Cinema e Finanza: 5 film da vedere obbligatoriamente!

Scritto il alle 16:00 da Redazione Finanza.com

Cinema e finanza, un binomio molto in auge negli ultimi decenni. Il mondo della borsa è infatti stato spesso al centro della narrazione non solo di alcune importanti pellicole hollywoodiane, ma anche della cinematografia tricolore.
Tra le pellicole che possono essere considerate fondamentali in tal senso, un posto a parte spetta sicuramente a Wall Street, il film del 1987 in cui Oliver Stone ha delineato l’indimenticabile figura di Gordon Gekko, navigato squalo della finanza alle prese con un novellino, Bud Fox (Charlie Sheen), il quale dovrà presto rendersi conto che la favola degli yuppies nasconde in realtà profitti per pochi e disperazione per molti. Un punto di vista efficace su un momento storico in cui la deregulation reaganiana era ancora sugli scudi.

Altro film che non può assolutamente essere dimenticato è Una poltrona per due (1983), diretto da un John Landis al massimo della forma e interpretato dalla scoppiettante coppia formata da Eddie Murphy e Dan Aykroyd, in cui due sadici finanzieri decidono di giocare con la vita di un agente di cambio e di un barbone. Una metafora efficace su un mondo come quello della finanza meno etica che negli ultimi anni ha deciso le sorti di interi popoli, inventando la famigerata scommessa dei derivati.

Anche Rogue Trader andrebbe assolutamente visto da chi vuole farsi una idea di cosa possa essere il mondo del trading e di come le vorticose somme in ballo possano portare all’instabilità emotiva. Il film risale al 1999 e narra la vicenda di Nick Leeson (Liam Neeson), un finanziere che dopo aver fatto convergere sulla sua persona le attenzioni generali per una operazione coronata da grande successo, vede sbriciolarsi quanto creato sino a quel momento. Un crac che accompagnato dalla morte del figlio, ne provocherà la definitiva pazzia. Una narrazione efficace in grado di mostrare i limiti umani e i rischi connessi con la mancanza di regole efficaci in grado di fronteggiarne gli esiti, spesso disastrosi.

E’ invece impregnato di speranza il messaggio affidato a La ricerca della felicità, risultato della parentesi americana di Gabriele Muccino, girato nel 2006 con Will Smith in veste di protagonista. La narrazione è incentrata sulla figura di Chris Gardner, un venditore di apparecchiature mediche che si improvvisa trader. Dopo un periodo drammatico, in cui perde casa e moglie e deve occuparsi anche del figlioletto, riuscirà infine a coronare il suo sogno e ad essere assunto dando una nuova veste ad una esistenza che sembrava sul punto di precipitare. Un messaggio buonista che sembra veicolare soprattutto il sogno americano, a volte capace di diventare un incubo.

Infine, va ricordato Il gioiellino (2011), pellicola nella quale Andea Molaioni ha riassunto la clamorosa vicenda della Parmalat, simbolo della pessima gestione di aziende che avrebbero dovuto rappresentare il futuro del nostro paese. Il film, che vede tra i protagonisti Toni Servillo, Sarah Ferbelbaum e Remo Girone, mostra i meccanismi perversi messi in atto da un management senza scrupoli, dedito solo al profitto e al vantaggio personale, per preservare la propria situazione di privilegio. Un efficace affresco dell’Italia nell’epoca della riforma del falso in bilancio.

Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Eccolo qui, il grafico che toglie ogni dubbio a coloro che ancora oggi vedono o ancora sperano i
Guest post: Trading Room #440. La figura tecnica di doppio minimo descritta la settimana scorsa ha
Ftse Mib. La settimana scorsa il nostro indice di riferimento dopo un avvio incerto e continui cambi
Mentre il dollaro dopo lo strepitoso volo di questi ultimi 4 mesi continua a restare estremament
Settimana piuttosto complicata per gli hedger continuamente impegnati a coprire e ricoprire meccanic
Analisi Tecnica Perdiamo la soglia critica dei 23200 e andiamo velocemente con long black al test
Ovviamente si tratta di propaganda quando Putin dice che il rublo è la vera valuta rifugio, la
Battleplan cicli dei MAX sul FTSE MIB Future settimana 16 - 20 Maggio 2022
Battleplan cicli dei MIN sul FTSE MIB Future settimana 16 - 20 Maggio 2022
GRAFICI VELOCITA' CICLICHE dal T-2 (2 giorni) al T+6 (2 anni) settimana 1