Auto: dal 6 maggio al via gli ecoincentivi, ma quanto costa mantenerla?

Scritto il alle 09:16 da Redazione Finanza.com

Dal prossimo 6 maggio partono gli ecoincentivi, fino a 5mila euro, per l’acquisto di nuove auto ecologiche. Ma la soluzione individuata basterà a stimolare gli acquisti da parte degli italiani o i costi rimangono comunque proibitivi? “Le famiglie hanno paura a comprare un’automobile non solo per i costi del veicolo ma per tutte le spese accessorie quali rifornimento, assicurazione e bollo”, risponde Lamberto Santini, presidente dell’Adoc.

Secondo i calcoli dell’associazione dei consumatori, ogni anno un automobilista spende in media oltre 2100 euro per i carburanti, mentre la media europea si attesta sui 1900 euro l’anno, pari al 10% in meno; circa 400 euro per l’assicurazione, contro i 317 euro della media europea, ben il 26% in più. A queste spese va aggiunto il bollo auto, che pesa in media per 244 euro l’anno ad automobilista. A queste condizioni acquistare un’auto, nonostante gli incentivi, è un rischio che poche famiglie possono permettersi. A conti fatti, mantenere l’auto costa in medio 3mila euro l’anno.

E allora che fare? Adoc propone di l’azzeramento dei costi dopo dieci anni di possesso continuativo. “Il pagamento del bollo auto incide profondamente nell’economia delle famiglie italiane – continua Santini – considerando che l’età media di un’auto si è allungata fino ai 10 anni, per saldare le rate del bollo auto una famiglia spende in media 2440 euro per ogni vettura posseduta. Una somma pari al 12,6% di quanto speso per l’acquisto, senza contare la svalutazione del mezzo. Sono cifre importanti, che pesano nei bilanci degli italiani. Crediamo che una soluzione sia quella di prevedere il dimezzamento dell’importo del bollo auto dopo 5 anni di possesso e il totale annullamento dopo 10 anni di vita della vettura. Una soluzione già adottata in Francia e in altri Paesi Europei e che, se venisse adottata anche in Italia, permetterebbe alle famiglie di alleggerire, e di molto, le loro uscite e di partecipare alla ripresa economica”.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I mercati ci hanno regalato un 2019 (fino ad ora) molto positivo. La tendenza è restata unidire
Aggiornamento settimanale. L’esito mi sembra interessante, qui sotto a confronto inflow e out
Ftse Mib: continua la fase correttiva per l'indice italiano che si porta al test della trend line ri
Anche se molto in sordina, dalla Germania stanno arrivando notizie tutt'altro che favorevoli nei
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Uno dei problemi chiave del momento in cui viviamo è sicuramente il debito. Poi mettetela come
Il mercato prima corregge e poi rimbalza. la configurazione del COT Report cambia di pochissimo.
Ftse Mib: l'indice italiano si riporta nei pressi della media mobile 200 periodi in attesa degli imp
E' corsa ai regali di Natale 2019. Soprattutto per i bambini che si confermano anche quest'anno