Chi era Licio Gelli: storia, aneddoti e peculiarità dell’ex “venerabile” della P2

Scritto il alle 18:58 da Redazione Finanza.com

Definiva Renzi un bambinone, circondato da mezze tacche, e ha sempre rivendicato la sua longeva fede fascista, pur stemperata in alcuni suoi angoli più spigolosi. Ma è solo una delle tante prese di posizione anticonformiste di Licio Gelli, più conosciuto come il Venerabile Maestro della loggia massonica “Propaganda 2”, o P2.

GLI INIZI

Licio Gelli, ex venerabile P2

La sua ascesa nel nebuloso mondo della massoneria italiana e internazionale è senz’altro il lato più conosciuto di Gelli, ma nel corso dei suoi 96 anni (1919-2015), lucido fino all’ultimo, è opinione comune che abbia davvero visto tutto, e più di qualcuno ritiene che abbia anche visto lungo. Il suo nome comincia a circolare negli ambienti politici e militari italiani a partire dal 1936 quando, appena diciassettenne e con l’Italia in pieno regime fascista, decide di partire nel corpo volontario inviato in Spagna dal nostro Paese in aiuto del Caudillo Francisco Franco. Nonostante la sua giovane età, il suo coraggio e la sua fede nella causa fascista vengono notati, così come la sua arguzia e attenzione ai dettagli. Nei mesi successivi gli verrà consentito di farsi le ossa come futuro uomo politico, e successivamente come ispettore e organizzatore di alcune sezioni estere dei Fasci di Combattimento.

DOPO LA GUERRA – MASSONERIA E I PRESUNTI LEGAMI AMERICANI
La sua ascesa avrà inizio negli anni successivi alla Seconda Guerra Mondiale. L’ipotesi di suoi contatti prolungati con i servizi segreti americani non troveranno mai prove effettive, ma resta la realtà di un Gelli che diventa il direttore commerciale della fabbrica di materassi Permaflex e che da quella poltrona comincerà a intessere relazioni con il mondo politico ed ecclesiastico del tempo. Fra i primi risultati di questa nuova rete di contatti si registrerà una grossa commessa per la Permaflex presso l’allora giovane Nato. Gli anni ’70 e ’80 del secolo scorso sono probabilmente il periodo in cui la storia di Gelli si fa più nebulosa, condita di voci e smentite ma anche di alcuni riscontri successivamente usati in sede processuale. Lui stesso racconterà di essere entrato nella loggia massonica Grande Oriente d’Italia nel 1959. Nel 1971 il Gran Maestro lo metterà a capo di una sotto-loggia segreta “agonizzante”, Propaganda, con il compito di rivitalizzarla.

LA P2 E IL PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA
Nascerà così Propaganda Due con lo stesso Licio Gelli come Gran Maestro, posizione dalla quale nel 1975-76 redigerà il celebre (e famigerato) Piano di Rinascita Democratica, a suo dire su richiesta dell’allora Presidente della Repubblica Giovanni Leone. Il documento, ormai recuperabile facilmente in formato digitale, costituisce un piano dettagliato di profonda riforma del sistema Paese in tutte le sue sfaccettature. Si parla, tra gli altri, di una diminuzione del numero di deputati e senatori con svuotamento dei poteri del Senato stesso, ma anche di progressivo controllo più capillare degli organi di stampa, leggi anti-monopolio televisivo e alcune riforme della Magistratura come la responsabilità civile per i giudici e una serie di esami psico-attitudinali per l’accesso alla carriera di magistrato. Il nome di Gelli rimarrà legato, presso i media e l’opinione pubblica, all’esistenza e all’eventuale messa in atto di questo documento, ma da più parti si ventilerà l’ipotesi che l’ormai ex Venerabile possa aver avuto un ruolo di rilievo anche nella strategia della tensione degli anni ’70, nonchè nel fallito Golpe Borghese e nella “vita” dell’organizzazione politica e paramilitare clandestina Gladio, nata negli anni ’60 in funzione anti-comunista. Alleati e detrattori non mancheranno mai di riconoscerne comunque l’astuzia e un’acuta capacità di analisi politica, tratti che gli consentiranno di recitare ruoli di primo piano (quando non di protagonista) in molti dei principali misteri della storia politica e criminale d’Italia.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Ftse Mib: l'indice italiano rimane ancorato alla resistenza statica dei 20.236 punti. Poco sopra pas
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
La legge di bilancio 2017  ha istituito la RITA (Rendita Integrativa Temporanea Anticipata), in via
E certo che non è magica la data del primo di marzo, mica abbiamo bisogno di decidere qualcosa
Aggiornamento sul CESI, il Citigroup Economic Surprise Index, l’indice che misura gli scostame
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mentre Roma è la prima città italiana in cui i turisti sono distribuiti durante tutto l’anno a l
Problemi strutturali come la crisi demografica correlata con il debito pubblico. Cosa si sta facen
Avvio di seduta poco mosso per il Ftse Mib. L’indice di Piazza affari si muove non lontano da quot
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec