KFC Italia: Ufficiale, arriva in Italia il pollo di Kentucky Fried Chicken

Scritto il alle 10:20 da Redazione Finanza.com

L’Italia sta per essere invasa dal profumo di pollo fritto di KFC, acronimo che sta ad indicare il Kentucky Fried Chicken, la catena statunitense di fast food che vende esclusivamente pollo, cucinato in tutti i modi. Giusto per dare qualche numero, è stato calcolato che nel 2013 in media circa 8mila persone al giorno hanno transitato all’interno di uno dei 13mila punti vendita disseminati in tutto il mondo. Un fatturato di tutto rispetto che ora pare intenzionato ad incrementarsi ancora di più grazie al mercato italiano.

Già da tempo si vociferava di un’apertura in Italia del colosso americano del pollo, soprattutto dopo che per anni tantissimi nostri connazionali avevano potuto apprezzarne la ricetta segreta – un miscuglio mai rivelato a nessuno composto da undici fra erbe e aromi – in giro per il mondo. E l’attesa sembra finalmente conclusa visto che a giorni aprirà il primo punto vendita nostrano.

Il luogo dell’inaugurazione è ancora top secret perchè dai vertici dell’azienda non hanno voluto rovinare la sorpresa ma la pagina Facebook italiana di KFC non lascia spazio ai dubbi sull’imminenza dell’evento. Fra le località più papabili ci sono naturalmente Roma e Torino, soprattutto perché sulle pagine ufficiali dei social network sono comparse diverse foto della città della Mole Antonelliana. Nessuna conferma ufficiale, però, è arrivata e dall’ufficio stampa del fast food del Colonello Sanders – l’omino raffigurato sulle scatole di cartone nelle quali viene venduto il pollo che è poi l’inventore della catena nel lontano ‘800 – insistono nel dire che in realtà l’apertura non sarà solo una ma piuttosto diverse, per conquistare completamente il mercato italiano. L’unica notizia certa è che non dovrebbe essere Milano la prima città ad ospitare un punto KFC in quanto nella città meneghina l’apertura non è prevista prima del 2015 (probabilmente insieme a Napoli e Venezia). 

In realtà, però, la catena non è del tutto nuova in Italia. Negli anni Sessanta, infatti, fu aperto un punto vendita della catena proprio a Napoli – da sempre sede di una delle più grandi basi Nato e per questo forse più propensa ad apprezzare il tipico cibo americano – ma non ebbe molto successo e solo un paio di anni più tardi chiuse i battenti, forse annientato dalla concorrenza della più amata pizza. Attualmente in Italia gli unici due punti vendita sono presenti nella base Nato di Sigonella, in Sicilia, e in quella di Gricignano, in provincia di Caserta. 

Non resta, dunque, che aspettare venerdì 21 Novembre per poter assaggiare – chi lo sa con quale sfondo di città italiana a fare da scena – il pollo fritto più famoso del mondo. L’attesa cresce e ne è termometro la pagina Fb ufficiale che ha raggiunto in poche ore quasi novemila fans

Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Ovviamente questa analisi lascia il tempo che trova, visto che sarà assolutamente casuale quant
Come è normale che sia, oggi tutti i giornali aprono con titoloni che riportano la crisi Evergr
Tutti gli indici mondiali hanno chiuso nettamente al ribasso con perdite diffuse di circa due punti
Ieri ho postato un grafico che era a corredo di un ragionamento che si incentrava soprattutto su
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Cambia la situazione del COT Report della CFTC (Commodity Futures Trading Commission). Si inizia
Torna la volatilità sui mercati. Un quadro che è assolutamente normale all’interno delle din
Un'estate magica, un'estate tutta italiana, calcio, olimpiadi, ciclismo, ma sopratutto pallavolo
Ftse Mib. Dopo aver toccato il 13 agosto il massimo di periodo a 26.687 punti, l’indice italiano
Guest post: Trading Room #412. La situazione tecnica del nostro grafico FTSEMIB si complica ma non