BTP Italia: nuova emissione di aprile con due importanti novità, conviene partecipare?

Scritto il alle 13:59 da Redazione Finanza.com

Appuntamento il prossimo 14 aprile per la nuova emissione del BTP Italia. Rimane inalterata l’impostazione di fondo con però due importanti novità: la durata si allunga passando da 4 a 6 anni; poi il collocamento si divide in due fasi: i primi tre giorni (che potranno essere ridotti a due in caso di chiusura anticipata) saranno riservati ai risparmiatori individuali (retail), mentre la giornata del 17 aprile sarà riservata agli investitori istituzionali.

“Alcune delle caratteristiche saranno le stesse dei BTP Italia già in circolazione – dice Vincenzo Somma direttore di Altroconsumo Finanza – ad esempio, si potrà acquistarlo in asta sia allo sportello della propria banca, sia tramite l’home banking. Identiche anche le modalità di calcolo degli interessi. Come gli altri BTp Italia, infatti, si pagherà una cedola semestrale composta da due parti: una fissa, che per ora non è nota, e una variabile che ti rimborsa la svalutazione del capitale dovuta all’inflazione. Uguale, infine, il “premio-fedeltà” se si mantiene fino a scadenza”.

Le due novità rispetto a precedenti emissioni
La più importante novità del BTP Italia 2014 è che il titolo non avrà una durata di 4 anni, ma di 6. Secondo gli analisti di Altroconsumo Finanza il Tesoro lo fa per allungare la scadenza media dei suoi debiti, approfittando dei bassi tassi attuali, ma anche per gli investitori potrebbe essere un vantaggio visto che l’economia italiana ristagna ed è probabile che l’inflazione ci metta un po’ a ripartire e a gonfiare le cedole.
L’altra novità del nuovo BTP Italia è nel collocamento. Per l’investitore al dettaglio l’offerta sarà aperta dal 14 al 16 aprile, ma il Tesoro potrebbe chiuderla, sostengono gli analisti di Altroconsumo Finanza, la sera del 15 aprile: per essere sicuro di avere i titoli bisognerà quindi inviare l’ordine nei primi due giorni. Gli investitori istituzionali, stavolta, potranno acquistare in asta solo il 17 aprile e il Tesoro può “chiudere i rubinetti” in qualunque momento, con un preavviso di 30 minuti, questo per evitare maxi-emissioni come in passato.

Conviene partecipare o no?
L’interesse verso la nuova emissione si preannuncia molto alto. Si tratta di una nuova opportunità interessante per gli investitori? “Dipenderà dalla cedola minima garantita – sostiene Somma – Se però, come ci aspettiamo, la cedola sarà tale da allineare il rendimento a quello dei BTp Italia già sul mercato, il titolo sarà interessante. Inoltre i tentativi del Tesoro per limitare la quantità emessa contribuiranno a sostenere il prezzo una volta che il BTp Italia arriverà in Borsa: un vantaggio per chi decide di vendere prima della scadenza. Insomma, le premesse sono buone”.

Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Con questa citazione alla "Guido Meda" introduco il nuovo video di TRENDS che si preannuncia MOLTO
In Italia la “guerra alla liquidità” lasciata sul conto corrente è oramai un mantra per il sis
Ftse Mib. Dopo il test della trend line rialzista (avviata dai minimi di ottobre 2020 e confermata
Opzioni e Future 22 Ottobre. I principali indici azionari giovedì hanno avuto movimentazioni e c
China Evergrande Group ha fornito fondi per pagare gli interessi su un'obbligazione in dollari U
Cara Chiara, in questo momento non è facile per noi condividere la tristezza del nostro cuore,
Il futuro è incerto, da sempre, e mai come oggi ci sono tante varianti che possono condizionare
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Opzioni e future 21 Ottobre. Gli indici azionari mercoledì si sono stabilizzati in modo eterogen
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u