Cosa farebbero gli italiani senza il credito? Addio auto nuova e acquisto casa

Scritto il alle 15:31 da Redazione Finanza.com

 

Se venisse meno la disponibilità di credito per le famiglie quali sarebbero le conseguenze per la nostra economia? E a cosa rinuncerebbero gli italiani? A queste domande hanno dato una risposta i dati dell’Osservatorio Assofin e quelli delle ricerche di mercato condotte periodicamente dall’Istituto indipendente GfK Eurisko in vista dei prossimi Stati Generali del Credito alle Famiglie, che si terranno a Roma il prossimo 3 luglio.
Il credito al consumo rappresenta un importante strumento di gestione del budget familiare poiché il canale dei finanziamenti costituisce una risorsa per le famiglie, consentendo di anticipare, rispetto alla capacità di reddito corrente, l’acquisto di beni e servizi destinati a migliorare lo standard di vita.

I principali risultati sono:
Il 65% rinuncerebbe agli acquisti di beni di consumo
Il 75% abbandonerebbe il progetto di acquistare una casa
Oltre 7 auto nuove su 10 rischierebbe di non essere venduta



Dai risultati delle ricerche di mercato condotte periodicamente dall’Istituto indipendente GfK Eurisko per Assofin risulta infatti che, senza la possibilità di poterle finanziare, la maggioranza dei consumatori che ha fatto ricorso al credito avrebbe rimandato (34%) o avrebbe rinunciato (31%) alle spese programmate, con evidenti conseguenze sul commercio, la produzione e l’economia nel suo complesso.
Sono circa 26milioni le persone (pari a circa 9 milioni di famiglie) che in Italia hanno fatto ricorso, negli ultimi tre anni, al credito al consumo nelle sue diverse forme. Il credito è stato destinato prevalentemente all’acquisto di un’auto (nuova o usata) (33% degli utilizzi), di elettrodomestici (28%) o di mobili (11%).

 

Più di 7 auto su dieci acquistate ricorrendo al credito al consumo
Tra i settori che soffrirebbero maggiormente in assenza del credito al consumo vi è sicuramente quello dell’auto, basti pensare che nel 2013 il 72% delle auto di nuova immatricolazione acquistate dalle famiglie risulta sostenuto da un finanziamento. I concessionari auto, inoltre, dichiarano che in assenza di un servizio di finanziamento subirebbero una riduzione del fatturato annuo di almeno il 47%.

Per acquisto casa il mutuo è fondamentale
Il mercato italiano dei mutui immobiliari, con un volume di erogazioni pari a quasi 17 miliardi di euro nel corso del 2013, ha sostenuto l’acquisto del 38% delle compravendite immobiliari del mercato residenziale. Anche l’assenza dei mutui casa avrebbe un grave impatto sul mercato immobiliare residenziale. Infatti, tra coloro che hanno sottoscritto un mutuo negli ultimi tre anni, se non ne avessero avuto la possibilità il 33% avrebbe rinunciato e il 42% rimandato il progetto di acquistare una casa.

Quanto vale il credito al consumo in Italia?
Le erogazioni di prestiti destinati all’acquisto di beni e servizi di consumo alle famiglie, nel 2013, hanno raggiunto un valore complessivo pari a 45.5 miliardi di euro, cui corrispondono 147.7 milioni di operazioni finanziate. Nel dettaglio sono state finanziate, presso i punti vendita, 440 mila auto nuove, 240 mila auto usate, più di un milione e mezzo di elettrodomestici, quasi 400 mila pezzi di arredamento, quasi 78 mila moto e motorini. Inoltre i 142 milioni di transazioni con carte rateali/opzione ed il milione e 300 mila di prestiti personali sono stati utilizzati per affrontare ulteriori acquisti di beni e servizi di consumo.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Vediamo nel video come gli operatori si stanno muovendo per le scadenze Opzioni Febbraio e Marzo
In questi ultimi anni abbiamo assistito in più di qualche occasione qualche Stato abbia preannu
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
In scadenza il 28 febbraio prossimo la Call for Ideas promossa da Vittoria hub, il primo incubatore
Ftse Mib: al termine della scorsa settimana l’indice italiano ha raggiunto un nuovo massimo annuo
Contro ogni previsione (soprattutto del sottoscritto) Elon Musk torna a sorprendere e Tesla deco
Siamo arrivati ad un minimo ciclico e stiamo vedendo una ripartenza che ci terrà compagnia per
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
  Cosa è e come funziona la strategia RISK PARITY? Non poteva essere altrimenti, in un m
Ftse Mib: apertura debole per l'indice tricolore. I livelli da monitorare rimangono gli stessi. Al r