Banca mondiale: prime obbligazioni per lo sviluppo sostenibile in yuan e rupia

Scritto il alle 12:28 da Redazione Finanza.com

La Banca mondiale ha resto noto di aver lanciato due nuove obbligazioni per lo sviluppo sostenibile denominate in renminbi cinese e in rupia indiana. Le obbligazioni sono quotate sul mercato EuroMOT di Borsa italiana con BNP Paribas in qualità di Liquidity Provider. Le obbligazioni, offerte agli investitori italiani retail, sono un’opportunità per avvicinare gli obiettivi finanziari di chi investe alla sostenibilità sociale e ambientale. E’ la prima volta che la Banca mondiale offre obbligazioni in queste due valute.

Il bond in renminbi offre una cedola fissa annuale del 2,5% in euro. Alla scadenza la Banca mondiale rimborserà agli investitori il 100% del capitale nominale investito in yuan (con pagamento a scadenza regolato in euro).

L’obbligazione in rupie corrisponde una cedola fissa annuale pari al 5,8% in euro e alla scadenza rimborsa il 100% del capitale nominale investito in rupie con pagamento regolato in euro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno e buona domenica, riprendiamo il discorso sullo sviluppo ciclico
Mancano ancora dei segnali importanti ma guardando i grafici intermarket sembra proprio che ci s
Da Montalbano ai Cesaroni, da Don Matteo a Rocco Schiavone, quanto costano le case nell’Italia
In molti si sono chiesti in questi giorni: “ma come è possibile far salire i tassi di interes
Ftse Mib: dopo la rottura di ieri dei 22.500 punti l'indice tricolore oggi intende recuperare tale l
Due sono i temi che appassionano da sempre e che hanno impatti mediatici oscillanti a seconda del co
sho Italia, la principessa sullo spread, questo probabilmente sarà il titolo del mio prossimo li
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Et voilà. Intermarket docet. Ne ho parlato copiosamente nei giorni scorsi e soprattutto nel vi