Cerca nel Blog

Elizabeth Holmes: la più giovane donna che si è fatta (e rovinata) da sola

Scritto il alle 15:04 da Redazione Finanza.com

Elizabeth HolmesDalle stelle alle stalle. E’ la dinamica della carriera di Elizabeth Holmes, la più giovane donna che si è fatta (ma anche rovinata) da sola. Da studentessa universitaria, Holmes è riuscita a diventare la sesta giovane imprenditrice più ricca d’America, secondo Forbes, per poi finire sul lastrico. La sua storia è strettamente legata alla startup Theranos, che fondò nel 2003.

Le origini e gli studi
Holmes nasce nel febbraio del 1984 a Washington da una famiglia medio borghese: il padre Christian lavora in progetti di sviluppo internazionale per l’agenzia federale Usaid, mentre la madre Noel è consulente politica al Campidoglio. All’età di 9 anni, lei e il fratello minore si trasferiscono a Houston, in Texas, per ragioni lavorative dei genitori. In quell’occasione in una lettera al padre Elisabeth Holmes scrive: “Quello che voglio veramente dalla vita è scoprire qualcosa di nuovo, qualcosa che l’umanità considera impossibile fare”. La sua determinazione è evidente anche a scuola. Ancora al liceo, la giovane Holmes riesce a farsi ammettere a un corso di mandarino riservato solo agli universitari presso la Stanford University, dove poi si iscrive per frequentare il corso di ingegneria chimica e vince una borsa di studio da utilizzare su un progetto di ricerca. Da qui parte per Singapore, per lavorare in un laboratorio e studiare la Sars attraverso la raccolta di campioni di sangue. Quell’esperienza traccerà la sua nuova strada da imprenditrice.

La startup Theranos e il successo
Durante i suoi studi sul sangue, Holmes presenta il suo primo brevetto e decide di lasciare gli studi per dedicarsi completamente al suo nuovo progetto: la startup Theranos. L’idea è quella di fare test del sangue più rapidi e meno costosi, senza più siringhe e lunghi tempi di attesa, ma soltanto con un piccolo foro al dito. Poche gocce di sangue per avere informazioni sulla propria salute in meno di 4 ore. Il progetto suscita subito l’interesse di molti investitori e il sostegno di personaggi come Larry Elison, fondatore di Oracle. Tanto che nel giro di pochi anni dalla sua fondazione (nel 2003) la startup riesce a raccogliere in un solo round fino a 400 milioni di dollari. Gli investimenti portano la Theranos a una valutazione di ben 9 miliardi di dollari nel 2015. Un successo che rende la Holmes la sesta più ricca imprenditrice sotto i 40 anni di età degli Stati Uniti, con un patrimonio pari a 4,5 miliardi di dollari. Forbes la incorona come la donna che si è fatta da sola più ricca al mondo, a soli 31 anni di età.

Il declino della startup e della Holmes
Le cose iniziano a cambiare poco dopo, con un articolo-inchiesta del Wall Street Journal, che mette in evidenza alcune anomalie nella gestione dell’azienda e nella tecnologia adottata. In particolare, emerge che la Theranos non offre tutti i test che promette (240 tipi dal colesterolo al cancro), che la tecnologia adottata ha qualche falla e che non ha ancora fornito le prove sull’attendibilità dell’innovazione. Nel frattempo, alcune autorità, dalla Food and Drug Administration alla Us Securities and Exchange Commission, avviano una inchiesta e rilevano risultati del sangue imprecisi, vietando all’azienda della Holmes di usare la tecnologia di proprietà. Da lì inizia il tracollo della società. Walgreens, la catena di farmacie che aveva installato 40 postazioni Theranos nei suoi negozi in Arizona, interrompe i rapporti e scattano le cause civili e penali, ancora in corso.

In scia al tracollo di Theranos, Forbes è tornata sui suoi passi, rivendendo la valutazione della startup e il patrimonio della Holmes. Secondo i nuovi calcoli, la valutazione dell’azienda è precipitata da 9 miliardi a 800 milioni nei quali sono inclusi però la proprietà intellettuale e i 724 milioni raccolti dai venture. Di conseguenza anche il patrimonio di Elizabeth Holmes, che detiene il 50% della startup, si è ridotto drasticamente: essendo proprietaria di azioni ordinarie (e non di azioni privilegiate), in caso di fallimento dell’azienda, la Holmes verrebbe risarcita per ultima, lasciandola in pratica senza un centesimo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Straddle venduta euro stoxx 50 scadenza giugno --- lunedi 22 maggio ore 10.00 -- Calcolandosi una
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Il sentiment sembra logorato. Malgrado questo, è evidente ancora una certa forza del mercato. E s
Parliamo spesso dell’importanza delle intelligenze artificiali nell’ambito dell’esecuzione
Il lavoro agile rappresenta una delle ultime frontiere per trattenere e attirare i talenti in aziend
Guest post: Trading Room #249. Sono tanti i punti interrogativi e le fonti di incertezza che pesan
Alcuni giorni fa su twitter ho condiviso la disperazione di migliaia di inglesi per l'addio all'Eu
FTSE Mib apre la nuova settimana in calpo tornando sotto i supporti a 21.360-21.300 punti. Da monito
Lo scorso marzo a Roma c’è stata una fiacca celebrazione dei 60 anni dell’Unione Europea. Una c
Come ormai sappiamo, siamo in un momento determinante per i mercati finanziari da un punto di vista