Stangata in busta paga marzo, addizionali Irpef +29% in un anno!

Scritto il alle 18:11 da Redazione Finanza.com

In attesa della riduzione del carico fiscale  promessa dal governo Renzi, la busta paga di marzo riserverà amare sorprese se confrontata con 12 mesi fa a causa dell’aumento delle Addizionali Regionali e Comunali Irpef.

Secondo quanto calcolato dalla Uil – Servizio politiche territoriali, i lavoratori dipendenti e i pensionati troveranno l’amara sorpresa di dover pagare mediamente 97 euro complessivi tra saldo e acconto dell’IRPEF sia Regionale, sia Comunale, pari al 29,3% in più rispetto al mese di Marzo dello scorso anno. Per l’IRPEF regionale si pagheranno mediamente 59 euro, a fronte dei 49 euro dello scorso anno (+20,4%), mentre per l’IRPEF comunale 38 euro, a fronte dei 26 euro dello scorso anno (+46,1%). I calcoli sono effettuati sulla base delle aliquote Irpef su un reddito medio di 23.000 euro.

Salasso conseguenza di aumenti aliquote decisi da Regioni e Comuni
“Gli acconti, per l’IRPEF regionale e comunale – spiega Guglielmo Loy – Segretario Confederale UIL – sono gravati dagli aumenti apportati da alcune Regioni per quest’anno, ma soprattutto, per quanto riguarda l’IRPEF Comunale, ci sarà l’effetto degli aumenti di aliquota decisi dai Comuni lo scorso anno”.

Irpef Regionale, Lazio porta aliquota al massimo consentito
Per quanto riguarda l’IRPEF Comunale, lo scorso anno, su 6.707 Comuni che hanno applicato la maggiorazione dell’imposta, ben 1.443 municipi (il 21,5%) hanno aumentato l’aliquota. Mentre, per l’IRPEF Regionale 2014, 4 Regioni (Piemonte, Liguria, Lazio e Umbria) hanno aumentato l’aliquota, arrivando, come nel caso del Lazio, all’aliquota massima consentita del 2,33%.

Roma la più tartassata con 139 euro, solo 74 euro a Firenze
Il conto più salato in busta paga sarà a Roma con l’acconto e il saldo che peseranno mediamente 139 euro (83 euro per l’IRPEF regionale e 56 euro per quella comunale); a Torino 126 euro (76 euro per l’IRPEF regionale e 50 euro per quella comunale); a Napoli 123 euro (73 euro per l’IRPEF regionale e 50 euro per quella comunale); a Genova 115 euro (65 euro per l’IRPEF regionale e 50 euro per quella comunale). A Milano si pagheranno mediamente 107 euro (57 euro per l’IRPEF regionale e 50 per quella comunale) e si faranno sentire l’aumento dell’aliquota decisa dal Comune e la riduzione delle agevolazioni per i redditi sotto i 33.500. Conto meno salato per Firenze con soli 74 euro.

Conto finale sempre più salato
La UIL sottolinea poi come si stia delineando un trend in crescita per l’IRPEF comunale 2014. Su 104 Comuni che hanno deliberato per il 2014, 43 di hanno aumentato l’aliquota IRPEF. Aumenti, questi, alquanto dolorosi – conclude Loy – in quanto le Addizionali si pagano sull’intero imponibile e non tengono conto delle detrazioni per la produzione del reddito. Per questo, è fondamentale ripensare l’intera politica economica e fiscale del Paese, che metta al centro la questione di una diversa ripartizione della pressione fiscale, alleggerendo il carico alle persone con un reddito fisso”.
A quanto ammonterà quindi il conto che lavoratori e pensionati pagheranno di tasse locali? Quella Regionale passerà mediamente dai 363 euro del 2013 ai 409 euro del 2014 (+ 12,7%), con picchi di 536 euro nel Lazio (+ 34,3%), e 490 euro in Piemonte (+ 25,3%). L’IRPEF comunale passerà dai 140 euro medi pagati nel 2013 ai 155 euro medi di quest’anno (+ 10,7%), con punte di 207 euro a Roma e 184 euro a Napoli, Milano e Torino.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 4 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Arrivano due tasselli importanti. Il voto che sancisce la fine dei dubbi sulla BREXIT e l'arrivo d
Ftse Mib: l’indice italiano è andato a testare nuovamente la trend line rialzista di breve period
Come da manuale ora abbiamo in un colpo solo tutto quello che l'antibiblioteca di Eco suggeriva,
"L’anno bellissimo"  preconizzato dal presidente del Consiglio n. 1 ( Preconizzare = annunciare s
Il Fomc doveva scorrere via liscio senza particolari novità. Ed in effetti non sono successe de
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
E’ meglio comprare un’auto nuova o noleggiarla a lungo termine è la domanda che si è posta Alt
Ftse Mib: l’indice italiano è andato a testare nuovamente la trend line rialzista di breve period
Non potevo trovare migliore vigneta per sintetizzare la riunione del FOMC della Federal Reserve
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u