Yang Huiyan: ecco chi è veramente la donna più ricca del mondo

Scritto il alle 15:00 da Redazione Finanza.com

Vi presentiamo Yang Huiyan, una giovane cinese di appena trentadue anni, è la donna più ricca del mondo. L’imprenditrice ha un patrimonio personale di circa 6,5 miliardi di euro.

Dopo avervi svelato i segreti del successo del fondatore di Amazon, Jeff Bezos, vi proponiamo questo zoom su una delle donne più ricche del mondo, la cinese Yang Huiyan:

Ma chi è Yang Huiyan e come si è convertita nella donna più ricca del pianeta? Yang Huiyan, giovane imprenditrice cinese, è una delle donne più influenti del suo paese. Dopo aver studiato nelle più prestigiose università degli Stati Uniti ed essersi laureata alla Ohio University nell’anno 2003, Yang è tornata in patria e a partire dal 2007 ha ereditato dal padre Yang Guoqiang il controllo del gruppo immobiliare Country Garden Holdings, una delle maggiori corporazioni del settore dell’edilizia dell’Asia.

Il gruppo, fondato nel 1997 dal signor Yang Guogiang, si è rapidamente affermato nel settore immobiliare.
Nel 2007 il fondatore ha ceduto alla figlia il 70 % delle azioni del gruppo.
Partendo da un’azienda solida e apprezzata, Yang ha saputo gestirla con abilità, portando ad un’impennata del valore delle sue azioni.
Nel 2009 Yang era già la quinta persona più ricca della Cina.

La sua guida ha portato il Country Garden Group ad aumentare i suoi asset del 60 % nel corso del 2013, con il conseguente aumento del suo patrimonio personale.
Alla fine del 2013, Yanh Huiyan ha dichiarato un patrimonio di oltre 51 miliardi di yuan, pari a circa 6,5 miliardi di euro.

Le ragioni del successo dell’imprenditoria femminile cinese.
In Cina, in controtendenza rispetto al resto del mondo, si assiste a un enorme successo dell’imprenditoria femminile.
Secondo quanto emerso dalle più recenti indagini fatte dagli autori della ‘Hurun Rich List 2013’, tre delle finanziere e imprenditrici più ricche del mondo sono nate sul suolo cinese. Per quel che riguarda gli uomini, al contrario, nessun miliardario cinese entra nella top ten dei più ricchi del pianeta.
Secondo il presidente di Hurun, Rupert Hoogewerf, una delle principali ragioni del successo delle imprenditrici cinesi risiede in una delle leggi più restrittive della Repubblica Popolare: quella del ‘figlio unico’.
Pechino, per limitare la popolazione e la crescita demografica, ha imposto alle coppie di avere solamente un figlio. In questo modo le donne, obbligate ad una sola gravidanza e a crescere un unico figlio, possono avere molto più tempo da dedicare agli affari rispetto alle concorrenti del resto del mondo.
Le donne occidentali, al contrario, dopo il secondo o terzo figlio hanno molto meno tempo da dedicare agli affari.
Inoltre, il sistema culturale cinese fa sì che spesso siano i nonni a curarsi della crescita e dell’educazione dei figli, dando molto più tempo libero ai genitori.
Anche se si tratta di miliardarie, le ragioni di Hoogewerf sono sufficienti a spiegare le ragioni dell’enorme crescita del gigante asiatico.
Nonostante la flessione nella crescita del PIL cinese, il numero dei miliardari aumenta: attualmente sono 315, ben 64 in più rispetto al 2012.

L’influenza politica dei miliardari cinesi.
Ben 164 miliardari e miliardarie cinesi fanno parte dell’Assemblea Nazionale, un organo consultivo che ha profonde influenze sul Politburo, il supremo organo del Partito Comunista Cinese.
Nonostante questo però, solamente due dei venticinque membri del Politburo sono di sesso femminile.
Ad una chiara esclusione dal potere politico non corrisponde una preclusione delle posizioni dirigenziali nelle aziende. La maggior parte dei manager cinesi è infatti di sesso femminile, grazie anche al maggior talento per gli studi delle ragazze.

1 commento Commenta
mazzam
Scritto il 16 Febbraio 2014 at 18:07

Eeeeehh vabbè, si farebbe prima a dire che è una delle donne più ricche del pianeta perchè ha ben ereditato…

Articoli dal Network di Finanza.com
Come vedremo nel fine settimana insieme al nostro Machiavelli, le ultime minute hanno rivelato c
Guest post: Trading Room #512. Il grafico FTSEMIB weekly ha raggiunto vette importanti ma anche un
La trimestrale di NVIDIA stupisce i mercati e il rally continua. Ma allo stesso tempo, il mercato ob
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobi
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere r
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inf