Banche: Wells Fargo è la più grande al mondo. E in Italia?

Scritto il alle 11:41 da Redazione Finanza.com

Sono le banche americane quelle più conosciute e grandi al mondo, ma presto potrebbero perdere il loro primato a favore di quelle cinesi. E’ ciò che emerge scorrendo la classifica Brand Finance Banking 500, realizzata dalla società di consulenza leader nella valutazione dei marchi Brand Finance.

A livello globale vince Wells Fargo
Tra le banche, Wells Fargo continua ad essere il marchio con maggiore valore al mondo pari a 34,9 miliardi di dollari e con una crescita del 15% rispetto all’anno precedente. Altre banche statunitensi, Citi e Chase, hanno registrato una crescita del valore del marchio di tutto rispetto (entrambe +7%), mentre altre, come Bank of America (-4%), Goldman Sachs (-7%) e JP Morgan (-15%) hanno mostrato un calo.
Tuttavia i colossi della finanza di Wall Street potrebbero essere presto superati dai marchi cinesi. ICBC è passata dal 6° al 2° posto in classifica superando HSBC che adesso è terza a livello mondiale; dall’altro China Construction Bank, che ha già superato HSBC in termini di capitalizzazione, ha visto il proprio marchio crescere del 39% superando Citi, BoA e Chase. Infine Bank of China e Agricultural Bank of China hanno spinto la spagnola Santander in fondo alla top ten.

In Italia vince Unicredit
E’ Unicredit il brand numero 1 delle banche Italiane, anche se quest’anno è uno maggiori perdenti a livello mondiale: il valore di questo marchio è infatti sceso a 5,4 miliardi di dollari (circa 4,45 miliardi di euro) perdendo il 18%. I ricavi di Unicredit sono crollati davanti alle sfide macroeconomiche che hanno intaccato la fiducia dei consumatori e hanno danneggiato i marchi delle banche di tutta Europa.
Banca Popolare di Vicenza è invece la banca italiana che nel 2014 ha avuto il brand più performante. Il valore di questo marchio è pari 267 milioni di dollari ed è aumentato del 42% passando dal 458° al 380° posto nella classifica internazionale di quest’anno. Altre due grandi banche italiane Intesa Sanpaolo e Banco Popolare hanno avuto una piccola crescita del valore del proprio marchio, rispettivamente pari al 3% e al 2%.

I brand delle banche italiane hanno perso complessivamente il 5% del proprio valore. Nell’ultimo anno i marchi delle banche europee sono stati in difficoltà a causa del persistere delle fragili condizioni economiche e dell’incertezza dominante. Infatti, il valore totale dei marchi delle banche spagnole è calato del 2%, il valore delle banche del Regno Unito è calato del 3%, in Germania il calo è stato del 6% e in Francia del 19%.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I nonni sono da sempre la colonna portante di molte famiglie, fonte di un welfare spesso irrinun
Si conferma il quadro da "correzione politica", con un COT Report che mette in evidenza ancora g
  Sabato mattina bitcoin segnava un +5% sulle ultime 24 ore. Pur seguendo in modo margin
Ftse Mib: l’indice italiano cerca di superare con poca convinzione area 20.500 punti, dove passa a
Visto che mancano pochi giorni alle scadenze di future ed opzioni andiamo a vedere in quali aree di
Guest post: Trading Room #325. Buono il rimbalzo, il grafico FTSEMIB torna ad essere positivo anch
Al «Welfare Day 2019» tenutosi all'Eur  Roma il 13 giugno 2019,  è stato presentato il IX Rappo
Inizia una delle settimane più importanti degli ultimi cinque anni, mercoledì la Federal Reser
Analisi Tecnica L'area 20300/20500 ha creato qualche leggero fastidio al rialzo ma alla fine il n