Trovare lavoro in Australia: come ottenere il visto, requisiti, limiti e possibilità

Scritto il alle 11:45 da Redazione Finanza.com

Come trovare lavoro in Australia

L’emigrazione degli italiani è ormai un dato di fatto e tra i Paesi che vengono scelti come destinazione c’è anche l’Australia, terra meta soprattutto dei più giovani che vogliono trasferirsi in una località con spiagge bellissime e campagne sterminate. Come fare per trasferirsi in Australia per lavoro? Fin da subito si può dire che non basta un biglietto aereo, di seguito le varie possibilità che variano in base ad età, lavoro svolto ed esperienza.

Working Holidays Visa: per gli under 30

La prima possibilità è riservata agli under 30, età minima 18 anni, questi possono usufruire del Working Holidays Visa (sottoclasse 417), un permesso valido 12 mesi e che permette di lavorare e studiare. I giovani che vogliono usufruire del permesso devono dedicare almeno 3 mesi del soggiorno al lavoro presso una farm, si tratta di aziende agricole che lavorano olive, vigneti e verdure, mentre il restante periodo può essere utilizzato per studiare. Il permesso può essere ottenuto dopo aver soddisfatto determinati requisiti tra cui visita medica a pagamento, biglietto di andata e di ritorno, o almeno dimostrare la possibilità di acquistare un biglietto per il ritorno. Durante il periodo di 12 mesi si può entrare ed uscire dall’Australia quando si vuole. Il contratto di lavoro, invece, può essere full time, part time. Questo tipo di permesso può anche essere rinnovato, ma una sola volta e comunque restando nei limiti di età. http://www.australia.com/it-it/planning/working-holiday-visa.html

Visto con Sponsor Visa: indispensabile conoscere l’inglese

La seconda possibilità per entrare in Australia per lavoro è il contratto con un visto Sponsor Visa, cioè un datore di lavoro che assicura un lavoro retribuito. Oltre allo sponsor è necessario avere anche 2500 euro: una cauzione che assicura al governo australiano che chi entra può sostenere le spese iniziali e mantenersi per il primo periodo. Lo sponsor deve essere trovato mentre si è ancora in Italia, non si può quindi entrare senza avere un lavoro. All’entrata si viene sottoposti allo IELTS test per verificare la conoscenza della lingua inglese.

Visti particolari: professionisti e figure ricercate

La terza possibilità di entrata riguarda in modo specifico alcune categorie di persone. Si tratta di professionisti presenti nella skilled occupation list come ingegneri, chimici, medici in cardiologia, optometristi, igienisti dentali, cartografi, veterinari. Per ottenere questo permesso non basta la laurea, ma occorre avere anche 3 anni di esperienza sul campo confermati da attestati e un ottimo inglese.

Chi rientra in queste caratteristiche deve però anche avere sostanze economiche buone perché all’ingresso nel Paese deve essere sostenuta una visita medica il cui costo ammonta a 350 dollari australiani, ci sono poi da sostenere le tasse governative ed altre imposte. Tra queste vi sono anche quelle per ottenere la certificazione della conoscenza della lingua inglese: lo IELTS test.

Come ottenere un visto

Per ottenere il visto è possibile chiedere informazioni sulle procedure all’ambasciata d’Australia in Italia, le varie procedure invece possono essere eseguite anche online attraverso i servizi eVisa sul sito www.border.gov.au.
È assolutamente sconsigliato provare ad entrare in altro modo, o lavorare senza aver seguito tutte le procedure perché le leggi australiane sono molto severe.

Per ulteriori approfondimenti rimandiamo ad un altro nostro articolo:

Cervelli in fuga: Austra­lia, pro e contro di una scelta di vita (http://redazione.finanza.com/2013/11/15/cervelli-in-fuga-australia-pro-e-contro-di-una-scelta-di-vita-parte-1/

Buona lettura

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 3 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Raggiunto il target rialzista di breve, addirittura si tenta un allungo. La FED ha fatto la differ
Trading online, analisi tecnica e cinema sono gli ingredienti principali del nuovo roadshow di B
Nel post precedente vi parlavo del paradosso del mercato e di come sia “scollata” la realtà
Il quadro tecnico di breve periodo si conferma positivo nella seduta di oggi dove il Ftse Mib si por
Prima di iniziare, ieri sull'Economist è uscito un pezzo da manuale sul debito pubblico, una ve
L’App Postepay si arricchisce di nuove funzioni con l'intento di andare ulteriormente incontro all
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Il governo ha finalmente varato le misure caratterizzanti le rispettive piattaforme elettorali dei s
Chi mi segue da più tempo sa benissimo cosa penso del sistema economico e quali siano gli eleme
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u