Contratto a tempo: lo stipendio dei manager può salire fino al 10%

Scritto il alle 10:30 da Redazione Finanza.com

Nel mondo del lavoro si è davanti a una svolta decisiva: secondo uno studio dell’osservatorio Michael Page, specializzato nel reclutamento personale specializzato, le aziende che si rivolgono alle agenzie interinali preferiscono assumere i manager a tempo determinato.
La richiesta nel settore manageriale, infatti, si sta concentrando su posizioni a termine con contratti di durata medio-breve, da 4 a 36 mesi, che però prevedono un sostanzioso incremento salariale tra il 10 e il 15%.

Secondo l’osservatorio di Michael Page, inoltre, le aziende stanno dando più importanza all’esperienza maturata negli anni precedenti, che diventa un requisito fondamentale nella valutazione del profilo professionale per l’assunzione.

La tendenza è stata rilevata tra il 2013 e il 2014 e la richiesta si è concentrata specificatamente sui profili con una comprovata esperienza lavorativa precedente nelle medesime mansioni. Andando ad analizzare più a fondo le richieste pervenute alle società di lavoro interinali, si scopre che oltre il 65% delle richieste per figure professionali nel settore manageriale sono richieste per un impiego a termine non superiore ai 12 mesi, generalmente dai 4 mesi a un anno, e solo il 14% delle richieste di personale per l’assunzione prevede un contratto che superi i 12 mesi.
Tra i manager che, attualmente, hanno visto aumentare le loro quotazioni nel mondo lavorativo, ci sono i responsabili finanziari e quelli del settore export e logistico.

Tuttavia, una nuova condizione che a prima valutazione potrebbe sembrare penalizzante, si scopre invece particolarmente utile e stimolante per i lavoratori altamente specializzati che lavorano nel campo manageriale: un contratto con una durata così, bassa, infatti, come visto si accompagna a un notevole incremento salariale ma non solo, perché permette di specializzarsi in diversi ambiti aziendali senza limiti anagrafici. Le aziende che offrono questo tipo di contratti, infatti, non sono alla ricerca di junior manager, ma molto più spesso hanno la necessità di inserire in organico personale con diversi anni di esperienza alle spalle e, quindi, anche gli over 40 che, solitamente, hanno più difficoltà di reinserimento nel mondo del lavoro, in questo modo possono veder apprezzate le loro doti e la loro esperienza maturata sul campo
Se, poi, si va a fare uno studio specifico sugli over 50 che stanno traendo vantaggio da questo nuovo sistema di assunzione, si scopre che nel nostro Paese la percentuale di assunzioni negli ultimi 10 anni è quasi triplicata, passando dal 2,5 a 7 percento.

Una tendenza nuova in Italia che, però, è da anni la normalità in molti altri Paesi: secondo un recente sondaggio effettuato tra professionisti del settore manageriale stranieri, infatti, oltre l’85% di loro ritiene questa una soluzione lavorativa molto positiva, perché permette di aumentare la propria rete di contatti lavorativi e di fare esperienze stimolanti in aziende sul territorio estero, oltre che di avere più possibilità di mantenere e trovare un impiego in periodi di crisi.

Dal punto di vista aziendale, invece, il contratto a termine ha risvolti positivi perché nella maggior parte delle volte viene utilizzato per sopperire alla mancanza di personale che per vari motivi ha dovuto chiedere un congedo oppure per avviare progetti specifici che necessitano di uovo personale per la loro realizzazione.
I contratti a termine, inoltre, si rendono particolarmente utili quando l’azienda deve far fronte a un improvviso e temporaneo incremento di lavoro, che non può essere svolto con le sole forze in pianta stabile in azienda.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
  Questo articolo è scritto per coloro che, in barba a tutti gli avvertimenti, stanno "
Prima di parlare della patetica conferenza di Powell ieri davanti alla Commissione dei serivizi
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di confermare il break dei 22.000 punti ed oggi si porta sulla res
Negli ultimi anni in Italia la figura del manager ad interim ha acquisito maggiore rilevanza ed è
I mercati si sentivano come “in riserva”. Esaurite le spinte rialziste legate alle buone not
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: lo scorso 3 luglio l’indice italiano è riuscito a superare con volatilità e volumi i
Con la legge 28 marzo 2019, n. 26, è stato convertito, con modificazioni, il decreto legge n. 4/201
Prima di occuparci della presunta resurrezione di Deustche Bank o di brezel, alla fine dopo una