Cerca nel Blog

Uomini contro macchine in Borsa: chi vincerà la grande sfida del trading?

Scritto il alle 16:09 da Redazione Finanza.com

trader_computer_trading_ShutterstockUomini contro macchine in Borsa, ovvero il trading discrezionale contro quello algoritmico, è la grande sfida tra i due modi di operare sui mercati finanziari, il cui vincitore non è stato ancora decretato. Entrambi, infatti, presentano vantaggi e difetti. Da una parte, le proprie strategie, la propria esperienza e intuizione che si adattano facilmente alle condizioni del mercato, ma richiedono una certa conoscenza e soprattutto sangue freddo. Dall’altra, un sistema automatico di algoritmi e meccanismi precisi che assicura minori stress emotivi ma non tiene conto degli eventi fondamentali che potrebbero influenzare i mercati. Quale è più vincente?

Una risposta potrebbe arrivare nel corso dell’evento intitolato “Uomini contro macchine: la grande sfida del trading”, che si tiene a Milano il prossimo 5 e 6 luglio. Una due giorni che vedrà scendere in campo i più grandi esperti italiani dei mercati finanziari per sfidarsi a Borse aperte, seguendo le due opposte modalità di trading. La battaglia sarà all’ultimo ordine in una carrellata di temi specifici: dalla gestione al rischio di portafoglio, alle tecniche di trading su azioni fino all’operatività con i futures. Tra i nomi, quello di Salvatore Gaziano, Bruno Moltrasio e Pietro Di Lorenzo. Per ogni sfida, gli esperti si sottoporranno al giudizio finale del pubblico, che decreterà il vincitore. Le battaglie saranno condite anche da momenti di cultura, confronto e didattica sulle strategie di trading, che renderanno l’evento un’importante occasione di formazione.

La due giorni, completamente gratuita, è organizzata da Webank (sul sito webank.it tutte le informazioni), il canale online di Banca Popolare di Milano da sempre attivamente impegnato nella formazione rivolta a trader sia neofiti che con esperienza. Sono numerosi infatti gli eventi e i corsi, con diversi livelli di conoscenza, che vengono organizzati nel corso di tutto l’anno e in numerose città italiane che permettono di imparare, approfondire e migliorare le proprie strategie ed esperienze di trading. Come quello a Genova il prossimo 23 giugno su “Mercati, indicatori, trading”, o la nuova tappa a Milano del 24 giugno sulla piattaforma T3, o ancora il webinar del 30 giugno su “Tradare il trend: mito o realtà”.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
1 commento Commenta
st.ros
Scritto il 21 giugno 2016 at 18:47

In entrambi i casi c’è un problema morale in campo religioso; il trading è solo per intermediari. Nessun privato dovrebbe avvicinarsi a questa modalità di ricerca del denaro che è un’attività sterile e improduttiva di beni o servizi e che tiene la mente attaccata agli indici di borsa provocando attaccamento al denaro.
Per chi non lo avesse ancora letto

http://tradingonline-un-problema-morale.blogspot.it/

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 1 vote)

Articoli dal Network di Finanza.com
L'euforia per la Trumponomics sembra scemare davanti ai primi scogli che sembrano difficili da super
  Al link che trovate di seguito, pubblico la presentazione fatta durante l'eve
L’ora legale sta per tornare. Come di consueto l'appuntamento con il cambio dell'ora è fissato pe
Indice EuroStoxx50 e Settore Bancario
Vi siete sempre chiesti come, in realtà, fosse il confronto (a livello di performance) tra:
No Ragazzi, non è un foto montaggio è una foto autentica, questo è Trump ieri in versione spett
Il FTSE Mib in apertura soffre la presenza di una resistenza di matrice dinamica, disegnata sul graf
Sono ormai anni che si discute di quali siano le responsabilità della moneta unica. Se non ci f
Ieri c’è stato l’incontro a Roma tra il ministro del Lavoro Poletti e i segretari generali di C