Facebook: arriva un app per messaggi anonimi

Scritto il alle 10:30 da Redazione Finanza.com

La notizia pubblicata da The New York Times, sembra destinata a sollevare ampie discussioni. Facebook starebbe infatti per rilasciare una nuova applicazione che fornirebbe agli utenti l’opportunità di interagire conservando il proprio anonimato. La nuova applicazione mobile stand-alone destinata ad allargare ancora di più l’ecosistema Facebook è già stata indicata da molti addetti ai lavori come una svolta epocale. Il motivo di questo giudizio risiede proprio nel mutamento di approccio da parte del social network più utilizzato al mondo, che porterebbe ad una eliminazione di identità immaginarie o nickname di fantasia in favore di un modello tale da assomigliar molto a quello di Secret.ly. Modello che permetterebbe di mantenere la propria identità celandola però dietro un rigoroso anonimato. 

L’applicazione sarebbe ormai entrata nella fase di sviluppo decisiva e sembra una ulteriore risposta da parte di Mark Zuckerberg alla sempre più pressante esigenza di privacy che rappresenta ormai un chiodo fisso per milioni di utenti di Facebook. Tanto da rendere complicato anche per il social network guadagnare la completa fiducia di chi vorrebbe interagire con gli altri mantenendo però segreta la propria identità, senza dover temere sgradite sorprese. 

A portare avanti il progetto sarebbe stato un gruppo di lavoro coordinato da Josh Miller, il numero uno di Branch, la start-up inglobata da Zuckerberg pochi mesi fa e nota per i lavori portati avanti nell’ambito delle comunità verticali e delle conversazioni online.
Ancora non è chiaro come l’applicazione dovrebbe integrarsi con Facebook, ma in base alle prime indiscrezioni trapelate il procedimento standard dovrebbe vedere gli utenti iscriversi con i propri dati personali reali usufruendo di un regime di anonimato. Una garanzia che sarebbe però sottoposta a limiti ben precisi: qualora essi approfittasero della possibilità offerta dal social network, magari inviando materiale per fini non leciti (stalking, terrorismo o altro), questo potrebbe provvedere alla immediata denuncia alle autorità di polizia.

La notizia diffusa da The New York Times suona come una ulteriore conferma di quanto affermato recentemente dal Chief Product Officer del social network, Chris Cox, il quale aveva ricordato come la vera peculiarità di Facebook e il motivo della sua estrema popolarità e diffusione fosse proprio la capacità di distinguersi rispetto a servizi analoghi. 
Una diversità fondata proprio sul fatto di aver puntato su interazioni basate non più su identità fittizie, ma su persone reali in grado di non nascondersi dietro pseudonimi o altri espedienti tali da sembrare quasi un tentativo di occultamento della realtà.
L’arrivo ormai imminente della nuova app coincide con un periodo di grande effervescenza in casa Facebook. Va infatti ricordato come proprio di recente sia arrivata la nuova funzionalità Slingshot, con la quale diventa possibile spedire allegati, mentre Facebook Messenger è ormai pronto al varo di un sistema che consentirà l’invio di denaro tra utenti. Inoltre sarebbe allo studio una funzionalità dedicata alla salute, che consentirebbe agli utenti di monitorarla in continuazione. Novità molto attese da milioni di persone in ogni parte del globo.

Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobi
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere r
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inf
Mentre a Francoforte si discute sul sesso degli angeli, sull'inflazione che sta per sparire come
Guest post: Trading Room #510. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura chiara ed evidente. La l
C'è davvero da mettersi le mani nei capelli a pensare che le sorti dell'America sono un mano a