Azioni DMA, quando la liquidità offre un prezzo migliore

Scritto il alle 09:56 da Redazione Finanza.com

Il trading sulle azioni ha storicamente attratto l’attenzione degli investitori italiani, attratti dalla possibilità di beneficiare delle repentine variazioni di prezzo che detta asset class garantisce. IG offre ai risparmiatori un modo diverso di fare trading sulle azioni, da sviluppare tramite i CFD del broker inglese.

L’investimento in questa tipologia di prodotto offre diverse opportunità agli investitori, sia in un’ottica di maggiore liquidità garantita dal sistema di trading adottato dall’intermediario sia a livello operativo. La differenza maggiore sta nella detenzione del sottostante nel proprio portafoglio. Mentre un investimento diretto in azioni porta il risparmiatore a detenere nel proprio conto titoli le azioni dematerializzate della società su cui si è puntato, l’uso dei CFD non prevede la consegna dei titolo sottostanti. Questi rimangono sul conto titoli di IG, a disposizione di quelli investitori che, oltre a fare trading su una determinata società, volessero partecipare a operazioni straordinarie come possono essere gli aumenti di capitale. E’ la fattispecie di coloro che per esempio volessero sottoscrive l’aumento di capitale di Rcs iniziato questa settimana.

Il vantaggio più evidente di utilizzare i CFD sui titoli azionari italiani, ma non solo, è dato dall’effetto leva che questo strumento consente di sfruttare grazie alla marginazione richiesta. Prendendo in esame il caso italiano, chi volesse operare sulle 40 società a maggiore capitalizzazione che compongono il FTSE Mib potrà iniziare a tradare mettendo a margine solo il 5% del valore complessivo dell’investimento. Tale variabile si adegua in proporzione all’impegno totale su una determinata società, tuttavia la soglia massima di margine richiesto da IG non supera mai il 75% del valore complessivo dell’investimento.

I clienti IG hanno due differenti possibilità per approcciarsi ai CFD sui titoli azionari. Da un lato possono scegliere la modalità OTC nella quale la profondità del Book è limitata al solo primo livello di denaro/lettera ma con la garanzia, data per l’appunto dallo stop loss garantito, che anche in caso di salti di prezzo del sottostante permette di chiudere l’operazione al valore inizialmente fissato; dall’altro gli investitori possono decidere di utilizzare un’operatività DMA.

Acronimo di Direct Market Access, questa tipologia operativa offre agli investitori il 30% di liquidità in più rispetto alla normalità. Tale differenza è dovuta al fatto che accanto ai valori e ai volumi riscontrabili sul circuito di Borsa Italiana, IG aggrega gli ordini di acquisto e vendita presenti sugli altri circuiti MTF come quelli offerti da Bats o dalle altre piattaforme multilaterali di scambio.

Questa maggiore liquidità offre così la possibilità all’investitore di poter ottenere prezzi migliori rispetto a quanto potrebbe ottenere operando direttamente sui titoli italiani stando sul circuito tradizionale organizzato da Borsa Italiana. Possibilità incrementata anche dall’aggregatore di prezzi bid/ask sviluppato da IG, fattore che consente al cliente del broker anglosassone di vedere sul proprio book i migliori valori di denaro e lettera presenti sul mercato.

Il vantaggio sullo spread offerto da tale soluzione non è tuttavia l’unico che l’operatività DMA consente. Specie in fasi di mercato nervose e volatili, l’uso nel trading delle azioni DMA permette di avere sempre la possibilità di operare sul mercato anche quando il circuito di Borsa Italiana subisce uno stop. Una fattispecie del genere accadde nell’estate del 2011: con il mercato italiano colpito dalla speculazione internazionale la struttura IT di Borsa Italiana ebbe delle difficoltà che portarono alla chiusura momentanea delle contrattazioni. In momenti in cui i prezzi delle azioni di tutta Europa erano in preda alla volatilità, l’investitore che avesse fatto trading con le azioni DMA offerte da IG avrebbe potuto liquidare, invertire o incrementare la propria posizione su un determinato sottostante. Il risparmiatore che invece avesse voluto fare trading utilizzando il metodo classico non avrebbe potuto fare nulla se non assumersi una porzione di rischio maggiore.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: , , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Di economia e finanza avremo tempo e modo di parlarne ancora, Machiavelli è il luogo migliore p
Se c'è una cosa che non manca tra i sostenitori di Bitcoin e criptovalute, è l'ironia verso il
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2018 Range: 21712 – 26951 Uscita
Il rimbalzo della settimana scorsa è stato macchiato da un venerdi dove si sono chiuse prudenzial
Ftse Mib. L'indice italiano torna a sfidare nuovamente quota 17.000 punti. Prevale anche oggi la cau
Tutto rimandato di due settimane. Non viene raggiunto l’accordo dai leader dell’Unione Europea
Alla fine qualcuno al governo, probabilmente il Movimento Cinque Stelle, o meglio quei pochi che
Nonostante le perfomance rialziste, in particolar modo su S&p che non smette mai di stupire, gli
FED e BCE unite in un Unlimited QE. Manca all'appello la PBoC ma arriverà anche lei. Intanto il m
Ieri negli USA abbiamo avuto la conferma che la situazione economica si sta velocemente deterior