Archivi tag: russia

Scritto il alle 15:36 da Redazione Finanza.com

A seguito della crisi politico-militare con l’Ucraina, le sanzioni economiche introdotte nel 2014 dall’Unione europea nei confronti della Russia e le reazioni di Mosca sono costate al made in Italy 3,6 miliardi di euro. A lanciare l’allarme l’ufficio studi della … Continua a leggere

Scritto il alle 07:10 da Redazione Finanza.com

L’import mondiale di vino dei primi 5 mesi del 2015 evidenzia luci ed ombre. Le luci riguardano una ritrovata Cina i cui flussi di importazione – dopo un deludente 2014 – sembrano essersi ripresi in maniera convinta (+51% in valore, … Continua a leggere

Scritto il alle 17:44 da Redazione Finanza.com

BRICS è un acronimo utilizzato in economia internazionale per riferirsi ai seguenti cinque stati: Brasile Russia India Cina Sudafrica Fu l’economista inglese Jim O’Neill, a fine 2001, ad identificare, in un documento redatto per la Banca di investimenti Goldman Sachs, un nuovo … Continua a leggere

Scritto il alle 15:43 da Redazione Finanza.com

All’Expo 2015 la Russia occuperà un’area di 4 mila metri quadrati: il padiglione è stato progettato dallo studio Speech, dei famosi architetti Sergei Choban, Alexei Ilin e Marina Kuznetskaya, che si sono ispirati nella sua creazione alle costruzioni con i cui … Continua a leggere

Scritto il alle 15:17 da Redazione Finanza.com

Allarme ambientale e idrico in Russia. Il lago siberiano Baikal è sceso sotto la soglia critica e potrebbe continuare a diminuire fino ad aprile e maggio. Il lago Baikal è la maggiore riserva d’acqua dolce al mondo ed è patrimonio … Continua a leggere

Scritto il alle 15:00 da Redazione Finanza.com

Ucraina orientale come la penisola balcanica? Il paragone appare tutt’altro che azzardato, alla luce di una guerra civile che ormai da mesi insanguina la penisola di Crimea e le regioni limitrofe dell’ex repubblica sovietica. Con l’Unione Europea, accoppiata franco-tedesca in … Continua a leggere

Scritto il alle 11:08 da Redazione Finanza.com

Torna a scaldarsi il fronte Ucraina. Ieri il cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha incontrato a Washington il presidente americano, Barack Obama, per discutere di come risolvere il conflitto nell’Est del Paese in vista del vertice di mercoledì a Minsk tra … Continua a leggere

Scritto il alle 11:12 da Redazione Finanza.com

E’ in corso il G7 a Bruxelles, il vertice da cui la Russia è stata esclusa. Herman Van Rompuy, capo del Consiglio europeo, ha fatto sapere che è prematuro parlare di un ritorno della Russia tra i grandi, perché dipenderà … Continua a leggere

Scritto il alle 11:32 da Redazione Finanza.com

Che l’egemonia delle tre sorelle americane (Standard & Poor’s, Moody’s e Fitch) sui rating sia destinato a finire? La Russia e la Cina ci stanno provando con la creazione di una propria agenzia di rating, che sia indipendente dai poteri … Continua a leggere

Scritto il alle 16:56 da Redazione Finanza.com

Pesanti scontri a Slovyansk, nell’Est dell’Ucraina. Il governo dell’Ucraina ha sferrato un attacco per riprendere il controllo della città. Per Putin, Kiev ha distrutto gli accordi di Ginevra.

Articoli dal Network di Finanza.com
Mancano ancora dei segnali importanti ma guardando i grafici intermarket sembra proprio che ci s
Da Montalbano ai Cesaroni, da Don Matteo a Rocco Schiavone, quanto costano le case nell’Italia
In molti si sono chiesti in questi giorni: “ma come è possibile far salire i tassi di interes
Ftse Mib: dopo la rottura di ieri dei 22.500 punti l'indice tricolore oggi intende recuperare tale l
Due sono i temi che appassionano da sempre e che hanno impatti mediatici oscillanti a seconda del co
sho Italia, la principessa sullo spread, questo probabilmente sarà il titolo del mio prossimo li
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Et voilà. Intermarket docet. Ne ho parlato copiosamente nei giorni scorsi e soprattutto nel vi
Ftse Mib: il Ftse Mib apre debole oggi e si mantiene ancora sul supporto statico dei 22.500 punti. N
Alla fine avevano ragione loro, Galbraith e Friedman le banche centrali servono a poco o a nulla