Pasqua 2014: Colomba sempre più cara, i consigli per risparmiare

Scritto il alle 09:49 da Redazione Finanza.com

Si preannuncia una Pasqua 2014 ancora sotto il segno dell’austerità per gli italiani complici anche i prezzi vertiginosi di molti dolci tipici pasquali. Per calmierare le spese per la nuova festività alle porte gli italiani si mostrano anche pronti a cimentarsi al fai da te.
L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato i prezzi relativi ai prodotti tipici della Pasqua e si registra un aumento soprattutto nei prezzi delle colombe, che crescono mediamente del +4,5% rispetto al 2013. Oltre alla conferma della tendenza ad acquistare l’uovo di cioccolata, riservato soprattutto ai bambini, Federconsumatori rimarca come sta prendendo piede l’abitudine di preparare in casa la colomba e altri dolci tipici di Pasqua (pizza, campanari, pastiera, ecc.). A tale proposito già spopolano su internet le ricette per dare sfogo alla propria creatività risparmiando. Anche alla luce di queste nuove abitudini, si prospetta, per l’ennesimo anno consecutivo, una contrazione dei consumi relativi ai prodotti pasquali di circa il -13% rispetto al 2013. L’Osservatorio evidenzia poi, a prescindere dal periodo strettamente legato a questa festività, l’aumento dei prezzi relativi a uova e carni bianche. Nel 2013 il consumo di uova fresche è aumentato del +4,5%, quello delle carni bianche del +6%. Aumenti dovuti alla crescita del loro consumo. “Non si tratta di un cambiamento dei gusti delle famiglie – rimarca Federconsumatori – ma di una modifica delle abitudini dettata dalla forte contrazione del potere di acquisto avvenuta in questi anni (pari ad oltre il -13,4% dal 2008)”.

Tutti i consigli utili per risparmiare
Federconsumatori e Adusbef hanno fatto una lista di consigli da mettere in pratica per risparmiare in vista delle imminenti festività pasquali:

– Prima di tutto non bisogna lasciarsi prendere dall’entusiasmo, carte colorate e confezioni accattivanti sono studiate appositamente per attirare l’attenzione, ma non sempre sono all’altezza del prezzo e del contenuto.
– Nel compilare la lista dei prodotti da acquistare per il menu di Pasqua, predisponete un budget per la spesa.
– Non esagerate con gli acquisti. Sistematicamente, dopo ogni festività, molti prodotti finiscono nella spazzatura quasi integri.
– Non riducetevi ad acquistare tali prodotti all’ultimo momento: a ridosso delle feste i prezzi tendono a lievitare. Meglio, quindi, fare la spesa qualche giorno prima!
– Approfittate delle offerte applicate nei diversi punti vendita: si può risparmiare oltre il 20%.
– Molti punti vendita incentivano gli acquisti regalando, ogni tot di Euro spesi, una colomba. Programmate quindi la spesa in modo intelligente, così da poter usufruire di tali promozioni.
– Prediligete i prodotti a “km 0”: si tratta di prodotti (frutta, verdura, carne, uova, ecc.) del territorio, che non hanno viaggiato per giorni sui camion o nei frigoriferi. Tali prodotti, infatti, non solo sono più freschi e hanno prezzi molto vantaggiosi (costano circa il 30% in meno), ma contribuiscono positivamente anche alla riduzione delle emissioni inquinanti liberate nell’ambiente dai mezzi pesanti addetti al trasporto di tali prodotti per migliaia di chilometri.
– Colomba, pizza pasquale, dolci e biscotti tipici della tradizione possono tranquillamente essere confezionati in casa, risparmiando così anche oltre il 75%.

Uova di Pasqua
Per le Uova di Pasqua, rimarcano le due associazioni dei consumatori, l’importante è tener presente alcuni criteri fondamentali:
– la data di scadenza;
– i valori nutrizionali e gli ingredienti (se il contenuto di cacao è elevato si troverà tra i primi ingredienti della lista);
– ma, una volta scartato l’uovo, non abbassate la guardia: controllate che le sorprese riportino sempre il marchio CE, che garantisce la sicurezza dei materiali utilizzati e verificate che l’età consigliata per il gioco sia adeguata a quella dei bambini a cui è destinato.

PASQUA 2014 : dettaglio dei costi
CARNE 2011 2012 2013 2014      variaz.% 2013/2014
AGNELLO   AL   KG € 19,00 € 19,50 € 19,50 € 19,20 -2%
ABBACCHIO  AL    KG € 19,40 € 19,80 € 20,10 € 19,90 -1%
CONIGLIO   AL    KG € 9,80 € 10,00 € 9,70 € 10,10 4%
PETTO DI POLLO AL KG € 9,20 € 9,30 € 9,60 € 10,20 6%
TACCHINO (FESA) AL   KG € 12,95 € 13,20 € 12,50 € 12,99 4%
SALAME CORALLINA AL KG € 17,90 € 18,40 € 19,00 € 19,30 2%
UOVA FRESCHE 2011 2012 2013 2014       variaz.% 2013/2014
Conf. 6 uova € 1,95 € 1,99 € 2,00 € 2,10 5%
Conf. 10 uova € 2,65 € 2,75 € 2,90 € 2,95 2%
UOVO  DI     PASQUA 2011 2012 2013 2014       variaz.% 2013/2014
UOVO  MEDIO  DI MARCA 220g. € 12,30 € 12,90 € 14,00 € 14,29 2%
UOVO PICCOLO DI MARCA 150g. € 8,30 € 8,50 € 9,50 € 9,59 1%
UOVO DECORATO MEDIO 220g. € 29,00 € 28,00 € 30,90 € 31,90 3%
OVETTI AL kg. € 27,50 € 29,00 € 29,80 € 30,50 2%
COLOMBE PASQUALI 2011 2012 2013 2014       variaz.% 2013/2014
COLOMBA NORMALE € 6,00 € 6,30 € 6,90 € 7,20 4%
COLOMBA FARCITA € 8,00 € 8,20 € 8,70 € 9,10 5%

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Le borse continuano a correre. Ma già adesso si nota che sul mercato obbligazionario qualcosa si
Analisi Tecnica La figura in harami ha fatto il suo lavoro nel breve ma la doji di indecione sul te
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Favorito da un contesto positivo alimentato dalle chiusure senza tensioni a Wall Street e a Tokyo, i
Bob Rich il cartonist di Hedgeye che allieta da tempo le nostre pagine è un fuoriclasse nel met
L’Inps si conferma sempre di più come un ente onnivoro, basti ricordare l’incorporazione de
Nei giorni passati abbiamo abbondantemente parlato del ruolo delle banche centrali e delle prome
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
  Questo articolo è scritto per coloro che, in barba a tutti gli avvertimenti, stanno "
Prima di parlare della patetica conferenza di Powell ieri davanti alla Commissione dei serivizi