A 40 anni un italiano su 4 vive con la paghetta di mamma e papa’. I giovani pensano a scappare

Scritto il alle 11:20 da Redazione Finanza.com

 

 

La crisi economica e finanziaria non accenna a diminuire e a farne le spese sono soprattutto i giovani per i quali il tasso di disoccupazione continua a palesare, purtroppo, una inarrestabile ascesa. Una recente indagine portata avanti dalla Coldiretti in collaborazione con la società di ricerca SWG ha evidenziato quanto la crisi stia cambiando la società italiana. Secondo la ricerca, il 28% degli italiani con età compresa tra i 35 anni e i 40 anni, riesce a vivere soltanto grazie alla cosiddetta “paghetta” che i genitori versano settimanalmente. 
Una situazione che soltanto fino a 4 – 5 anni sarebbe stata impensabile e che evidenzia quanto sia palese il disagio sociale che si sta vivendo. Un dato che si fa molto più consistente se si prendono in considerazione le altre fasce di giovani. Infatti, ben il 43% dei giovani con età compresa tra i 25 ed i 34 anni necessitano della paghetta, percentuale che sale addirittura all’89% per la fascia di età che va dai 18 ai 24 anni. Numeri davvero allarmanti e che dipingono una situazione nella quale la famiglia riveste un ruolo di ammortizzatore sociale fondamentale ed imprescindibile e dal quale, loro malgrado, sono costretti ad attingere la maggiore parte dei giovani vista l’incredibile mancanza di lavoro. Ovviamente nei dati appena evidenziati la stragrande maggioranza dei giovani che hanno bisogno dell’aiuto dei genitori, sono disoccupati, anche se nella stessa ricerca viene rimarcato il fatto che tra quelli occupati ben il 27% percepisce un reddito mensile decisamente insufficiente per cui necessita di un supporto da parte dei propri genitori per poter far fronte alle impellenze che la vita di tutti i giorni propone.

Commentando questi preoccupanti dati, il presidente della Coldiretti Sergio Marini ha sottolineato come sia ormai chiaro che la famiglia rivesta un ruolo fondamentale anche a livello economico e come ciò stia influenzando anche le scelte dei giovani che preferiscono vivere nel 51% dei casi insieme ai propri genitori soprattutto per necessità. Se si va a snocciolare quest’ultimo dato si evince che vivono con i propri genitori il 26% dei giovani con età tra i 35 ed in 40 anni, il 48% di quelli che hanno età compresa tra i 25 ed i 34 anni ed infine l’89% di quelli con età tra i 18 ed i 24 anni. Sempre secondo queste stime, la situazione varia leggermente per quei giovani che lavorano nel settore agricolo, dove la percentuale di chi vive insieme ai propri genitori è influenzata maggiormente da una scelta di vita piuttosto che da un’impellenza economica.

Chiaramente, lo scenario dipinto è davvero molto negativo e questo fa in modo che gli stessi giovani abbiano poca fiducia nel fatto che in futuro le cose possano migliorare. Infatti, il 61% pensa di potersi trovare a vivere un futuro nel quale le condizioni economiche saranno notevolmente peggiori rispetto a quelle avute dai rispettivi genitori. Infine, l’ultima parte della ricerca evidenzia come i giovani siano disposti a prendere in considerazione qualsiasi soluzione pur di trovare lavoro. Il 32% delle persone sotto i 40 anni sarebbe disposta a lavorare come spazzino ed il 34% come pony express. Ci sono poi coloro, il 39%, che si accontenterebbero anche di un lavoro con un reddito da meno di cinquecento euro al mese e ben il 51% dei giovani sotto ai quarant’anni si dichiara pronto ad andare via dall’Italia pur di trovare un’occupazione.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)
1 commento Commenta
dfumagalli
Scritto il 29 agosto 2013 at 01:59

“ben il 51% dei giovani sotto ai quarant’anni si dichiara pronto ad andare via dall’Italia pur di trovare un’occupazione”

Sonoe emigrato dall’Italia e non mi sono mai trovato meglio. Da disoccupazione cronica senza speranza a lavoro fisso, con conoscenti che chiedono se ho un’ora o due per fare altri lavoretti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Uno dei problemi chiave del momento in cui viviamo è sicuramente il debito. Poi mettetela come
Il mercato prima corregge e poi rimbalza. la configurazione del COT Report cambia di pochissimo.
Ftse Mib: l'indice italiano si riporta nei pressi della media mobile 200 periodi in attesa degli imp
E' corsa ai regali di Natale 2019. Soprattutto per i bambini che si confermano anche quest'anno
Vediamo come si sta preparando l'indice guida a chiudere questa scoppiettante annata contraddistinta
Alle piazze in fibrillazione in tutto il mondo, si unisce anche quella di Parigi che  protesta cont
Guest post: Trading Room #344. Parte la correzione ma in chiusura di settimana il mercato recupera
Oggi partiamo da qui tanto per cambiare, ormai non c'è più nulla che corrisponde alla realtà
Analisi Tecnica La violazione del supporto ha fatto si du chiudere il gap e a testare l'area di sup