Cervelli in fuga: Medio Oriente, pro e contro di una scelta di vita (Parte 3)

Scritto il alle 12:10 da Redazione Finanza.com

In Italia i giovani fanno sempre più fatica a trovare lavoro e a guadagnare una posizione per poter mettere le basi per la costruzione di una famiglia o comunque per intraprendere un progetto di vita a lungo termine. La crisi ha quasi azzerato tutte le possibilità e ha fatto perdere la fiducia di questi giovani nei confronti del loro Paese e di chi lo governa.

Sono sempre di più, quindi, quelli che dopo aver conseguito un titolo di studio universitario decidono di andare all’estero a tentare la fortuna, soprattutto dove ancora si può sperare in una carriera basata sulla meritocrazia e dove vengono offerti stipendi elevati sulla base dei meriti e delle effettive capacità.

Una delle mete che recentemente sta riscuotendo maggiore successo tra chi decide di emigrare in cerca di lavoro è il Medio Oriente e in particolare la zona degli Emirati Arabi quindi Dubai, Abu Dabhi, Qatar. Va però specificato che scegliere di trasferirsi in questa zona non è facile e nonostante gli stipendi mediamente più elevati per le eccellenze italiane, la vita risulta essere radicalmente diversa rispetto a quella che siamo abituati ad affrontare in Occidente ed è necessario una buona dose di adattabilità. Anche per questo sono proprio i giovani coloro che riescono ad adattarsi meglio a questo stile di vita.

PRO

– Tra i fattori che spingono maggiormente i nostri laureati a fare il grande passo per trasferirsi in Medio Oriente ci sono come già detto gli stipendi, che confrontati a quelli che vengono offerti in Italia a chi mette il primo piede nel mondo del lavoro sono senza dubbio allettanti, si parla di cifre due o tre volte superiori di base che nel tempo arrivano ad essere anche superiori di cinque o sei volte.

– Questi stipendi così elevati, uniti ad una qualità della vita ottimale e a città estremamente sviluppate e dotate di qualsiasi comfort di cui un giovane ha bisogno per vivere serenamente, oltre che strutture sanitarie leader a livello mondiale, rappresentano senza dubbio dei fattori importanti che possono condizionare positivamente una scelta di vita così radicale.

– Il Qatar sarà inoltre una delle mete più ricercate nei prossimi anni. Per i Mondiali di Calcio del 2022 il Qatar ha deciso di investire 200 miliardi di dollari nei prossimi anni per le infrastrutture necessarie ad ospitare la più grande manifestazione calcistica del mondo. Oltre agli stadi, circa 140 miliardi di dollari saranno destinati ai trasporti (metro, aeroporti, strade) mentre 20 miliardi saranno destinati alle strutture alberghiere visto che durante i Mondiali sono attesi oltre 400 mila turisti.

CONTRO

Ma bisogna fare attenzione anche a quelli che potrebbero essere i fattori negativi, legati soprattutto alla cultura come già spiegato qualche riga sopra, perché si tratta di Paesi con una radicata cultura islamica dove sono vietati alcuni comportamenti da noi considerati “normali”.

Senza dimenticare le difficoltà che si possono incontrare nell’imparare una lingua complicata come l’arabo, indispensabile, anche se qui è molto diffuso anche l’inglese.

LE PROFESSIONI PIÚ RICERCATE

Senza dubbio, sono gli ingegneri i lavoratori che hanno maggiori possibilità in queste zone, ma anche il personale medico e quello deputato all’information technology e alla ristorazione. L’offerta di lavoro è quindi piuttosto ampia ma si richiedono ovviamente specializzazioni elevate e grandi capacità organizzative, oltre che un’ottima conoscenza almeno della lingua inglese.

SITI UTILI

Per maggiori informazioni si possono consultare siti come Go4constructionjobs.com, Easyexpat.com e Caboto.info, solo per citarne alcuni dei più utilizzati.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Le borse continuano a correre. Ma già adesso si nota che sul mercato obbligazionario qualcosa si
Analisi Tecnica La figura in harami ha fatto il suo lavoro nel breve ma la doji di indecione sul te
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Favorito da un contesto positivo alimentato dalle chiusure senza tensioni a Wall Street e a Tokyo, i
Bob Rich il cartonist di Hedgeye che allieta da tempo le nostre pagine è un fuoriclasse nel met
L’Inps si conferma sempre di più come un ente onnivoro, basti ricordare l’incorporazione de
Nei giorni passati abbiamo abbondantemente parlato del ruolo delle banche centrali e delle prome
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
  Questo articolo è scritto per coloro che, in barba a tutti gli avvertimenti, stanno "
Prima di parlare della patetica conferenza di Powell ieri davanti alla Commissione dei serivizi