Facebook: novità inaspettata, si punta sul nuovo Facebook Places

Scritto il alle 10:45 da Redazione Finanza.com

Mark Zuckerberg e il suo entourage di sviluppatori riorganizzano radicalmente Facebook Places, forse una delle funzionalità offerte dal social network meno note agli iscritti, ma non per questo meno utile delle altre. Grazie a Places, infatti, è possibile avere informazioni dettagliate su una determinata località, a cominciare dalle attrazioni turistiche da visitare (monumenti storici, musei, mostre d’arte, e così via), passando per i ristoranti dove si mangia meglio (senza dover pagare un occhio della testa), fino alle attività che vale la pena svolgere e per la quale è famoso il luogo di nostro interesse.

Il nuovo Facebook Places è già disponibile da qualche giorno, per accedervi è sufficiente cliccare nella barra di ricerca messa a disposizione dal social network il nome della città di cui vogliamo avere informazioni. Per ogni città, inoltre, è possibile consultare i relativi dati aggiornati, suddivisi in varie tipologie, tra cui alberghi, cinema, teatri, pub, pizzerie, monumenti e musei. Per ciascuna di esse è disponibile una scheda con immagini, indirizzi, orari e altre informazioni di natura logistica.

Un’altra caratteristica peculiare di Places è la presenza delle recensioni, scritte dagli utenti stessi, che descrivono il luogo in cui sono stati, condividendo così l’esperienza vissuta e raccontando pregi, difetti e altri aneddoti legati alla località in cui hanno soggiornato. Ovviamente sarà possibile inserire anche le proprie recensioni, grazie a un’interfaccia intuitiva e amichevole che renderà l’interazione e lo scambio di informazioni (accurate e attendibili) con gli altri semplice e gradevole.

Si tratta sicuramente di un’applicazione che suscita molta parecchia curiosità tra gli addetti ai lavori (e non solo), che a questo punto si staranno chiedendo dove voglia andare a parare Zuckerberg con quest’ultima applicazione. Infatti non si può fare a meno di notare che Places sia molto simile a TripAdvisor, principale punto di riferimento per viaggiatori, turisti o semplici vacanzieri in procinto di partire. A quanto pare, quindi, Facebook ha deciso di espandere ulteriormente il proprio core-business e di lanciare il suo guanto di sfida nientemeno che a TripAdvisor, mostrando così interesse a un settore sui cui finora non aveva investito molte risorse.

Non è escluso che, in un futuro neanche troppo lontano, Facebook decida di scorporare Places dall’applicazione principale per crearne una apposita, sulla falsariga di quanto accaduto in passato con Messenger, il servizio che consente di comunicare con gli amici di Facebook, anche tramite le chiamate. Di certo, un’app simile creata e sviluppata dal team di Facebook avrebbe un impatto non indifferente sulla concorrenza, la quale metterebbe in seria difficoltà un serio rivale come TripAdvisor e scoraggerebbe altri a proporre app alternative, data l’enorme visibilità su cui Places potrebbe contare fin da subito grazie al peso del nome e marchio Facebook.

Sarà molto interessante seguire gli sviluppi futuri di questa vicenda, che potrebbe cambiare non poco il modo di visitare le città del mondo. Del resto Zuckerberg ha già letteralmente rivoluzionato il modo in cui le persone comunicano tra loro, non ci sarebbe nulla da stupirsi se riuscisse anche in quest’ultima impresa.

Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
La trimestrale di NVIDIA stupisce i mercati e il rally continua. Ma allo stesso tempo, il mercato ob
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobi
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere r
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inf
Mentre a Francoforte si discute sul sesso degli angeli, sull'inflazione che sta per sparire come
Guest post: Trading Room #510. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura chiara ed evidente. La l