Il lavoro del futuro? Nelle app! 3 milioni di nuovi posti entro il 2018

Scritto il alle 16:01 da Redazione Finanza.com

Il lavoro del futuro è nel mondo delle app per smartphone e tablet. Nonostante il settore abbia conosciuto un vero e proprio boom negli ultimi cinque anni, la sua crescita è solo all’inizio: entro il 2018 i ricavi balzeranno a 63 miliardi di euro dagli attuali 17,5 in Europa, creando 3 milioni di nuovi posti di lavoro. In particolare si prevedono 1,7 milioni di nuovi posti come sviluppatori di app e 1,3 nelle parte marketing e di supporto. Lo afferma uno studio della società americana GigaOm effettuato per conto della Commissione europea dal titolo “Sizing the EU app economy“, presentato oggi a Bruxelles.

“Di fronte alla crescente disoccupazione giovanile, queste cifre mi danno nuova speranza – ha detto Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione europea – Quello delle app è un settore dell’economia digitale in cui l’Europa può davvero prosperare. Ma dobbiamo affrontare i problemi sulla connettività e la frammentazione. Ecco un altro motivo per completare il progetto sul mercato unico delle telecomunicazioni”.

Guardando più da vicino il settore delle app, quelle più diffuse sono per i giochi. A livello geografico, le tre principali società produttrici di app di successo in Europa, vengono da Paesi del Nord: Rovio, King.com e Supercell. Mentre sono Francia, Gran Bretagna e Germania i Paesi più avvantaggiati nella corsa, visto che già oggi hanno un mercato delle app fuori dai rispettivi mercati domestici. L’Italia invece è nelle retrovie, a causa di un mercato troppo polarizzato e dell’eccessiva dipendenza da piattaforme come Google e Facebook.

Ecco le società in cerca
Tra le società specializzate nelle app che intendono ampliare il proprio organico nei prossimi anni compare Golden Gekko (Londra/Barcellona) che punta ad aumentare il suo staff del 40-50% il prossimo anno. L’inglese Grapple Mobile, che tre anni fa impiegava solo tre persone, oggi ne impiega 120 e intende raddoppiare il numero dei suoi dipendenti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 3 votes)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Ftse Mib. L'indice italiano torna a sfidare nuovamente quota 17.000 punti. Prevale anche oggi la cau
Tutto rimandato di due settimane. Non viene raggiunto l’accordo dai leader dell’Unione Europea
Alla fine qualcuno al governo, probabilmente il Movimento Cinque Stelle, o meglio quei pochi che
Nonostante le perfomance rialziste, in particolar modo su S&p che non smette mai di stupire, gli
FED e BCE unite in un Unlimited QE. Manca all'appello la PBoC ma arriverà anche lei. Intanto il m
Ieri negli USA abbiamo avuto la conferma che la situazione economica si sta velocemente deterior
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib. L'indice italiano torna sotto quota 17.000 punti, dopo la candela di forte incertezza es
Era ovvio che alla fine l’accordo sarebbe stato raggiunto. Ieri sera il Senato degli Stati Uni
Prosegue l'aggiornamento delle movimentazioni monetarie sui derivati Idem, Eurex e Cme. Sulle Mibo