per altri Stati che si trovano in situazioni simili. Si avrà l’opportunità di scoprire, inoltre, quali sono i progetti che gli Emirati stanno preparando in vista dell’Expo del 2020 che si terrà a Dubai, attraverso una serie di seminari, eventi e mostre che vedono coinvolti gli opinion leader di spicco, le organizzazioni e le aziende più all’avanguardia del Paese.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La notizia delle nevicate delle ultime ore che sta interessando le Dolomiti, potrebbe avere ricordat
Sui mercati finanziari la parola d'ordine è conoscenza. “Solo grazie alla conoscenza è possibile
“Solo grazie alla conoscenza è possibile assorbire gli urti del mercato senza cedere alla paura,
Signori manca poco. Tra qualche giorno arriverà la più grande IPO della storia, quella di Saud
Ftse Mib: l'indice italiano oggi subisce prese di beneficio dopo le parole di Trump di ieri sera. La
Analisi Fondamentale L'ultimo periodo è stato ricco di novità per la banca guidata da Jean Pier
La liquidazione dei dipendenti pubblici, il TFS (trattamento di fine servizio), viene pagata in temp
Mentre il principale indice tedesco tenta di aggiornare il massimi storici mentre la Germania è
Stiamo ai fatti e il resto releghiamolo a “discorsi da bar”. Come sapete, negli USA è temp