Lavoro: si pensa a modifiche per l’apprendistato e da 8 a 5 proroghe per il tempo determinato

Scritto il alle 10:30 da Redazione Finanza.com

Il decreto sul lavoro presentato dal ministro Poletti sembra destinato ad infiammare ulteriormente una situazione politica già messa in fibrillazione dall’attivismo di Matteo Renzi. Le ultime modifiche apportate al provvedimento ad opera della Commissione Lavoro della Camera, che hanno fatto seguito all’apertura dello stesso Poletti, hanno infatti prodotto una evidente divergenza all’interno della maggioranza che sostiene il Presidente del Consiglio, in particolare con il Nuovo Centro Destra, dichiaratosi risolutamente contrario alle novità.

E’ stato in particolare Sergio Pizzolante, capogruppo del partito di Alfano in commissione, a dichiarare la propria totale contrarietà alle novità introdotte in corso d’opera, affermando che se il decreto rimarrà com’è ora, non avrà alcuna possibilità di passare in Parlamento con il voto del suo gruppo.
Le novità in questione partono da quella in base alla quale le aziende con oltre trenta dipendenti saranno obbligate a stabilizzare il 20% degli apprendisti, al termine del periodo di formazione, se vorranno usufruire della possibilità di stipulare un ulteriore contratto di apprendistato. Va ricordato al proposito che l’obbligo di stabilizzazione cancellato dal decreto legge elaborato da Poletti, era stato introdotto dalla legge Fornero e prevedeva per il primo anno di applicazione una quota del 30%, che sarebbe diventata del 50% a regime. Un emendamento approvato, specifica peraltro che il limite massimo del 20% dei rapporti a termine va considerato sul numero di quelli a tempo indeterminato che siano in forza nell’azienda il primo giorno di gennaio dell’anno in cui avviene l’assunzione. Un periodo transitorio è invece previsto da un altro emendamento, in base al quale potrebbero essere confermate soglie superanti la percentuale del 20% stabilite dai contratti nazionali. Infine, va precisato che le imprese le quali all’entrata in vigore della legge superino la soglia del 20% di lavoratori a tempo determinato, non potranno usufruire di assunzioni senza prima essere rientrate nei limiti.

Per quanto concerne un altro punto che aveva provocato furenti polemiche nelle settimane precedenti, quello riguardante il numero massimo di proroghe possibili nei trentasei mesi di durata dei rapporti di lavoro a tempo determinato i quali possono essere stipulati senza obbligo di indicare la causale, essi sono stati ridotti da otto a cinque.
È stata inoltre reintrodotta la formazione pubblica obbligatoria, per la quale è previsto che le Regioni debbano erogarla entro quarantacinque giorni, periodo dopo il quale le aziende sarebbero libere. Ripristinato anche l’obbligo della forma scritta per la formazione sul lavoro, la quale è stata però semplificata.

Anche i contratti di solidarietà sono stati oggetto di discussione, con l’unificazione al 35% degli sconti contributivi in tutte le regioni, che vede quindi un innalzamento rispetto all’attuale 25% il quale sale di cinque punti percentuali nelle aree svantaggiate.
Non è invece stata accolta la modifica richiesta dalla sinistra e tendente a ridurre da 36 a 24 mesi la durata del rapporto di lavoro senza causale.
Infine, il Ministero del Lavoro si riserva la facoltà di dare vita ad una verifica tesa a valutare gli effetti prodotti sul mercato del lavoro dall’entrata in vigore del provvedimento, con una particolare attenzione agli effetti occupazionali che potrebbero risultare dalle modifiche introdotte. La verifica in questione verrebbe effettuata ad un anno di distanza dall’entrata in vigore della nuova legge.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Analisi Tecnica Perdiamo il canale rialzista e con long black anche i 19300... La doji di indecisi
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I dati macro di venerdi hanno dato un po' di positività in più ma attenzione, in ambito intermar
Iniziamo con una bella notizia, nuovi minimi sul rendimento trentennale dei nostri tesorucci
Ftse Mib. Dopo la rottura della ex trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da metà febbra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Alla fine anche lo SP500 ce l’ha fatta, è tornato alle quotazioni a cui si trovava a metà fe
Avrete avuto modo ieri di vedere il post sulle aspettative di crescita economica redatte dal Con
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Queste le movimentazioni monetarie. Sulle Mibofuture stabili e chiusura della componente call da 20