Banca mondiale: prime obbligazioni per lo sviluppo sostenibile in yuan e rupia

Scritto il alle 12:28 da Redazione Finanza.com

La Banca mondiale ha resto noto di aver lanciato due nuove obbligazioni per lo sviluppo sostenibile denominate in renminbi cinese e in rupia indiana. Le obbligazioni sono quotate sul mercato EuroMOT di Borsa italiana con BNP Paribas in qualità di Liquidity Provider. Le obbligazioni, offerte agli investitori italiani retail, sono un’opportunità per avvicinare gli obiettivi finanziari di chi investe alla sostenibilità sociale e ambientale. E’ la prima volta che la Banca mondiale offre obbligazioni in queste due valute.

Il bond in renminbi offre una cedola fissa annuale del 2,5% in euro. Alla scadenza la Banca mondiale rimborserà agli investitori il 100% del capitale nominale investito in yuan (con pagamento a scadenza regolato in euro).

L’obbligazione in rupie corrisponde una cedola fissa annuale pari al 5,8% in euro e alla scadenza rimborsa il 100% del capitale nominale investito in rupie con pagamento regolato in euro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Il Ftse Mib prova a impostare un tentativo di rimbalzo dopo il tonfo di ieri, confidando nella tenut
L'ultimo treno, quale migliore metafora per definire quello che sta accadendo in Europa, un titolo
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
SENTIX: scende sotto lo ZERO l'indice di fiducia degli investitori. Ma occorre andare oltre a ques
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano apre debole riavvicinandosi pericolosamente al supporto statico collocat
Lo schiaffone di venerdi è sicuramente pesante da digerire. Una debacle che nasce fondamentalme
La questione dei mutui, in particolare il rischio di un possibile aumento e inasprimento delle c
Per rafforzare l’integrazione pensionistica complementare la Commissione Ue fin dal giugno 2017 ha
Guest post: Trading Room #302. La settimana scorsa è stata una delle peggiori dell'anno per la bo