Warren Buffett: biografia e segreti del successo del più famoso tra i self-made billionaire

Scritto il alle 15:00 da Redazione Finanza.com

Warren Buffett è uno degli uomini più ricchi del mondo. Ormai da tempo il suo nome staziona ai vertici delle classifiche relative alle maggiori fortune planetarie e ne fa un punto di riferimento per tutti coloro che lavorano nel mondo della grande finanza. Sono in tanti a cercare di capire i segreti che hanno permesso a Buffett di consolidare le sue immense fortune nel corso del tempo e di diventare un mito.

Nato a Omaha, nel 1930, sin da giovanissimo ha iniziato a mostrare il suo particolare talento negli affari, con piccoli commerci rivelatisi molto redditizi. Dopo aver studiato e aver preso la laurea alla Columbia Business School ha iniziato a lavorare nella Graham-Newman Corp, una società considerata il primo hedge-found della storia, mostrando grandi doti subito notate dai vertici aziendali. La proposta di assumere un ruolo di primo piano nel gruppo è stata però rifiutata da Buffett, che tornato a casa ha deciso di fondare la Buffett Partnership, società nella quale ha iniziato ad operare proprio in base alle strategie di investimento apprese sotto la guida di Benjamin Graham, in particolare quelle relative all’individuazione di titoli sottovalutati. Nel 1962 ha quindi rilevato la Berkshire Hathaway, industria tessile in declino poi fusa con Buffett Partnership, diventata la cassaforte dei titoli acquisiti nel corso degli anni, tra cui quelli di aziende come Coca Cola, Walt Disney, Mc Donald’s e Gillette.

Quello che viene indicato da molti come il principale segreto del suo successo è la straordinaria capacità di andare controcorrente. Quando gli altri vendono lui compra, e viceversa, soprattutto su aziende in grado di produrre prodotti di largo consumo. Nel corso delle sue ascoltatissime orazioni ama ripetere che ci saranno sempre cinque minuti di tempo per sorseggiare una bibita o mangiare noccioline. Inoltre è importante puntare su aziende che hanno un potenziale in grado di farle crescere nel tempo, senza cedere alle lusinghe dei supposti maghi di Wall Street sempre pronti a promettere mirabolanti guadagni in poco tempo, dietro ai quali si celano solo intenti speculativi.

Proprio la volatilità degli investimenti è del resto una delle strategie sconsigliate dall’oracolo di Omaha, come viene affettuosamente indicato Buffett dagli ammiratori, in quanto negoziare rapidamente se da un lato può consentire di realizzare ottimi guadagni, dall’altro lato comporta un aumento delle tasse da pagare sulle plusvalenze realizzate e della quantità totale delle commissioni da pagare.

Altro tema caro a Buffett è quello relativo all’indebitamento delle aziende su cui puntare, indicando come altamente sconsigliabili le imprese troppo oberate dal debito, in quanto l’impossibilità di accesso al credito da parte delle stesse potrebbe danneggiarle gravemente. Un consiglio che sarà sicuramente tornato in mente a molti investitori in un momento come l’attuale in cui molti istituti bancari hanno praticamente chiuso i rubinetti del credito alle imprese.
Una serie di accorgimenti che hanno sempre caratterizzato le strategie di Buffett, consolidandone le fortune e facendone un mito, come dimostrano le affollatissime assemblee annuali di Berkshire Hathaway. Una attenzione del resto giustificata dalla lettera con la quale Buffett ha annunciato agli azionisti che gli utili della società sono aumentati nel corso del 2013 del 31%.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 2 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Cucinare ricette con ingredienti di stagione, ridurre il consumo di carne, ignorare la moda dei supe
Ftse Mib: l'indice italiano ripiega e prova la rottura dei 25.000 punti al ribasso. Possibile un po'
Credo sia inutile riprendere discorsi già fatti nei giorni scorsi, quindi andiamo subito al sod
Oggi giornata di settlement, scadranno le opzioni mensili di Bund, Idem, Eurex e Cme. Abbandoniamo q
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il 90% dei consumatori europei afferma di essere sensibile al consumo sostenibile e si adopera per r
Ftse Mib: l’indice italiano ha superato la soglia psicologica dei 25.000 punti e mette nel mirino
Non credo sia il caso di tornare sul perché i tassi di interesse si trovano in queste assurde p
Forse Voi ve lo siete perso, forse a Voi interessa poco o nulla, ma la figura dello psicopatico
Mercati sempre molto forti, niente e nessuno sembra poter interrompere o rallentare questa corsa. A