Malpensa: Asta oggetti smarriti; ma come funziona un’asta giudiziaria?

Scritto il alle 12:00 da Redazione Finanza.com

Chi non ha mai dimenticato qualcosa, in treno, stazione, aeroporto? Probabilmente nessuno e se vi state chiedendo dove finiscono tutti gli oggetti smarriti, ecco la risposta. All’aeroporto Malpensa avrà luogo il 13 giugno del 2014 l’asta dei beni dimenticati e non non reclamati da nessuno entro i termini previsti per legge (un anno).

Come partecipare?
Questo tipo di asta non si distingue dalle altre aste in cui vengono messi in vendita beni mobili pignorati o ritrovati e quindi eccone il funzionamento.
La vendita dei beni rinvenuti in ambito aeroportuale non doganale è curata dall’Istituto di Vendite Giudiziarie, filiale di Varese, in quanto competente territorialmente. Per avere un’idea dei prodotti e delle condizioni in cui si trovano, sarà possibile visionare gli oggetti nei giorni 11 e 12 giugno del 2014, dalle ore 9 fino alle ore 13, presso il magazzino dell’aeroporto Milano Malpensa 2, piano terra, zone partenze. Per iniziare a dare uno sguardo e vedere a cosa si può essere interessati, ecco il link con l’elenco di tutti i prodotti disponibili e dei prezzi minimi stabiliti in base a perizia sugli articoli stessi: http://www.givg.it/schede/scheda11992.pdf.

Per procedere al vero e proprio acquisto si deve attendere il giorno successivo alle ore 9:30, nello stesso luogo dell’esposizione. Quello indicato nel documento citato è il prezzo di partenza dell’asta giudiziaria, gli articoli saranno aggiudicati in base alla migliore offerta, ecco perché è bene andare il giorno prima per visionare i pezzi e capire fin dove è possibile, o meglio opportuno, alzare le offerte per aggiudicarsi l’ambito premio, senza lasciarsi prendere la mano. Per i vari prodotti è indicato anche se si tratta di pezzi nuovi o usati, anche questo concorre a determinare il prezzo di base.

Dopo l’aggiudicazione si passa alla fase del pagamento, fino a 1000 euro è possibile pagare in contanti come la normativa italiana prescrive, per somme superiori, invece, è necessario pagare con assegno. Nel primo caso il bene entra immediatamente nella disponibilità dell’acquirente aggiudicatario, nel secondo caso si deve attendere che la riscossione dell’assegno vada a buon fine.

Un’ ulteriore nota deve essere fatta per gli acquisti riguardanti dispositivi tecnologici come tablet, smartphone, cellulari, macchine fotografiche digitali, notebook, insomma tutti quei beni che hanno come loro caratteristica, se usati, di memorizzare informazioni personali dei proprietari. In questo caso sarà cura dell’acquirente distruggere tutti i dati memorizzati e, in caso di reato connesso alla diffusione di dati personali dei primi proprietari, gli unici responsabili sono i nuovi acquirenti aggiudicatari. In realtà questo vale anche nel caso in cui si trovino bigliettini, ad esempio, nelle tasche delle giacche, in sintesi tutto ciò che negli oggetti rimanda ai proprietari deve essere distrutto e non diffuso.

E se l’oggetto non funziona? Presto detto: questa eventualità è a carico del cliente. Al prezzo di acquisto si deve aggiungere anche il 10% di IVA per i diritti della casa d’aste e 2 euro di bollo.

Ma cosa si dimentica in aeroporto o in aereo? Un po’ di tutto, da giacche, a computer, tablet, ma anche un curioso cappello da Sherlok Holmes, intere valigie, biciclette, merce nuova.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Non dilunghiamoci sul ruolo che i titoli tech hanno avuto su questo rally di borsa. E come avret
Non dilunghiamoci sul ruolo che i titoli tech hanno avuto su questo rally di borsa. E come avret
Qualche giorno fa l’amico Marco ci ha parlato di una nuova asset class, perché di questo si t
Mentre gli americani festeggiano il loro giorno del Ringraziamento, aiutati dagli psicopatici ch
Tabella di analisi delle società quotate su Borsa Italiana con dividendi, debito, price earning e p
Eccoci qui per un veloce aggiornamento su uno dei titoli long che in molti abbiamo in portafoglio ov
Aggiornamento dei posizionamenti monetari. Sulle mibo prosegue il continuo aumento di posizioni p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
L’interesse nei confronti della Cina è molto alto. È stato il primo a ripartire dalla crisi