Spesa: stangata in arrivo, da gennaio obbligatori sacchetti frutta e verdura. Costo fino a 50 euro annui

Scritto il alle 12:18 da Redazione Finanza.com

A partire dal prossimo 1 gennaio un nuovo balzello si abbatterà sui consumatori italiani. I sacchetti utilizzati nei supermercati per imbustare frutta, verdura, pesce, affettati e altri prodotti alimentari diventeranno a pagamento. Lo prevede la nuova norma introdotta dal Decreto legge Mezzogiorno, secondo cui i sacchetti leggeri e ultraleggeri, ovvero con spessore della singola parete inferiore a 15 micron, siano biodegradabili e compostabili, con un contenuto minimo di materia prima rinnovabile di almeno il 40%, non possano essere riutilizzabili e debbano essere distribuiti esclusivamente a pagamento. Questo significa che ogni volta che si va a fare la spesa al supermercato occorrerà pagare dai 2 ai 10 centesimi di euro per ogni sacchetto, e sarà obbligatorio utilizzare un sacchetto per ogni genere alimentare, non potendo mischiare prodotti che vanno pesati e che hanno prezzi differenti.

Ciò comporterà un aggravio di spesa a carico dei consumatori, con una stangata su base annua che varia dai 20 ai 50 euro a famiglia a seconda della frequenza degli acquisti nel corso dell’anno. Lo calcola il Codacons, che considera questa nuova pratica una nuova tassa occulta a carico dei consumatori. “Si tratta di una vera e propria tassa occulta a danno dei cittadini italiani che non ha nulla a che vedere con la giusta battaglia in favore dell’ambiente – spiega il presidente di Codacons, Carlo Rienzi. L’associazione dei consumatori si dice pronta a fare battaglia legale contro questa nuova norma. “Abbiamo già inviato una istanza d’accesso al Ministero dell’economia per conoscere tutti i dettagli di tale norma ingiusta, e siamo pronti a dare battaglia impugnando nelle sedi competenti un provvedimento ingiusto che finisce solo per introdurre aggravi di spesa sulle spalle dei consumatori”, ha fatto sapere il Codacons.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Non c’è dubbio che il periodo che stiamo vivendo non è certo dei più semplici. Qui. In Ital
Ftse Mib: l'indice italiano tenta il rimbalzo in avvio, dopo il forte calo registrato a partire dal
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Il Consiglio dei Ministri si è riunito lunedì 15 ottobre 2018, alle ore 19.31 a Palazzo Chigi,
  La grande correzione che stiamo vedendo a Wall Street va ad anticipare quelli che sono gli
Analisi Tecnica Da quanto era forte la pressione ribassista l'area critica di supporto 20230-20260
Forse qualcuno di Voi se lo ricorda, lo scorso anno abbiamo scritto un post che prendeva in cons
Stoxx Giornaliero Buonasera, per non perdere il filo del racconto sullo Stoxx, riporto questo
DJI Giornaliero Buongiorno, finalmente abbiamo degli elementi nuovi che riguardano lo storico
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )