Chromecast arriva in Italia, cos’è e come funziona la tv di Google

Scritto il alle 13:00 da Redazione Finanza.com

Da luglio è già disponibile negli Stati Uniti e ora arriva anche in Italia su Google play store e su Amazon, si tratta di Chromecast. L’aspetto è quello di una comune chiavetta USB ma le potenzialità molto diverse, anche se è bene dire fin da subito che in Italia ancora non può esprimere tutte le sue potenzialità, ma esamineremo in seguito tale aspetto.
Pesa solo 34 grammi e costa 35 euro, prezzo irrisorio che ha fatto sì che andasse subito a ruba, Google afferma che sono stati già venduti milioni di pezzi.

A cosa serve Chromecast?
Semplice: inserito nella porta HDMI del televisore trasmette video in streaming da tablet e smartphone al televisore.
Avere Chrome sul televisore permette una vasta gamma di possibilità, oltre a navigare usufruendo di uno schermo più grande, si potranno vedere con un comfort ineguagliabile programmi in streaming, ma anche slide show di foto direttamente da Flickr o Facebook, musica da Spotify e Deezer, oltre che approfittare dei video Youtube.

E’ molto semplice da installare e altrettanto da usare. Basta inserire la chiavetta nella porta HDMI del televisore e alimentarla con una porta USB o una presa elettrica. A questo punto l’ultimo passo è la connessione con una rete wi-fi tramite lo smartphone o tablet.
E’ necessario che il collegamento avvenga tramite un dispositivo che abbia Android almeno nella versione 2.3, IOS 6, Windows 7 o Mac OS 10.7 su cui è installata l’applicazione Chromecast, la stessa è disponibile gratis per Andoid e iOS.
A questo punto il dispositivo con l’applicazione e la chiavetta si trovano sulla stessa rete e quindi può iniziare la condivisione.
Durante la stessa sarà comunque possibile usare autonomamente lo smartphone o tablet, ad esempio, per fare foto e condividerle sui social, scrivere email.
Durante la trasmissione sul televisore il menù non viene visualizzato anche se sul dispositivo invece c’è, ciò permette un’esperienza di visione più confortevole senza perdere la possibilità di interazione che resta sempre a disposizione sullo smartphone.

Abbiamo accennato in precedenza alle possibilità limitate in Italia, vediamo perché. La nota dolente sono le prospettive per l’uso in quanto sono ancora ridotte, maggiore soddisfazione si potrà avere solo nel caso in cui Sky, Rai e Mediaset dovessero integrare la loro offerta in modo da poter inserire anche Chromecast sulle opzioni. Per ora, invece, occorre accontentarsi e l’applicazione è divertente nel solo caso in cui si abbia una buona playlist su Youtube, un account Netflix o Google Play Music, non sono invece disponibili in Italia HBO GO e Hulu Plus che negli Stati Uniti invece permettono un’ampia possibilità di scelta sui contenuti da condividere sul televisore.
E’, invece, possibile l’utilizzo con Vevo e per gli appassionati di sports estremi con Red Bull TV, ultima possibilità in Italia per l’utilizzo di Chromecast, è noleggiare o comprare film su Play movies.

Trattasi comunque di un progetto in divenire visto che Google ha annunciato che presto sarà disponibile un programma per sviluppatori al fine di rendere siti e app compatibili con la tecnologia Chromecast.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Tutto non va, tutto non quadra. Eppure le borse continuano a salire. Ma come diavolo è possibil
Se c'è qualcosa che in questi ultimi anni è in correlazione con il valore di Bitcoin è il num
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue al rialzo e mette nel mirino i 25.500 punti. Ricordiamo che da
Non davvero preoccupato, non ve lo nascondo, sono ore che sto aspettando che Donald Trump si met
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Parte oggi la prima call del 2020 di Luiss EnLabs. L’acceleratore d’impresa di LVenture Grou
Quando si parla di borsa, ormai siamo condannati a convivere con: 1) Algoritmi e software vari
Ftse Mib: l’indice italiano si riporta su un livello psicologico molto importante quello dei 25.0
Non ci voleva poi molto, ma in un mondo nel quale conta più un algoritmo che la realtà, balli
Nella giornata di ieri, in concomitanza con la chiusura del mercato Cme, che ha tendenzialmente appi