GoPro: L’incredibile storia di successo di Nick Woodman; Ceo e ideatore

Scritto il alle 14:30 da Redazione Finanza.com

Nick Woodman è uno dei cosiddetti paperoni della Silicon Valley. Nato nella contea di Santa Clara, il 24 giugno del 1975, la sua grande notorietà è dovuta a GoPro, l’azienda da lui fondata e di cui è CEO. Azienda che è a sua volta famosa per la telecamera, la GoPro appunto, piccola ed economica (bastano circa duecentocinquanta euro per portarla a casa) la quale consente riprese estremamente definite in ogni situazione. Sono moltissimi coloro che la usano negli sport estremi, in acqua oppure ad alta quota, confidando nella qualità delle immagini rese possibili dalla stabilità che assicura attaccandosi ad ogni superficie in movimento.

Rispetto ai suoi omologhi della Silicon Valley, però, Nick Woodman può vantare un dinamismo del tutto sconosciuto a persone che sono solite trascorrere gran parte della loro vita in azienda, magari di fronte ad un personal computer. Lui invece è un vero sportivo, spesso a caccia di sensazioni forti in discipline come il surf, il ciclismo, il motociclismo o l’automobilismo.

Una intuizione, quella della GoPro che è arrivata dopo il fallimento della sua prima puntata nel mondo dell’imprenditoria, la quale lo ha visto alla guida di una società di marketing online proprio nel bel mezzo della bolla di Internet che ha salutato il nuovo millennio. Con lo scoppio della bolla, anche la sua società ha fatto la stessa fine, spingendolo a trasferirsi in prima in Australia e poi in Indonesia, con lo scopo di trovare l’idea giusta per riprovarci. Proprio nel corso di questi viaggi ha trovato l’idea che cercava, osservando i suoi colleghi surfisti intenti a cercare di riprendere le loro esibizioni con telecamere che finivano inevitabilmente distrutte, in mancanza di supporti in grado di sorreggerle adeguatamente. Da quel momento ha cominciato a pensare alla possibilità di ovviare a questo problema e alla fine ci è riuscito.

Per iniziare la strada verso la fortuna, serviva però un capitale iniziale, avendo deciso immediatamente di scartare l’ipotesi di soci esterni. Un capitale arrivato dalla vendita di seicento cinture di conchiglie acquistate a poco meno di due dollari e rivendute poi in patria a sessanta dollari l’una, in collaborazione con la moglie.

Un coraggio premiato da risultati copiosi, se si pensa che la sua telecamera è riuscita a collezionare oltre tre milioni di pezzi venduti in un triennio, portando la società da lui fondata e guidata ad una valutazione di 2,25 miliardi di dollari. Un risultato record raggiunto anche grazie a Foxconn, l’azienda taiwanese che produce gli iPhone, la quale ha provveduto ad acquistarne il nove per cento.

A rendere possibile il sogno di Woodman è stata anche la community che si è raccolta intorno a GoPro, facendone non solo un prodotto di hardware, ma anche una vera e propria filosofia di vita. Gli appassionati, infatti, non si limitano a produrre i filmati, ma li scaricano sul canale YouTube che GoPro detiene online, il quale raccoglie oltre mezzo milione di adepti, con visualizzazioni che hanno già varcato la bella cifra di duecento milioni.

Tutto ciò permette quindi all’imprenditore californiano di guadagnare anche dai contenuti, con l’ulteriore vantaggio della pubblicità gratuita che ne ricava. Una piccola rivincita sullo smacco patito in occasione della sua prima escursione nel mondo degli affari, quando proprio il marketing lo aveva deluso.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Stoxx Giornaliero Buongiorno a tutti, Stoxx che come da copione rispetta il vincolo ribassist
DJI Giornaliero Buona domenica e buon anno a tutti, anche con Il Dow Jones ricominciamo il n
Se guardiamo il trend dei mercati azionari, è chiarissimo il fatto che le borse, al momento, cont
Mentre i nostri tesorucci ieri hanno dato un segnale di possibile svolta al mercato con i rendim
Ftse Mib: l'indice italiano rimbalza sulla trend line rialzista e si riporta sui 24.000 punti. I liv
Vediamo nel video come gli operatori si stanno muovendo per le scadenze Opzioni Febbraio e Marzo
In questi ultimi anni abbiamo assistito, in più di qualche occasione, che qualche Stato abbia p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
In scadenza il 28 febbraio prossimo la Call for Ideas promossa da Vittoria hub, il primo incubatore
Ftse Mib: al termine della scorsa settimana l’indice italiano ha raggiunto un nuovo massimo annuo