Alibaba: la sua Ipo spianerà la strada al settore internet cinese

Scritto il alle 14:36 da Redazione Finanza.com

Non si sa ancora quando esattamente Alibaba sbarcherà a Wall Street, che già si sono scatenate le previsioni su quella che sarà la più grossa Ipo della storia americana e la più importante del 2014. Sebbene il colosso cinese dell’e-commerce abbia depositato la documentazione per il collocamento in Borsa a un valore ufficiale di 1 miliardo di dollari, gli analisti scommettono possa superare i 20 miliardi di dollari, con una valutazione della società tra i 136 e i 250 miliardi. Non solo. Il suo debutto a Wall Street aprirà la strada al settore internet cinese, ancora poco conosciuto ma dalle forti potenzialità. Ne è convinto Jian Shi Cortesi, gestore del fondo JB China Evolution Fund di Swiss & Global Asset Management.

“L’imminente Ipo di Alibaba – sostiene l’esperto – aumenterà notevolmente la visibilità agli investitori globali delle società cinesi operanti nel settore di internet. Sebbene queste aziende in Cina abbiano beneficiato di una crescita eccezionale e molte di esse siano già estremamente redditizie, la loro visibilità globale è ridotta, con la maggior parte delle società che opera solo in Cina e solo in mandarino”. Il comparto internet costituisce per la Cina un tema d’investimento rilevante nel lungo termine, e il settore dell’e-commerce beneficerà della trasformazione della Cina in un’economia trainata dai consumi. Più del 60% dei consumatori online cinesi acquista con frequenza settimanale, contro il 21% a livello globale, secondo le stime PWC. Inoltre, un quarto dei consumatori cinesi effettua acquisti con un telefono cellulare almeno una volta la settimana, mentre nel mondo la media è del 9%.

“La quotazione di Alibaba – prosegue Jian Shi Cortesi – incoraggerà sicuramente altre aziende cinesi a quotarsi in borsa. Le società tecnologiche cinesi ricevono generalmente una buona accoglienza nel Nasdaq, e il debutto di un’azienda dal profilo e dalle dimensioni di Alibaba migliorerà ulteriormente agli occhi degli investitori globali l’immagine delle aziende cinesi operanti nel settore di internet, trainando così la crescita”.

Il conto alla rovescia a Wall Street è iniziato e chi detiene oggi le azioni Alibaba si sta già sfregando le mani, come Yahoo che possiede il 24% della società cinese.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Favorito da un contesto positivo alimentato dalle chiusure senza tensioni a Wall Street e a Tokyo, i
Bob Rich il cartonist di Hedgeye che allieta da tempo le nostre pagine è un fuoriclasse nel met
L’Inps si conferma sempre di più come un ente onnivoro, basti ricordare l’incorporazione de
Nei giorni passati abbiamo abbondantemente parlato del ruolo delle banche centrali e delle prome
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
  Questo articolo è scritto per coloro che, in barba a tutti gli avvertimenti, stanno "
Prima di parlare della patetica conferenza di Powell ieri davanti alla Commissione dei serivizi
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di confermare il break dei 22.000 punti ed oggi si porta sulla res
Negli ultimi anni in Italia la figura del manager ad interim ha acquisito maggiore rilevanza ed è
I mercati si sentivano come “in riserva”. Esaurite le spinte rialziste legate alle buone not