Trovare lavoro in Svizzera: requisiti, chi contattare, dove presentarsi

Scritto il alle 08:52 da Redazione Finanza.com

COME TROVARE LAVORO IN SVIZZERA
La Svizzera è da sempre stata vista come un paradiso per tutti gli italiani, e non solo, in cerca di lavoro. Tuttavia, un recente referendum ha sancito la volontà dei cittadini svizzeri di imporre un tetto massimo ai permessi di soggiorno da concedere per vivere e lavorare nel territorio svizzero, questo nonostante dal 1999 il Paese abbia aderito al trattato europeo sulla libera circolazione dei cittadini. Queste nuove regole dovrebbero entrare in vigore dal 2017; nel frattempo, per un italiano non è difficile recarsi in Svizzera alla ricerca di fortuna professionale. Una volta arrivati in Svizzera, è necessario ottenere una serie di documenti per iniziare la ricerca di lavoro. E’ importante conoscere bene non solo la documentazione che occorre ma anche sapere a chi rivolgersi per trovare un impiego, così da evitare di restare troppi mesi senza lavoro. In Svizzera, infatti, il costo della vita è molto caro e può costituire un problema trattenersi per troppi mesi senza un’entrata fissa, con il rischio di erodere i risparmi messi da parte.

QUALI DOCUMENTI AVERE PER LAVORARE IN SVIZZERA
Un cittadino europeo che si reca in Svizzera alla ricerca di lavoro può liberamente restare per tre mesi senza alcun tipo di permesso, ma tre mesi possono non essere sufficienti per trovare un impiego. Successivamente, è possibile richiedere un permesso L’UE-EFTA, che ha una durata dai tre mesi ad un anno, è permette di prolungare la permanenza nel paese: si richiede all’autorità cantonale o comunale. In seguito alla sottoscrizione di un contratto di lavoro, poi, è possibile richiedere il permesso B/UE-EFTA che dura 5 anni; dopo questo periodo di dimora ininterrotta e regolare, si può infine richiedere ed ottenere il permesso C UE/AELS che è illimitato.

Per i cosiddetti frontalieri, ossia gli italiani che risiedono in Italia alla frontiera ma lavorano in Svizzera compiendo ogni giorno il viaggio di andata e ritorno, esiste il permesso speciale denominato permesso G UE/AELS e può avere una validità di uno o di cinque anni.

A CHI RIVOLGERSI PER TROVARE LAVORO IN SVIZZERA
Il consiglio più sensato è quello di recarsi sul posto e iscriversi a tutte le agenzie per il lavoro, che sono sicuramente la realtà più radicata sul territorio. Per chi, invece, vuole recarsi in Svizzera solo con una proposta concreta già in mano, è possibile consultare già dall’Italia il sito Area-lavoro.ch, la piattaforma ufficiale del mercato del lavoro della confederazione svizzera.

Un ottimo sito per trovare lavoro è job-room.ch, sia in lingua italiana che inglese che tedesca, è Job-room.ch che pubblica in tempo reale molti annunci di qualsiasi categoria professionale. Infine, non va trascurato neanche il sito Indeed.ch, omonimo della versione italiana, che tratta soprattutto grandi aziende.
PER SAPERNE DI PIU’
– www.seco.admin.ch
– https://ec.europa.eu

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Il Ftse Mib prova a impostare un tentativo di rimbalzo dopo il tonfo di ieri, confidando nella tenut
L'ultimo treno, quale migliore metafora per definire quello che sta accadendo in Europa, un titolo
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
SENTIX: scende sotto lo ZERO l'indice di fiducia degli investitori. Ma occorre andare oltre a ques
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano apre debole riavvicinandosi pericolosamente al supporto statico collocat
Lo schiaffone di venerdi è sicuramente pesante da digerire. Una debacle che nasce fondamentalme
La questione dei mutui, in particolare il rischio di un possibile aumento e inasprimento delle c
Per rafforzare l’integrazione pensionistica complementare la Commissione Ue fin dal giugno 2017 ha
Guest post: Trading Room #302. La settimana scorsa è stata una delle peggiori dell'anno per la bo