Bamboccioni: continuano a crescere. A quale età le diverse tappe verso l’autonomia?

Scritto il alle 12:10 da Redazione Finanza.com

I “bamboccioni” d’Italia continuano ad aumentare, più che nel resto d’Europa. Colpa della crisi. Dalle rilevazioni Eurostat è emerso infatti come a seguito della crisi economica, tra il 2007 e il 2014, la quota degli under 35 che vivono con i genitori è aumentata di 5 punti percentuali (dal 61% al 66%), una crescita superiore a quella registrata nell’area euro (dal 47% al 49%). Secondo l’Osservatorio mensile di Findomestic, questa condizione è dettata essenzialmente dal fatto di non essere autonomi dal punto di vista economico (66%), come dimostra anche l’elevato tasso di disoccupazione giovanile in Italia. Secondo la maggior parte degli intervistati (58%), infatti, il prerequisito fondamentale per iniziare una vita autonoma è avere un lavoro.

Oltre a restare in famiglia più a lungo rispetto ai loro coetanei europei, quando i giovani italiani vanno a vivere da soli hanno comunque bisogno del supporto della famiglia. Questa necessità di supporto è avvertita maggiormente dagli uomini che delle donne (rispettivamente 79% contro 69%). Il supporto della famiglia è necessario principalmente per l’acquisto della casa o il pagamento dell’affitto (per il 67% del campione), mentre il 25% degli intervistati indica anche il pagamento delle bollette e il 22% ritiene sia importante l’aiuto che i genitori possono dare nella gestione dei bambini.

Ma oltre al distacco dalla famiglia d’origine, la strada verso l’autonomia è fatta di altre importanti tappe: il primo cellulare, la prima vacanza da soli, il primo motorino, la prima macchina. E per ciascuna di queste tappe c’è un’età più adatta. Per quanto riguarda i telefonini, il 71% degli intervistati ritiene che l’età migliore per comprarlo al proprio figlio sia quella compresa tra gli 11 e i 14 anni, mentre solo il 5% pensa sia opportuno regalare il primo cellulare entro il decimo compleanno. Per la prima vacanza senza i genitori la maggior parte degli intervistati (41%) crede che l’età giusta sia tra i 14 e i 17 anni, mentre 1 su 4 pensa che si debba aspettare la maggiore età. L’adolescenza è anche il momento giusto per il primo motorino. Il 57% degli intervistati acquisterebbe il primo scooter tra i 14 e i 16 anni, il 19% dopo i 17 anni, il 20% è invece totalmente contrario all’idea di comprare un motociclo a un ragazzo. Per quanto riguarda l’età giusta per la prima macchina, 3 intervistati su 10 (29%) ritengono coincida con il raggiungimento della maggiore età. Il 35% del campione pensa che sia tra i 19 e i 20 anni, mentre per il 24% dopo i 20 anni.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE Mib: il listino tricolore dopo aver testato venerdì la resistenza statica poco sopra 22.800 pu
Donald trump ha appena raccontato alla Merkel come intende sistemare l'Europa, mentre tacchini
Sono tutti capaci ad ammaliare le folle con discorsoni, grandi promesse e parolone che poi puntu
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Finalmente qualcosa si muove nel mondo dei derivati USA ed il COT Report ci riporta gli Small Trad
Durante la mia assenza l'indice Biotech ha stornato. Eravamo rimasti con questo in una zona di forte
Mentre la notizia dei Bitcoin Futures sta rimbalzando tra i mass-media di tutto il mondo, compre
FTSE Mib: l'indice italiano oggi è alle prese con il test dei 22.830 punti, dopo la rottura venerd
Mentre altri vi raccontano le meraviglie dell'ultimo sondaggio sull'occupazione che registra un
Guest post: Trading Room #267. Ormai siamo ad un passo da area 23000, un livello che potrebbe port