WhatsApp: quando il blackout nell’era digitale rischia di incidere sulle prospettive di crescita

Scritto il alle 14:18 da Redazione Finanza.com

Il blackout di 210 minuti dello scorso 23 febbraio rischia di pesare significativamente sulle prospettive di crescita di WhatsApp, la celebre applicazione di messaggistica istantanea per smartphone acquisita nei giorni scorsi da Facebook per 19 miliardi di dollari. 

Spiacenti abbiamo problemi di server, speriamo di recuperare presto”, aveva scritto sul suo profilo Twitter WhatsApp giustificandosi del disservizio che aveva colpito la chat bloccando milioni di utenti. Immediate furono le proteste degli utenti, con migliaia di messaggi lanciati in rete. Tanto che su Twitter l’hashtag #watsappdown è arrivato subito ai primi posti delle tendenze del social network per la grande mole di proteste.

Giustificazione dunque che non sembra essere stata apprezzata dagli utenti. Nelle ore in cui l’accesso a WhatsApp era difficoltoso, la rivale giapponese Line ha detto di aver incrementato di 2 milioni di iscritti gli iscritti in Europa e Usa.

Certo, il vantaggio di WhatsApp rispetto ai rivali è ancora notevole. La società nata nella Silicon Valley ha superato i 450 milioni di utenti attivi mensili, Line afferma di avere oltre 350 milioni di utenti registrati. Line è particolarmente forte in Giappone, Taiwan e Thailandia.

In Europa sta crescendo bene il servizio di chat tedesco Telegram: nel weekend ha annunciato via Twitter che stava registrando problemi di connessione in Europa a causa del boom di nuovi utenti, pari a 4 milioni in 36 ore. Anche in questo caso è da capire il peso del blackout di WhatsApp.

Dopo l’acquisizione da parte di Facebook di WhatsApp, la concorrenza delle app alternative è sempre più nutrita. Oltre a Skype, di Microsoft, alla già menzionata Line e a Viber, recentemente acquistata dalla giapponese Rakuten, tra i concorrenti in crescita si segnalano la coreana Kakao Talk e la cinese WeChat.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +4 (from 4 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Fare delle previsioni sull’andamento dei mercati non è mai facile, e lo è ancora meno in que
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: al termine della scorsa settimana l’indice italiano ha raggiunto un nuovo massimo annuo
La scadenza opzioni gennaio ha visto gli indici azionari fermarsi su importanti posizionamenti di op
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Diventa naturale aspettare una fase correttiva dopo una corsa infinita che sembra non finire mai
Come si cambiano gli Euro in criptovalute ? E poi, una volta cambiati, si può fare l’operazione
Uno non fa in tempo nemmeno a scrivere che il denominatore di tutte le più grandi crisi della s
Una economia sostenibile in grado di tutelare l’ambiente, anche se più lenta, sarebbe priorit
Ricordiamo che domani 21 gennaio alle 17.00 ci sarà il webinar UniCredit con ospite Eugenio Sartore