Massimo Ferrero: l’uomo del momento, ma chi è?

Scritto il alle 12:30 da Redazione Finanza.com

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria dal passato 12 giugno, è un celebre imprenditore del settore cinematografico, divenuto rapidamente noto anche nel mondo del calcio per i suoi atteggiamenti anticonformisti ed eccentrici.

E’ sicuramente l’uomo del momento e si legge il suo nome su tutti i media in questi giorni, ma chi è?

Massimo Ferrero ha acquistato la Sampdoria dalla famiglia Garrone nel giugno del 2014, a titolo completamente gratuito. 
Acquisendo la storica società genovese, Ferrero ha accettato di farsi carico dei passivi dei blucerchiati, pari a circa quindici milioni di euro.

Sin dalla prima conferenza stampa come presidente dei Doriani, Massimo Ferrero si è fatto notare per i suoi toni anticonformisti e per le battute goliardiche e provocatorie
L’imprenditore ha ribadito la sua amicizia con Aurelio De Laurentis e Claudio Lotito, patron rispettivamente di Napoli e Lazio, smorzando ironicamente le polemiche con il rivale Preziosi, presidente del Genoa. Intervistato dai giornalisti e interpellato sulla sua opinione del numero uno rossoblu – che aveva criticato ripetutamente Ferrero – il presidente blucerchiato ha risposto che probabilmente Preziosi è innamorato visto che pensa a lui ogni giorno. Il presidente doriano, al contrario, ‘ha ben altro a cui pensare durante le sue giornate’ e penserà a Preziosi solamente nel giorno del derby. 

Proprio il derby, vinto dalla Sampdoria per 1-0 grazie ad una rete di Manolo Gabbiadini al 30′ della ripresa ha provocato l’esultanza incontenibile di Ferrero.
Il patron blucerchiato, dopo aver gioito sugli spalti in seguito alla rete dei suoi, al fischio finale dell’arbitro ha immediatamente lasciato la tribuna d’onore del Ferraris per correre in campo assieme ai suoi giocatori ed esultare con loro sotto la curva. Le immagini di Ferrero, spettinato e scomposto, che salta sotto la curva blucerchiata intonando cori con gli ultras ha fatto rapidamente il giro del mondo.

La sua storia

Ferrero è nato a Roma, nel quartiere di Testaccio, il 5 agosto del 1951, in seno ad una famiglia di origini modeste: suo padre lavorava per l’ATAC come controllore, la madre era un’ambulante al mercato dell’Esquilino.
Diciottenne, Massimo Ferrero ha iniziato la sua carriera nel mondo dello spettacolo, iniziando dai gradini più bassi: inizialmente impiegato come tuttofare ed autista, divenne direttore di produzione nel 1974, convertendosi in produttore esecutivo nel 1984. 

Calcisticamente parlando, il background di Ferrero è completamente romanista: proprio basandosi sulla simpatia giallorossa dell’attuale numero uno della Sampdoria i tifosi del Genoa hanno preparato la loro coreografia prima del derby della Lanterna.
Dopo oltre quarant’anni nel mondo cinematografico, Massimo Ferrero è attualmente proprietario di una sessantina di sale, tra cui il celebre cinema ‘Adriano’ di Roma.
Per quel che riguarda i film prodotti, Ferrero conta con oltre cinquanta titoli, in gran parte film erotici e commedie. Ferrero conta con una lunga collaborazione con il regista Tinto Brass
Tra i titoli più famosi prodotti, “La tragedia di un uomo ridicolo” (regia di Bernardo Bertolucci) e “Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno” (regia di Mario Monicelli).
L’apice della popolarità di Ferrero si ebbe nel corso degli anni Novanta.
Nel passato, Massimo Ferrero ha anche cercato di sfondare nel mondo dell’aviazione. Dopo aver acquisito la “Livingston Energy Flight” nel 2009, è stato costretto a sospendere l’attività a causa del fallimento della compagnia nell’ottobre dell’anno successivo.
Il fallimento, imputato alla crisi finanziaria, causò l’incriminazione di Ferrero per bancarotta fraudolenta e portò alla sua condanna in primo grado.

Insomma un uomo e un personaggio che sta spopolando per gli atteggiamenti e per il buon lavoro fatto finora in campo calcistico. Vedremo se, come accusa qualcuno, si tratta solo di un buon attore o di un personaggio destinato a far discutere con costanza di sé.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Tutti con l’attenzione rivolta al differenziale di rendimento 10y-2y. Altri invece preferiscon
Un weekend all'insegna del plastic free con centinaia di eventi previsti in tutta Italia, dalla
America first again. A qualunque costo, con qualunque mezzo. E noi siamo più grandi e potenti
Ftse Mib: l'indice italiano è riuscito a superare il ritracciamento di Fibonacci del 38,2% a 20.471
Fra il rapporto annuale sullo Stato Sociale fatto dall’Università la Sapienza il 29 maggio scorso
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Malgrado tutte le tensioni sull’Italia, una cosa la dobbiamo dire. Il BTP ci sta sorprendendo.
Ftse Mib: l'indice italiano riprova a infrangere l'area dei 20.500 punti, per mettere nel mirino i 2
In settimana, il buon Donald è tornato a farsi vivo, in molti non lo hanno notato, il mercato p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u