Natale 2013: spumante e champagne, come sceglierli e come evitare le fregature

Scritto il alle 18:51 da Redazione Finanza.com

Mancano davvero pochi giorni al Natale 2013 e come ogni anno l’acquisto di spumante e champagne sembra diventata un’usanza consolidata per i consumatori italiani. Questo nonostante gli effetti negativi della crisi economica. In vista delle festività l’Aduc, l’Associazione Diritti Utenti e Consumatori, ha stilato una rapida guida su come scegliere le bollicine e su come evitare fregature in fase d’acquisto.

Innanzitutto una domanda: può essere considerato spumante o champagne un vino bianco al quale è stato aggiunto gas (anidride carbonica) e confezionato con tappo a fungo e gabbietta metallica? “No, ma in commercio se ne trovano a prezzi piuttosto bassi”, taglia corto fin da subito Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc, evidenziando tuttavia come questo fattore possa “ingannare il consumatore convinto di aver fatto un affare!”

Ma come fare allora per evitare fregature? “Come al solito occorre leggere l’etichetta e in questo senso qualche consiglio è utile”, aggiunge Mastrantoni prima di iniziare l’elenco dei consigli. Ecco dunque le indicazioni che deve avere un buon spumante:

• metodo classico (significa che è fatto con il metodo champenois);
• Doc (denominazione di origine controllata), Docg (denominazione di origine controllata e garantita) o l’analoga sigla europea VSQPRD, il che assicura che il vino è di una determinata area geografica;
• prodotto e imbottigliato da… (un produttore corretto tiene a garantire la qualità del proprio prodotto);
• la data della sboccatura, cioè della eliminazione del deposito che si forma nelle bottiglie.

Per la scelta degli champagne, in genere il consumatore guarda più alla marca che all’etichetta, anche perché nessun commerciante si sente obbligato a fornire informazioni precise e spesso si limita a decantarne le qualità. Per lo champagne valgono in sostanza le stesse indicazioni dello spumante. In più sulle etichette degli champagne dovrebbe essere indicata:

• la sigla Ay che sta ad indicare la zona con i vigneti migliori;
• la sigla R.M (lo champagne e’ fatto con uve dei produttori);
• la sigla N.M (lo champagne e’ fatto con uve di diversa provenienza);
• la dizione “pas dosè” o “nature” (non è stato aggiunto sciroppo zuccherino);
• l’indicazione dell’annata (champagne millesimato).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Speciale puntata di Trading Floor con ospite Eugenio Sartorelli, trader professionista e formatore
Per una volta iniziamo dalla fogna politica che galleggia nel nostro Parlamento, una conclusione
Open interest e posizionamenti monetari. Prima di iniziare l'analisi dei posizionamenti monetari
Fare analisi sulle valute è una delle cose più difficili. Il forex è un mondo imprevedibile p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Permettetemi un “off topics” sulla questione privacy e social network  . Credo che tut
Nonostante il mercato americano chiuso per il Martin Luther King day, gli scambi sugli altri sottost
Scheda con migliori rendimenti, scadenze, taglio minimo, codice ISIN delle obbligazioni corporate
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i