ITFORUM 2016: trader più focalizzati sul breve termine

Scritto il alle 16:08 da Redazione Finanza.com

Cambiano alcune delle abitudini di investimento degli italiani che fanno trading. L’indagine “e-trading 2016”, presentata da Anna Ponziani oggi in occasione di ITFORUM 2016, evidenzia che ben il 29% del proprio patrimonio finanziario nei primi mesi dell’anno è andato in investimenti di breve termine, livello superiore di 7 punti percentuali rispetto al 2015; in diminuzione la quota investita in prodotti finanziari (-4% per fondi e ETF).
L’indagine è relativa ai comportamenti di trader e investitori nei primi quattro mesi dell’anno ed è stata condotta su 579 persone che partecipano o hanno partecipato ad Investment&Trading Forum. Il profilo socio-demografico è rappresentato per il 92% da uomini (-1% su dato 2015), di età compresa tra i 35 e i 54 anni per il 51% con un livello di scolarità alto (85% del campione ha il diploma superiore o la laurea). Il campione di ITF è composto in buona parte da persone che possono disporre del proprio tempo e sono quindi in grado di seguire i propri investimenti durante l’apertura di Borsa: liberi professionisti, lavoratori autonomi, commercianti, pensionati, commercianti, trader costituiscono la metà degli intervistati.

Nei primi quattro mesi dell’anno l’operatività è stata concentrata soprattutto su azioni italiane (-5%) ETF (-5%), derivati ed opzioni (+4%), valute, titoli di Stato e obbligazioni (-9%).Il 39% (la metà rispetto al campione dello scorso anno) dichiara di aver guadagnato nei primi mesi del 2016, il dato sale al 55% degli intervistati in un arco temporale di dodici mesi. Il campione gestisce i suoi risparmi soprattutto online e spesso anche tramite smartphone. Questi strumenti sono utilizzati nella media più per accedere ad informazioni e notizie che per operare online. Rispetto allo scorso anno, è aumentato l’utilizzo di smartphone per accedere ai servizi bancari. L’81% degli intervistati intende continuare a fare trading anche nel prossimo futuro indipendentemente da come andranno i mercati.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
1 commento Commenta
st.ros
Scritto il 19 maggio 2016 at 17:19

Non si deve fare trading nel breve perché la pratica di ricerca del denaro in questo modo è fattibile all’interno della morale laica ma vista all’interno della morale religiosa vuol dire attaccamento all’idea del denaro, è attività speculativa che non sviluppa beni e servizi che siano di utilità anzi, essendo dagli effetti incontrollabili, si è dimostrata causa di crisi finanziarie. Bisogna avere la forza di volontà di non farsi attrarre da questa modalità rimanendo determinati nell’effettuare scelte di investimento responsabile che ha un orizzonte di medio e lungo termine.

http://tradingonline-un-problema-morale.blogspot.it/

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Articoli dal Network di Finanza.com
Con la sua relazione tecnica sugli effetti del decreto dignità sul mercato del lavoro, e la sua aud
Ormai vi sarete annoiati dei miei moniti sulla Cina. Un paese che ha un debito societario e priv
Etvoilà, all'improvviso il popolo di Icebergfinanza si rese conto di quanto importanti siano le
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Oggi il Ftse Mib si sta comportando nelle prime battute meglio degli altri indici europei dopo aver
Nei miei post ho sempre cercato di “stimolare” la mente dei risparmiatori e anche dei consul
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
I giornali vivono di mode. Tendono a pubblicare e dare maggior visibilità alle notizie “che t
Ftse Mib: l'indice tricolore tenta nuovamente il break dei 22.000 punti, anche se la conferma l'avre