Dicembre 2012: il rally sotto l’albero?

Scritto il alle 14:40 da Redazione Finanza.com

Intonazione positiva questa mattina sui listini, che fa ben augurare per il tanto auspicato possibile rally di dicembre. L’indice Pmi cinese relativo a novembre è stato leggermente rivisto al rialzo a 50,5 punti dai 50,4 punti della lettura preliminare, registrando la sua prima espansione dopo 13 mesi: la statistica rafforza la tesi che la politica economica cinese stia dando i propri effetti, sebbene la borsa cinese sia tuttora ancorata sui livelli più bassi dal 16 gennaio 2009.

Lato Stati Uniti, perdura l’ottimismo del presidente Obama circa una risoluzione del fiscal cliff prima di natale, repubblicani permettendo, mentre l’Eurogruppo, in serata, è appuntamento degno di attenzione ma dopo le decisioni prese sugli aiuti alla Grecia non dovrebbero emergere particolari novità: la Grecia ha infatti lanciato un piano di riacquisto volontario di titoli di stato da 10 miliardi di euro, a prezzo scontato (i detentori di titoli dovranno presentare le loro obbligazioni entro venerdì per ricevere in cambio un pagamento tra il 32,2 e il 40,1% del valore nominale). Segnali di distensione anche dalla Germania, dove la cancelliera Angela Merkel apre all’ipotesi contro si è fino a ora sempre opposta della cancellazione del debito della Grecia.

Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti torna ai minimi dal marzo scorso sotto quota 300, e tutte le asset class rischiose continuano a crescere rinforzando il trend delle ultime sedute: la Borsa di Tokyo ha chiuso sui massimi degli ultimi sette mesi, sfondando nel corso della seduta la soglia dei 9.500 punti in scia all’indebolimento dello yen.

Sul nostro Ftsemib rimane intatto il segnale positivo emerso giovedì con la chiusura di seduta al di sopra della trendline ribassista discendente dai massimi del 14 settembre e 18 ottobre 2012: target a 16200 prima e 16500 poi, sui massimi di periodo.

Attenzione soprattutto al Dax: ad eccezione di una sola seduta, sono 11 le sessioni positive di fila. Nel caso fosse confermata la rottura a rialzo della resistenza chiave a 7450, questo potrebbe dare spazio ad ulteriori acquisti che potrebbero riportare l’indice tedesco nelle prossime sedute verso area 7615, massimo dal maggio 2011 (sottolineiamo come da giugno 2012 tutte le performance mensili del Dax siano risultate positive).

Anche l’eurusd rimane ben impostato al rialzo, al top da sei mesi, al momento al test della resistenza posta in area 1.3065: probabile che la corsa oggi si fermi qui, anche a vedere l’RSI, ma per le prossime sedute il mood rimane rialzista con target la resistenza a 1.3120.

Suggeriamo posizioni long anche su eurgbp (target 1.8160) ed eurchf, dopo la tenuta della MM200 su chart daily il cambio potrebbe accelerare vivacemente verso area 1.2150.

Attenzione anche ad eurjpy: nel caso ci fosse realmente un avvicendarsi nel governo del paese (e di conseguenza una politica monetaria più aggressiva nei confronti del superyen) gli spazi di caduta nei confronti dell’euro sono ancora di indubbio interesse, con target a 115 (dove transita la media mobile di lungo periodo su grafico orario).

Pietro Aldo Arriciati Sales executive AFX Capital Markets

Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Analisi Tecnica Andiamo in rottura della resistenza a 26400 e raelizziamo una shooting star di inve
Con questa citazione alla "Guido Meda" introduco il nuovo video di TRENDS che si preannuncia MOLTO
In Italia la “guerra alla liquidità” lasciata sul conto corrente è oramai un mantra per il sis
Ftse Mib. Dopo il test della trend line rialzista (avviata dai minimi di ottobre 2020 e confermata
Opzioni e Future 22 Ottobre. I principali indici azionari giovedì hanno avuto movimentazioni e c
China Evergrande Group ha fornito fondi per pagare gli interessi su un'obbligazione in dollari U
Cara Chiara, in questo momento non è facile per noi condividere la tristezza del nostro cuore,
Il futuro è incerto, da sempre, e mai come oggi ci sono tante varianti che possono condizionare
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Opzioni e future 21 Ottobre. Gli indici azionari mercoledì si sono stabilizzati in modo eterogen